Covid, in Campania 2.215 casi su 22.732 tamponi

Campania
©Ansa

Lieve calo per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva (oggi 138 e ieri 144) mentre aumentano i ricoveri in degenza, oggi 1301 e ieri 1294

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Torna a calare, in Campania, la curva dei contagi. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 2.215 (di cui 211 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 22.732 tamponi esaminati.

Sei persone risultano contagiate dalla variante inglese del Covid nell'isola d'Ischia, come confermato dalla Asl Napoli 2 Nord stamattina. I sei fanno parte di un cluster familiare e l'origine del contagio è stato il contatto con una persona ritornata ad Ischia dopo un viaggio all'estero.

Come anticipato ieri dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è stata pubblicata l'ordinanza che stabilisce la chiusura delle scuole dal 1 marzo 2021 e fino al 14 marzo 2021 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

18:55 - Nel Casertano positivi tornano oltre quota 4mila

Torna a salire oltre quota quattromila il numero di persone attualmente positive nel Casertano. Non accadeva da quasi due mesi (dal giorno della Befana), a conferma di un risalita della curva che si osserva ormai da oltre due settimane. Il report quotidiano dell'Asl di Caserta certifica 267 nuovi casi nelle ultime 24 ore, a fronte di 93 persone guarite, per un totale di 4046 positivi attuali (173 in più di ieri). Cala di un punto percentuale, su base giornaliera, l'indice di positività, che si attesta all'11,3% (2361 i tamponi effettuati). Sale anche il conto delle vittime: nelle ultime 24 ore si è registrato un decesso per un totale di 761 persone decedute causa Coronavirus da inizio pandemia. I contagi sono in netta risalita a Caserta (359 attuali positivi) ed Aversa (164), stabili a Maddaloni (244) e Marcianise (177), mentre stanno calando a Teano (104), comune alle prese da settimane con micro-focolai.

18:19 - Casartigiani Napoli: "No chiusura parrucchieri in zona rossa"

Casartigiani Napoli si dice seriamente preoccupata dalle anticipazioni contenute nella bozza del nuovo Dpcm, che entrerà in vigore il 6 marzo, circa la sospensione delle attività di acconciatura in zona rossa. Per Fabrizio Luongo, vice presidente vicario della Camera di Commercio di Napoli con delega all'Artigianato "i servizi di estetica ed acconciatura non cesseranno con la chiusura dei locali in zona rossa, poiché molto richiesti dalla cittadinanza, ma proseguiranno tramite abusivi alimentando non solo l'evasione e l'illegalità ma portando a domicilio un serio aumento del rischio di contagio. Le perdite per il settore benessere nei soli tre mesi di lockdown del 2020 ammontarono a 40 milioni di euro; solo a Napoli e provincia il comparto conta 8mila imprese con 36mila addetti, mentre in Campania sono 16mila le imprese del comparto benessere con 66mila addetti, la sola città di Napoli ne conta 1900, un comparto che non solo regge economia e occupazione ma presta un servizio utile anche al benessere fisico e psichico della persona".

16:45 - Al Cardarelli di Napoli terapia intensiva quasi piena

Situazione intensa all'Ospedale Cotugno di Napoli per la nuova ondata di contagi di covid19 in città e provincia. L'ospedale partenopeo specializzato in malattie infettive resiste alla terza ondata che sta affollando nuovamente quasi tutti i posti letto, in particolare le degenze ordinarie, e un maggiore affollamento si registra anche nei 50 posti di terapia subintensiva, non tutti pieni, rispetto alle ultime settimane. In terapia intensiva i circa 30 posti disponibili non sono al completo. Anche all'Ospedale Cardarelli in aumento i pazienti, con affollamento in terapia intensiva covid19 dove a mezzogiorno erano liberi solo due posti sui 15 disponibili. Nell'intera struttura sono ricoverati 131 pazienti Covid a media e alta complessità, anche per la sussistenza di patologie pregresse che associate al Covid rendono più complessa la gestione del paziente stesso. Rispetto alla precedente fase, ora la fascia dei 25-55 anni sembra essere maggiormente esposta. Forse per effetto delle varianti ma anche per effetto della vaccinazione che ha dato copertura ai degenti delle RSA e molti over 80. La tendostruttura in questo momento è ancora destinata ai vaccini, visto che mancano ancora circa 400 unità del personale (diretto e indiretto) da completare. È già stato però definito un documento della direzione generale che consente, se dovesse rendersi necessario, di rendere disponibile in pochi giorni la tendostruttura per decomprimere il pronto soccorso, anche se al momento questa esigenza non sussiste. L'afflusso di pronto soccorso (pazienti covid e non) è stabile sui 130 accessi giornalieri. Meno dei picchi di epoca non Covid, ma non poco in relazione alla crisi pandemica.

