Covid, in Campania 2.561 nuovi casi su 24.368 tamponi

Campania
©Fotogramma

Il tasso di positività è al 10,5%. Mercoledì 3 marzo, dalle 9, presso Villa Fondi (Piano di Sorrento), partiranno le vaccinazioni anti Covid per gli abitanti dei comuni di Meta, Piano di Sorrento, Sant'Agnello e Sorrento

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 2.561 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Campania a fronte di 24.368 tamponi, con tasso di positività al 10,5%.

Partiranno mercoledì 3 marzo, dalle 9, presso Villa Fondi (Piano di Sorrento), le vaccinazioni anti Covid per gli abitanti dei comuni di Meta, Piano di Sorrento, Sant'Agnello e Sorrento. 

Intanto a Napoli si registrano assembramenti sul lungomare e nelle zone della movida. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

16:50 - In Campania 2.561 nuovi casi su 24.368 tamponi

Sono 2.561, di cui 179 sintomatici, i nuovi casi di Covid rilevati in Campania, su 24.368 test processati. Rispetto a ieri il numero assoluto dei positivi cresce di oltre 300 unità; il tasso di incidenza è del 10,5%, contro il 9,74 di ieri. Il bollettino giornaliero dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala anche cinque vittime e 524 guariti. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 130 (-8 rispetto a ieri), quelli di degenza 1.341 (ben 40 in più nelle ultime 24 ore).

16:24 - Festa da ballo nel Casertano, maxi multa a locale

C'erano anche dei medici tra le 27 persone sorprese dalla Polizia a ballare in un locale tra Aversa e Lusciano, nel Casertano. Tutti sono stati multati, mentre il locale è stato chiuso e per il titolare scatterà una maxi-multa. A provocare l'intervento dei poliziotti del Commissariato di Aversa guidati dal dirigente Vincenzo Gallozzi, stata una telefonata, che segnalava una festa da ballo. Al loro arrivo, gli agenti si sono trovati di fronte decine di persone che ballavano al ritmo di musica. Oltre a medici, erano presenti avvocati e commercialisti. I poliziotti hanno multato in strada altre cinque persone.

15:02 - Napoli, folla su lungomare e assembramenti movida

La Campania è in zona arancione, ieri il governatore De Luca ha invitato i cittadini a rimanere in casa il più possibile: ma la movida del sabato sera e il sole di stamane hanno creato ancora assembramenti, protagonisti soprattutto giovani e giovanissimi non di rado privi di mascherina. Gli episodi più significativi a Napoli e in provincia, dove - denuncia il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli di Europa Verde - spesso "la situazione è fuori controllo. Ritengo gravissimo che a Napoli, zona piazza del Gesù, e al corso Umberto di Torre Annunziata gli equipaggi delle forze dell'ordine siano stati pesantemente insultati dai giovani presenti. Dal centro storico partenopeo, via dei Carrozzieri, sempre nei pressi di piazza del Gesù, viene un altro video della vergogna con centinaia di giovanissimi assembrati e senza mascherina". Borrelli pubblica su Facebook le immagini ricevute da cittadini esasperati per la movida senza freni: "E' giunto il momento di adottare misure severe per coloro che non hanno rispetto per la propria salute e per quella degli altri". Stamattina ancora folla sui lungomare, a Napoli come a Pozzuoli. Fitti i controlli delle forze dell'ordine anche se la quantità delle persone in strada rende impossibile fermare tutti coloro che passeggiano senza mascherina. 

14:40 - Napoli, due locali pubblici chiusi per 5 giorni

Due locali pubblici sono stati sanzionati con la chiusura per cinque giorni dalla Polizia per il mancato rispetto della normativa anti-Covid 19. Nel quartiere Vomero, in via Enrico Alvino, i poliziotti hanno trovato ieri sera in un pub quattro persone sedute ai tavoli che consumavano cibi e bevande ed altre sette che non indossavano la mascherina. I sette sono stati multati. Al titolare del locale è stata inflitta una multa per la somministrazione di cibi e bevande e la chiusura per cinque giorni. enti e bevande; inoltre, è stata disposta la chiusura del locale per 5 giorni. Stanotte gli agenti del Commissariato Poggioreale, in via Nazionale delle Puglie, a Casoria (Napoli), hanno notato un bar al cui interno vi erano tre persone che consumavano al banco. I clienti sono stati multati, Il titolare del bar è stato multato ed il locale è stato chiuso per cinque giorni.

