Covid Campania, 1.150 casi su oltre 15mila tamponi

Campania
©Getty

Il rapporto tra positivi e test effettuati è del 7,34 per cento. I deceduti sono 29, i guariti 801

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

I dati delle ultime 24 ore del bollettino regionale dell'Unità di Crisi segnala 1.150 positivi (133 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 66 sintomatici. I tamponi effettuati sono 15.663 (di cui 2.040 antigenici).

Sono giudicate discrete le condizioni del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo uscente di Napoli, ricoverato dal tardo pomeriggio di ieri all'ospedale Cotugno di Napoli (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

19:30 - In Campania da lunedì screening personale scolastico

Lunedì la Campania farà partire uno screening scolastico che comincerà con i docenti e il personale Ata. E' quanto apprende l'ANSA dall'Unità di Crisi della Regione Campania sulla scuola, convocata d'urgenza dopo il focolaio emerso oggi nella primaria di Fuorigrotta, a Napoli. Lo screening verrà attuato attraverso i medici medicina generale: il personale scolastico contatterà quindi il proprio medico di base che gli darà appuntamento per il test. Tra le decisioni in corso se i test si faranno negli studi dei medici o nelle scuole. In totale tra docenti e personale Ata, in Campania di tratta di circa centomila persone. 

18:01 - Napoli: focolaio in scuola Fuorigrotta, 15 alunni e 4 docenti

Quindici alunni positivi e quattro docenti sono positivi in una scuola del quartiere Fuorigrotta a Napoli. È questo il focolaio covid19 emerso dal bollettino quotidiano fornito dalla Asl Napoli 1 che ogni giorno raccoglie le segnalazioni di positivi in tutta la città di Napoli. La scuola, ha appreso l'ANSA, è l'Istituto Comprensivo Statale 91° Minniti, nel plesso di via Zanfagna a Fuorigrotta, dove c'erano già alunni 3 positivi.
Altri 5 studenti della scuola primaria sono stati rilevati positivi al covid-19 nell'ultima giornata. In tutto quindi i positivi del giorno a scuola sono 20 bambini. La situazione peggiore arriva dal distretto sanitario 31 dei quartieri Avvocata, Montecalvario, San Giuseppe Porto, Mercato Pendino, che ha rilevato tre studenti di scuola primaria positivi. I tre frequentano scuole diverse. Dalle analisi tutti e tre gli alunni hanno dei positivi in famiglia, due bimbi hanno tre positivi familiari a testa, il terzo ne ha solo uno. Virus anche in un bambino della scuola primaria nel distretto Arenella, Vomero, anch'egli con due contatti familiari entrambi positivi. Uno studente di scuola primaria positivo anche nell'area Stella, San Carlo all'Arena, e anche questo bambino ha due contatti stretti familiari positivi

17:19 - Assessori Napoli: "Solidali con autisti scuolabus"

Gli assessori al trasporto ed all' istruzione del Comune di Napoli, Alessandra Clemente e all' istruzione, Annamaria Palmieri esprimono "vicinanza" ai lavoratori del trasporto scolastico. " Da tempo gli scuola bus non circolano più nelle nostre strade - affermano i due assesori -, colpa del virus e di qualche scelta politica che non condividiamo. I figli di Napoli restano a casa e con loro i 148 operatori riconosciuti dal Comune di Napoli. 148 famiglie private del reddito (ma non delle spese), a cui non è arrivato nessun ristoro, nessun sostegno". "Esprimiamo vicinanza a questi preziosi lavoratori ed alle loro famiglie - proseguono Clemente e Palmieri - e ci impegnIamo a condividere la loro giusta protesta e ad aiutarli per quanto ci sarà possibile".

16:51 - In Campania 1.150 casi su oltre 15mila tamponi

È in leggero calo la curva dei contagi in Campania. I dati delle ultime 24 ore del bollettino regionale dell'Unità di Crisi segnala 1.150 positivi (133 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 66 sintomatici. I tamponi effettuati sono 15.663 (di cui 2.040 antigenici). Il rapporto positivi/test è del 7,34% (il dato precedente era del 7,99%). I deceduti sono 29, i guariti 801. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 114 (in crescita rispetto al dato precedente) su 656 disponibili. Sono 1.437 i posti letto di degenza occupati su 3.160 disponibili

15:59 - A Sant'Arsenio scuole chiuse fino al 31 gennaio

A Sant'Arsenio, nel Salernitano, scuole chiuse di ogni ordine e grado fino al prossimo 31 gennaio. Il sindaco, Donato Pica, ha emesso un'ordinanza in seguito sia al focolaio Covid sviluppatosi nella locale casa di riposo per anziani sia all'aumento, nelle ultime ore, di casi positivi tra i cittadini. Pica ha, inoltre, invitato, i cittadini a limitare gli ingressi e le uscite dal territorio comunale. La prossima settimana a Sant'Arsenio sarà effettuato uno screening su base volontaria. Al momento sono positivi 12 su 13 anziani ospiti della casa di riposo e 3 operatori della stessa struttura. 