16:09 - In Campania 2.215 nuovi casi su 22.732 tamponi

Torna a calare, in Campania, la curva dei contagi. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 2.215 (di cui 211 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 22.732 tamponi esaminati. Se ieri il tasso di incidenza dei positivi era dell'11,23%, oggi è del 9,74%. 14 le persone decedute e 911 i guariti. Lieve calo per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva (oggi 138 e ieri 144) mentre aumentano i ricoveri in degenza, oggi 1301 e ieri 1294.

15:27 - In ordinanza di De Luca invito a restare a casa il più possibile

Nell'ordinanza numero 6 del governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che stabilisce la chiusura delle scuole, si raccomanda anche "alla popolazione di evitare tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile". Si ribadisce anche "l'obbligo di rispetto delle misure raccomandate dalle autorità sanitarie, compresi i provvedimenti di quarantena dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi" e si invitano "gli enti competenti a rafforzare il controllo del rispetto delle disposizioni del Dpcm 14 gennaio 2021 e delle disposizioni del presente provvedimento".

15:15 - In Campania scuole chiuse dal 1 al 14 marzo

E' stata pubblicata l'ordinanza del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che stabilisce la chiusura delle scuole dal 1 marzo 2021 e fino al 14 marzo 2021. "E' sospesa l'attività didattica in presenza dei servizi educativi per l'infanzia e dei servizi per l'infanzia (sistema integrato 0-6 anni) nonché delle scuole di ogni ordine e grado, nonché delle Università - si legge nel testo -restano comunque consentite in presenza le attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali e/o con disabilità, e in ogni caso garantendo il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica a distanza".

14:05 - Variante brasiliana, primi due casi in Campania

Due casi di variante brasiliana del virus SarsCoV2 sono stati sequenziati per la prima volta in Campania. Lo si apprende da fonti dell'Azienda ospedaliera dei Colli di Napoli (Monaldi, Cotugno e Cto). I due sequenziamenti riguardano pazienti del Cotugno, uno attualmente ricoverato ed in condizioni definite 'stabili', un altro dimesso da qualche giorno. Si tratta di un'attività a campione che proseguirà nelle prossime settimane. Il programma, promosso dalla Regione Campania, rientra nel piano di monitoraggio condotto dall'Istituto Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno con l'Azienda dei Colli e il Tigem.

12:26 - Sei contagi da variante inglese a Ischia

Sei persone risultano contagiate dalla variante inglese del Covid nell'isola d'Ischia, come confermato dalla Asl Napoli 2 Nord stamattina. I sei fanno parte di un cluster familiare e l'origine del contagio è stato il contatto con una persona ritornata ad Ischia dopo un viaggio all'estero; al momento solo una di esse è ricoverata all'ospedale Rizzoli, in buone condizioni, mentre le altre cinque sono in isolamento ed è stato effettuato il tracciamento dei contatti da cui non risulterebbero altri positivi con variante inglese. Sull'isola la situazione resta comunque sotto controllo con sessanta contagi su circa 70.000 residenti, un dato significativamente più basso della media nazionale.

12:13 - In 4 festeggiavano in un locale a Napoli, multati

In quattro sono stati sorpresi a festeggiare senza mascherina in un panificio di via San Giuseppe dei Ruffi dagli agenti del commissariato Vicaria-Mercato durante un servizio di controllo nel centro storico. I poliziotti sono entrati nel locale in cui hanno sorpreso e sanzionato per inottemperanza alle misure anti Covid-19 un dipendente che stava servendo cibi e bevande al tavolo e le quattro persone intente a festeggiare; disposta anche la chiusura del locale per un giorno. 

