Covid, in Campania 2.385 nuovi casi su 23.649 tamponi

Campania
©Fotogramma

Il rapporto tra test e positivi è al 10,08%. Il bollettino dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala anche 1.214 guariti e 29 vittime. Il 60% dei casi si registra nell'area metropolitana di Napoli

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 2.385 i nuovi casi di coronavirus in Campania a fronte di 23.649 tamponi, con un rapporto tra test e positivi al 10,08%. Il 60% dei contagi si registra nell'area metropolitana di Napoli. Il sindaco partenopeo, Luigi de Magistris, ha affermato: "È chiaro che i contagi stanno salendo ed è verosimile, se continuano a salire, che ritorneremo, mi auguro per un periodo limitato, in una zona rossa". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:55 - A Ischia domenica vaccino agli addetti centri termali 

Fine settimana di vaccinazioni ad Ischia: dopo la somministrazione al personale scolastico organizzata per domani e sabato, l'Asl Napoli 2 Nord ha comunicato che domenica saranno vaccinati gli operatori dei centri termali convenzionati col servizio sanitario. Ischia conta numerosi reparti termali negli hotel e nei parchi e l'azienda sanitaria ha organizzato la vaccinazione per circa 400 operatori di oltre 70 strutture cui saranno somministrati i vaccini all'istituto Telese dove si terrà la campagna vaccinale per il personale scolastico e che diventa dunque un centro vaccinale straordinario. "Siamo soddisfatti di questo primo passo" dice Peppino Di Costanzo presidente della associazione Termalisti dell'isola che aggiunge: "Abbiamo chiesto al governatore De Luca le vaccinazioni per tutti gli operatori alberghieri, sarebbe importante per lanciare il messaggio dell'isola covid free per la stagione turistica”.

19:11 - 58 nuovi casi nelle scuole di Napoli, 45 sono studenti

Sono 58 i nuovi contagiati nelle scuole di Napoli, secondo quanto riporta il bollettino dell'Asl Napoli 1, di cui 45 studenti, 12 docenti e 1 membro del personale non docente. Nel distretto di Chiaia, San Ferdinando e Posillipo ci sono due bambini della primaria positivi, ma anche 6 della scuola superiore, tre docenti della scuola dell'infanzia e un non docente della secondaria di II grado. Nel distretto di Bagnoli e Fuorigrotta ci sono tre bambini delle elementari con il covid, mentre a Pianura e Soccavo hanno contratto il virus tre bambini delle elementari, uno studente delle medie e un docente della primaria. All'Arenella e Vomero sono due gli studenti positivi nelle scuole superiori e un docente delle medie, mentre a Chiaiano, Piscinola de Marianella c'è un bimbo della scuola dell'infanzia e due delle medie, oltre a due docenti delle medie. Nei quartieri Stella, San Carlo all'Arena hanno il virus due studenti delle medie e due delle superiori, mentre del distretto di Secondigliano, Miano, San Pietro a Patierno un ragazzo delle medie e uno delle superiori sono stati contagiati. Nei quartieri di Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe Porto, Mercato Pendino, sono positivi 4 bambini delle elementari e uno dell'infanzia, ma anche 5 della secondaria di secondo grado e due docenti della scuola dell'infanzia. A Ponticelli, Barra, San Giovanni a Teduccio i contagiati della primaria sono 3, mentre uno delle superiori ha preso il virus, come anche due docenti delle superiori. Nel distretto di San Lorenzo, Vicaria, Poggioreale un bambino delle elementari ha il covid19, come pure uno delle medie e tre delle superiori. Contagiato in quei quartieri anche un docente delle superiori.

16:46 - il 60% dei casi in regione sono nell'area metropolitana di Napoli

Il 60% dei contagi da Covid 19 verificatisi in Campania dall'inizio della pandemia è concentrato nell'area metropolitana di Napoli, mentre quasi un malato su cinque, rispetto al totale regionale, risiede nella città capoluogo. Il report dei casi divisi per provincia evidenzia che su 260.324 contagi ben 155.747 sono quelli afferenti l'area partenopea, 46.475 dei quali registrati proprio a Napoli. Seconda in classifica la provincia di Caserta (43.223), poi Salerno (39.576), Avellino (11.404) e Benevento (6.876). Circa 3.500 i casi ancora in attesa di verifica in relazione alla residenza.