14:38 - Garante detenuti, subito vaccini nelle carceri

"Esprimo cordoglio e vicinanza alla famiglia dell'agente Angelo De Pari, 56 anni, sposato, morto oggi al Covid center dell'ospedale di Maddaloni. E' il terzo operatore morto di Carinola che si è ammalato ad inizio mese. In diverse regioni è partita la vaccinazione per agenti di polizia penitenziaria in Campania no. Il 21 gennaio il commissario per l'emergenza Covid Domenico Arcuri aveva assicurato: "In un momento successivo a chi ha più di 80 anni è previsto che detenuti e personale carcerario possano ricevere la vaccinazione" Così non è stato. Non si sono completate le fasce di età più a rischio e si è iniziato con docenti,personale scolastico, psicologi..." Cosi Samuele Ciambriello, garante campano dei detenuti. "Ho chiesto all'amministratore dell'Asl Na 1 centro competente per le carceri di Poggioreale e Secondigliano di intervenire, pur comprendendo che non arriva in Campania un numero adeguato di vaccini. Chiedo la convocazione urgente dell'Osservatorio regionale della sanità penitenziaria. In Campania dall'inizio della pandemia siamo a cinque agenti morti, quattro detenuti e un medico del carcere di Secondigliano. Non si può continuare a morire di carcere e in carcere. Il carcere, come si sta vedendo, è tutt'altro che un luogo immune al virus, come invece dichiarato dalla politica e da improvvidi operatori dell'Amministrazione penitenziaria". 

14:31 - Terzo agente morto in carcere del Casertano

Un altro agente della Polizia Penitenziaria che prestava servizio nel carcere casertano di Carinola è deceduto a causa delle complicanze sorte dopo esser stato contagiato dal virus Sars-Cov-2. Lo rende noto l'Uspp, in un comunicato. Si tratta dell'assistente capo Angelo De Pari, aveva 56 anni ed è il terzo agente della Penitenziaria in servizio nell'istituto di pena del Casertano, dove risultano contagiati quasi tre decine di poliziotti, che perde la vita in pochi giorni. "All'Amarezza e lo sconcerto per la perdita di un'altra vita umana, la terza in pochi giorni, - commenta il presidente del sindacato Uspp Giuseppe Moretti - tra le fila della Polizia Penitenziaria si aggiunge la rabbia per i ritardi accumulati nella gestione del rischio contagio COVID-19 e nella somministrazione del vaccino agli agenti che sin dall'inizio abbiamo chiesto di considerare al pari del personale sanitario che opera nelle RSA". Moretti lancia un appello al Presidente del Consiglio Mario Draghi e alla neo Ministra Marta Cartabia, "affinchè ci ascoltino e facciano il possibile per mettere in sicurezza innanzitutto sanitaria il delicato lavoro svolto dalla polizia penitenziaria, che soffre da anni di problematiche irrisolte dalla miopia governativa disattenta e distante da un micro mondo che invece non può essere considerato avulso dalla restante società". "Lo facciano - conclude - per gli agenti morti in questi giorni che si, che si aggiungono a quelli nelle carceri del nord con un cambio di strategia per scongiurare altre perdite umane e l'implosione del sistema carceri anche a causa della pandemia".
"Oltre a non aver sottoscritto il protocollo nazionale di prevenzione dal rischio contagio proposto dall'amministrazione penitenziaria alle organizzazioni sindacali", prosegue Moretti nella nota, "dopo aver chiesto D.P.I. idonei arrivati in ritardo e mai completamente adatti a proteggere effettivamente dal rischio contagio, abbiamo invano chiesto di modificare il piano vaccinazione nazionale sollecitando l'inserimento della polizia penitenziaria tra gli operatori sanitari per il potenziale rischio dovuto alla elevata promiscuità nei contatti con i detenuti chiedendo anche di sospendere i colloqui visivi laddove non fosse stato possibile garantirli in sicurezza sanitaria". "Ma la risposta - evidenzia il presidente dell'Uspp- non è mai arrivata e di fatto ad oggi ancora stenta a partire il piano di vaccinazione, peraltro con il vaccino Astra Zeneca che a quanto pare determina anche effetti indesiderati tra i quali l'inabilità al servizio per alcuni giorni e a quanto pare anche la possibilità di trasmettere il virus". Per il rappresentante USPP "si potrebbe realizzare la vaccinazione in tempi rapidissimi nelle carceri utilizzando le strutture infermieristiche esistenti e considerato che in servizio vi sono circa 37000 unità e che quindi sono una goccia rispetto ai 60 milioni di persone da vaccinare sul territorio italiano".