12:06 - Contributi Covid, 8 provvedimenti antimafia del prefetto di Napoli

Otto provvedimenti antimafia interdittivi nei confronti di imprese dell'area metropolitana di Napoli operanti nel settore alberghiero e dei pubblici esercizi sono stati adottati dal Prefetto di Napoli Marco Valentini nell'ambito dei controlli relativi alle erogazioni di contributi dello Stato a favore delle imprese disposti in relazione all'emergenza Covid-19. Le imprese interessate dai provvedimenti hanno sede nella città di Napoli, Giugliano in Campania e Villaricca.

11:32 - A Chiaiano polizia interrompe una partita di calcetto

Gli agenti del commissariato Chiaiano, durante il servizio di controllo del territorio, e su disposizione della centrale operativa ,sono intervenuti in via Giovanni Antonio Campano per una segnalazione di una partita di calcetto in una struttura sportiva. I poliziotti, giunti sul posto, hanno identificato e sanzionato il titolare e quattro persone, tra i 20 e i 39 anni, per inottemperanza alle misure anti Covid-19 disponendo, inoltre, la chiusura immediata della struttura per cinque giorni.

10:26 - Focolaio nel carcere di Carinola, due decessi

Un ispettore che prestava servizio nel carcere di Carinola (Caserta), è morto a causa delle complicanze sorte dopo essere stato contagiato dal SArs-Cov-2. Lo rendono noto, in una nota congiunta, i sindacati di polizia penitenziaria Sinappe, Uil Pa, Uspp, Fns Cisl, Cnpp e Fp Cgil. Si tratta del secondo agente della Penitenziaria rimasto contagiato che perde la vita. Nei giorni scorsi sono stati inviati dei rinforzi per rimpinguare il numero degli agenti in servizio nell'istituto di pena casertano dove si registrano una trentina di defezioni a causa del Covid. "Nonostante la gravità della situazione già denunciata pubblicamente a tutte le massime autorità competenti - si sottolinea nella nota - la diffusione del contagio nel carcere di Carinola continua ad aggravarsi. A perdere la vita è stato un collega che aveva appena compiuto 50 anni. Nello stringerci commossi alla famiglia del povero collega, i sindacati ribadiscono lo stato di agitazione e annunciano ulteriori forme di proteste". I sindacati rivolgono un appello al presidente De Luca affinché "appronti subito un piano di vaccinazioni per mettere in sicurezza la comunità penitenziaria e, in primis, la polizia penitenziaria, così come fatto da altre regioni dove è già iniziata la campagna di vaccinazione sindacati: a pagarne le conseguenze sono i nostri colleghi che, per adempiere il proprio dovere istituzionale stanno rischiando e sacrificando la propria vita".

9:34 - Ladri di gel igienizzante bloccati in supermercato di Casoria

Avevano fatto incetta di gel igienizzante per le mani (57 confezioni), oltre che di creme per le mani (24 confezioni) e alimenti per oltre 300 euro, i due soggetti arrestati dai carabinieri dopo aver razziato un supermercato di via Padula, a Casoria (Napoli). Ai domiciliari per concorso in furto aggravato - in attesa dell'udienza di convalida - sono finiti due uomini di 35 e 26 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine. La merce è stata restituita. I due, zaino in spalla, avevano varcato le barriere delle casse con le sacche piene quando sono stati fermati dai carabinieri della stazione di Arpino di Casoria chiamati dal titolare dell'attività che si era insospettito per il loro comportamento tra le corsie.

8:32 - Afragola, nell'ultima settimana 117 contagiati

I dati dell'ultima settimana estrapolati dal portale E-Covid della Regione Campania e riferiti al 25 febbraio, indicano che 117 cittadini sono risultati contagiati dal virus e 99 i guariti. Ne dà notizia il Comune di Afragola (Napoli). Le persone attualmente positive sono 449; le guarite sono 2.543. Il numero totale dei tamponi effettuati è di 16.565 mentre 40 sono i deceduti.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.