16:32 - In Campania 2.385 nuovi casi su 23.649 tamponi

Sono 2.385, di cui 148 sintomatici, i nuovi positivi al Covid in Campania, su 23.649 test processati. L'incidenza è del 10,08%, sostanzialmente stabile rispetto al 10,22 di ieri. Il bollettino dell'Unità di crisi, aggiornato alla mezzanotte scorsa, segnala anche 1.214 guariti e 29 vittime, di cui 15 decedute nelle ultime 48 ore e 14 risalenti ai giorni precedenti. I posti di terapia intensiva occupati sono 131, uno in più di ieri, mentre le degenze di attestano a 1.305, -14 rispetto al giorno precedente.

16:23 - Tavolo in Prefettura, sinergia per tutelare commercio

L'esigenza di condividere strategie e iniziative tese al controllo del territorio e alla tutela del commercio, in un periodo di grande incertezza e difficoltà a causa del Covid-19, è stata al centro della riunione che si è tenuta in Prefettura - presieduta dal prefetto di Napoli Marco Valentini - con le associazioni datoriali del commercio, i rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell'ordine. Alla riunione hanno preso parte anche il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano, il comandante della Polizia Municipale di Napoli, Ciro Esposito, l'assessore comunale Rosaria Galiero, il presidente nazionale di Aicast, Antonino Della Notte, il presidente di Confcommercio Napoli, Carla della Corte e il presidente di Confesercenti Campania, Vincenzo Schiavo.

16:22 - Vaccini, direttore Asl Na1: "Stop per dosi scarse Pfizer"

"La mancanza di un numero adeguato di vaccini Pfizer rispetto a quanti hanno aderito alla campagna vaccinale over 80 non ci permette di proseguire nella somministrazione, perché le dosi disponibili, e parte di quelle che arriveranno, devono essere somministrate da oggi e fino al 17 marzo ai vaccinati ai quali è stata già somministrata la prima dose nei 21 giorni precedenti". Lo afferma all'ANSA il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva, spiegando lo stop agli anziani dovuto esclusivamente all'esiguo numero di dosi a disposizione. "Riteniamo - prosegue Verdoliva - tenuto conto della programmazione prossime forniture, di poter garantire la somministrazione agli over 80 nei giorni 3, 4 e 5 marzo per 1.000 convocazioni al giorno. Solo un numero adeguato di dosi fornite potrebbe permetterci di proseguire a ritmo serrato. Per il personale scolastico invece, vista la disponibilità di dosi Astrazeneca, abbiamo programmato da domani la possibilità di vaccinare 2.500 persone al giorno, così da raggiungere quanto prima l'obiettivo di completare questa categoria e passare alle successive nel rispetto del piano vaccinale regionale".

16:00 - Riparte mercato settimanale a Torre Annunziata

Torna il mercato settimanale a Torre Annunziata (Napoli). Il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, ha infatti revocato l'ordinanza firmata lo scorso 16 febbraio. A partire da domani, dunque, riprenderà regolarmente lo svolgimento dell'area mercatale negli spazi antistanti lo stadio comunale Giraud: ''Compreso l'esercizio - spiegano dall'ente - delle attività di vendita di generi alimentari, nel rispetto dei protocolli sanitari vigenti in materia di Covid-19 riguardanti le attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche''.

14:02 - A San Giorgio a Cremano somministrazione vaccini in Cento Polifunzionale

La città di San Giorgio a Cremano (Napoli) avrà la sua sede per la somministrazione dei vaccini anti covid al Centro Polifunzionale in via Mazzini. Entro la prossima settimana la Asl provvederà ad attrezzarlo secondo le esigenze sanitarie e logistiche e poi inizierà la campagna vaccinale nel rispetto del calendario stabilito dalla Regione Campania. I tempi di azione e la decisione sulle fasce di età restano sempre in capo alla Regione e all'Asl, ma i cittadini sangiorgesi saranno tra i primi ad usufruire di tale opportunità. Dopo vari sopralluoghi effettuati alla presenza del sindaco, Giorgio Zinno e dei tecnici, la Asl ha ritenuto che il Centro Polifunzionale fosse idoneo, sia dal punto di vista logistico che per gli spazi a disposizione, pari a circa 600 metri quadrati, ovvero a tutto il piano inferiore che sarà utilizzato per questo scopo, tranne un'area che resterà in utilizzo alla locale Croce Rossa. Inoltre, grazie all'accordo della Asl con l'Associazione dei Medici di Medicina Generale nel Centro vi sarà la presenza dei medici di base la cui opera è fondamentale per la buona riuscita delle attività vaccinali. ''E' una grande soddisfazione poter comunicare ai miei concittadini che sta per iniziare la campagna vaccinale nella nostra città. Questo luogo sarà il riferimento per tutta la nostra popolazione e da oggi sarà il simbolo della speranza nella lotta a questo maledetto virus'' dice il sindaco Giorgio Zinno. Il primo cittadino ha messo a disposizione dei medici anche i volontari di Protezione Civile che offriranno supporto, come già avviene presso il drive e quelli della Polizia Municipale.