13:02 – Vaccini, De Magistris: “Ora si deve recuperare il tempo perduto”

“Esiste un problema vaccini. Il cronoprogramma c'è ma è con il punto interrogativo perché, pur essendo molto ambizioso, è condizionato al rispetto dei tempi di consegna da parte delle case produttrici. Siamo tutti preoccupati ma anche fiduciosi che si possa recuperare il tempo perduto". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistirs, rispetto al rallentamento della campagna vaccinale a causa dei ritardi di distribuzione del vaccino Pfizer.

11:32 - Nuovo incremento dei casi nell'area vesuviana

Ancora un incremento nel numero dei contagi da Covid-19 a Torre Annunziata (Napoli). È quanto comunica il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, annunciando come nelle ultime 24 ore sono stati registrati 23 nuovi positivi al tampone a fronte delle cinque guarigioni accertate. Dati che portano il numero complessivo dei contagiati a quota 383, con dodici persone che risultano ricoverate. Incremento, ma decisamente meno marcato, anche nella vicina Torre del Greco, dove il sindaco Giovanni Palomba, al termine del consueto aggiornamento al Centro operativo comunale, ha fatto sapere come nell'ultima giornata siano stati segnalati da Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionale sei casi di positività (tra i quali un ripositivizzato) e cinque guarigioni. Attualmente a Torre del Greco risultano dunque contagiati al Covid 313 cittadini, 27 dei quali costretti al regime ospedaliero. 

11:28 - Rispetto norme anti contagio, controllate 68 persone

Sessantotto persone sono state controllate - di cui quattro sanzionate - nel corso di una operazione di controllo condotta dalla polizia a Napoli nella zona della movida per il rispetto delle norme di contrasto al contagio da Covid-19. Gli agenti, inoltre, hanno sanzionato il titolare di un bar in corso Vittorio Emanuele poiché stava servendo bevande alcoliche all'interno dell'esercizio e oltre l'orario consentito.

9:42 - Il  sindaco chiude strade e parchi a Torre Annunziata

I casi di contagio da Covid-19 sono in aumento: il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, dopo le scuole chiude anche alcune strade e luoghi potenzialmente a rischio assembramento fino al 31 gennaio.È il senso dell'ordinanza con la quale il primo cittadino ha inteso adottare ulteriori misure di gestione e contenimento dell'epidemia. In particolare l'ordinanza firmata da Ascione stabilisce "da sabato 23 a domenica 31 gennaio, dalle ore 11 alle ore 22, la chiusura al pubblico di via Alfani, dall'intersezione con Rampa Nunziante fino a quella con corso Umberto I; di viale Marconi e viale Colombo, nel tratto di strada compreso tra largo Manzo e lo spazio antistante l'ex stabilimento balneare Santa Lucia". È fatta salva la possibilità di attraversamento di queste strade per l'accesso ad esercizi commerciali ed abitazioni private. Vigerà, invece, il divieto assoluto di stazionamento. Inoltre, sempre fino a domenica 31 gennaio "è stata disposta, dalle ore 5 alle ore 22, la chiusura al pubblico di Villa del Parnaso e della villa comunale".

9:21 - Cardinale Sepe ricoverato in ospedale, le sue condizioni sono discrete

Sono giudicate discrete le condizioni del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo uscente di Napoli, ricoverato dal tardo pomeriggio di ieri nell'ospedale Cotugno di Napoli. Il prelato, nei giorni scorsi, è risultato positivo al Covid. "Il cardinale - dice Maurizio Di Mauro, dg dell'azienda dei Colli da cui dipende il nosocomio per le malattie infettive - ha una polmonite interstiziale bilaterale. Ieri il dottor Rodoldo Punzi, capo dipartimento malattie infettive, che lo stava seguendo, dopo averlo visitato ha consigliato il ricovero". La notizia del ricovero viene riferita oggi da organi di stampa. Sepe, 77 anni, è risultato positivo nei giorni scorsi. Ieri a seguito della positività di un altro tampone aveva già rinviato la cerimonia di ringraziamento, prevista per domani in cattedrale, a termine del suo mandato episcopale a Napoli. Il 2 febbraio è previsto l'insediamento del nuovo arcivescovo di Napoli, mons. Domenico Battaglia.

8:32 - Nel Salernitano focolaio in casa di riposo

Un focolaio di Covid-19 è scoppiato nella casa di riposo per anziani di Sant'Arsenio, in provincia di Salerno. Positivi sono risultati 12 su 13 ospiti che hanno effettuato il tampone molecolare. Anche tre operatori della struttura sono positivi. L'allarme è scattato a seguito del ricovero, nel vicino ospedale di Polla, di un ospite della casa di cura risultato positivo. Al momento sia gli anziani sia gli operatori della struttura non presentano gravi sintomi, mentre altri collaboratori della casa di risposo sono in quarantena fiduciaria presso le loro abitazioni. C'è apprensione tra i familiari degli anziani ai quali l'ingresso nella casa di riposo era stato interdetto da mesi in via precauzionale.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.