12:58 - Controlli antiassembramento a San Giorgio e Portici

I carabinieri della Compagnia di Torre del Greco hanno svolto un servizio straordinario di controllo del territorio a Portici e San Giorgio a Cremano, centrato sul rispetto delle ordinanze antiassembramento. I militari hanno effettuato posti di controllo a San Giorgio, in relazione all'ordinanza del sindaco che vieta la sosta ai pedoni nelle principali piazze della città, e hanno condotto servizi di controllo nella zona del Granatello di Portici, luogo affollato per la movida: sono stati controllati gli esercizi commerciali della zona e fatti allontanare gli assembramenti di persone che si stavano formando in serata.

12:43 - Vaccini, penisola sorrentina: al via mercoledì per over 80

Partiranno mercoledì 3 marzo, dalle 9, presso Villa Fondi (Piano di Sorrento), le vaccinazioni anti Covid per gli abitanti dei comuni di Meta, Piano di Sorrento, Sant'Agnello e Sorrento. L'ampio spazio è stato messo a disposizione del sindaco di Piano, Vincenzo Iaccarino. Sono state allestite diverse cabine e da mercoledì si inizierà con la vaccinazione degli ultraottantenni. Sono stati individuati dalla Asl anche altri punti vaccinali: l'ospedale di Vico Equense e Villa Cerulli a Massalubrense. Chi ha problemi di deambulazione può richiedere la vaccinazione collegandosi al sito web https://adesionevaccinazioni.soresa.it/. inviando mail a relazionipubbliche@aslnapoli3sud.it. Per chi non potrà connettersi ad internet, c'è il numero 331.26.900.26 attivo il sabato dalle 10.00 alle 13.00, istituito dal comune di Piano di Sorrento. 

11:23 - Sei minori girano in auto di notte a fari spenti, presi

In sei, tutti minorenni, giravano in piena notte a bordo di un'auto a fari spenti, in piena violazione del coprifuoco e delle norme del codice della strada con il conducente, 17 anni, privo della patente. Li hanno intercettati, intorno alle 2.30, i carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli in via Secondigliano. I militari hanno intimato l'alt ma il conducente non si è fermato: ne è nato un inseguimento durato alcuni chilometri, concluso solo quando il veicolo in fuga è stato costretto a fermarsi dietro un camion di raccolta rifiuti che bloccava il passaggio. Il 17enne alla guida, incensurato, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale; dovrà rispondere anche di guida senza patente. Tutti e sei gli occupanti della vettura sono stati sanzionati per violazioni alla normativa anti covid e affidati ai genitori.

8:15 - In Campania 2.215 nuovi casi su 22.732 tamponi

Torna a calare, in Campania, la curva dei contagi. Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione Campania, nelle ultime 24 ore sono 2.215 (di cui 211 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 22.732 tamponi esaminati. Il tasso di incidenza è del 9,74%. 14 le persone decedute e 911 i guariti. Lieve calo per l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva (ieri 138), mentre aumentano i ricoveri in degenza.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.