13:04 - Vaccini, scuole chiuse due giorni a Ischia

Domani e sabato scuole chiuse nel Comune di Ischia. Il sindaco, Enzo Ferrandino, ha firmato un'ordinanza per sospendere l'attività didattica delle scuole di ogni ordine e grado in concomitanza con la vaccinazione del personale scolastico di Ischia e Procida che sarà effettuata nell'istituto alberghiero Telese. Ferrandino ha annunciato che per le vaccinazioni dei docenti, dirigenti e personale ATA (oltre 1.500 persone) sarà necessario l' intervento della polizia municipale, che non potrà quindi presidiare l'entrata e l'uscita dalla scuole in questi due giorni. Per questo motivo è stata sospesa anche la fiera mercatale che avrebbe dovuto svolgersi sabato nella stessa zona dell'istituto Telese.

12:33 - Sindaco Napoli: "Verosimile ritorno a zona rossa" 

"È chiaro che i contagi stanno salendo ed è verosimile, se continuano a salire, che ritorneremo, mi auguro per un periodo limitato, in una zona rossa". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a radio Crc analizzando l'andamento dell'epidemia da covid a Napoli e in Campania.

9:47 - Carceri: focolaio ancora attivo a Carinola, arrivati rinforzi

Quindici agenti del Gruppo Operativo Mobile della Polizia Penitenziaria hanno preso servizio ieri sera nel carcere casertano di Carinola, dove il personale è stato decimato dal covid-19. La decisione del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria fa seguito all'istanza congiunta dei sindacati (Sinappe, Osapp, Uil Pa, Uspp, Fns Cisl, Cnpp ed Fp Cgil) che nei giorni scorsi hanno lanciato un appello anche al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, al prefetto di Caserta Raffele Ruberto e al direttore generale dell'Asl di Caserta Ferdinando Russo. Nel carcere di Carinola è infatti attivo un focolaio che ha reso indisponibili al servizio poco meno di 30 agenti. 

9:08 - Scuola chiusa a San Giorgio a Cremano

Lezioni in presenza sospese nel plesso 'Marconi' dell'istituto comprensivo Massimo Troisi in via Salvator Rosa a San Giorgio a Cremano (Napoli) da oggi e fino al 2 marzo compreso. Lo stabilisce un'ordinanza del sindaco, Giorgio Zinno, a seguito di un caso accertato di positività alla variante inglese del Covid all'interno della scuola comunicato da una nota dell'Asl Na 3. Per questo motivo trentuno persone a contatto con l'alunno sono ora in quarantena domiciliare fiduciaria. Per gli alunni è attivata la didattica a distanza.

7:30 - In Campania 2.185 positivi su oltre 21mila tamponi

Ben 2.185 positivi in Campania con una curva in aumento. Questo è quanto emerge dal bollettino dell'Unità di crisi della Regione. 303 casi sono stati identificati da test antigenici rapidi. In totale si sono registrati 1.763 asintomatici e 119 sintomatici. I tamponi del giorno sono 21.366 (di cui 3.568 antigenici). Il totale dei positivi finora registrati è di 257.939 (di cui 4.794 antigenici). Il numero complessivo di tamponi è di 2.842.283 (di cui 90.890 antigenici). Si registrano altre 40 vittime. Il totale dei morti è di 4.219. I guariti sono 848 per un totale di 181.890. Per quanto riguarda il report dei posti letto su base regionale, quelli di terapia intensiva occupati sono 130 sui 656 disponibili. I posti letto di degenza disponibili sono 3.160 (tra Covid ed offerta privata), quelli occupati 1.319.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.