Covid, in Campania 1.069 casi su oltre 16mila tamponi

Campania

Il rapporto tra il numero di positivi e i test eseguiti nel territorio regionale è paro al 6,59 per cento

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Nelle ultime 24 ore sono 1.069 (di cui 104 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 16.219 tamponi esaminati. Il rapporto positivi-tamponi è dunque pari al 6.59% (ieri era 7,34%). (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI).

17:31 - Due classi in quarantena ad Acerra

Due classi in quarantena fiduciaria ad Acerra (Napoli), dopo l'esito positivo al Covid 19 dei tamponi di due bambini di una scuola elementare ed una materna che hanno portato la dirigente scolastica dell'istituto comprensivo ad avviare le procedure del caso. Sono una trentina in tutto i bambini coinvolti nella quarantena, oltre a nove maestre di una seconda elementare e di una classe delle materne dei plessi di via Spiniello e via Buonincontro, già sottoposti a sanificazione.

16:54 - In Campania 1.069 casi su oltre 16mila tamponi

Continua a calare, in Campania, la curva dei contagi in Campania. Nelle ultime 24 ore sono 1.069 (di cui 104 casi identificati da test antigenici rapidi) i casi positivi su 16.219 tamponi esaminati. Il rapporto positivi-tamponi è dunque pari al 6.59% (ieri era 7,34%). Secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania, 51 sono i casi sintomatici (sintomatici e asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare). Dodici le persone decedute, nove delle quali decedute nelle ultime 48 ore e 3 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Sono 525 i guariti. Questa, invece, la situazione dei posti letto su base regionale: in terapia intensiva disponibili 656 e occupati 112 (due in meno rispetto a ieri); in degenza disponibili 3.160 (sia Covid, sia offerta privata) e occupati 1.448.

14:49 - Multe a Napoli, giovani in strada oltre coprifuoco

Ragazzi che non hanno rispettato il coprifuoco, consumazione di pasti in ristorante oltre l'orario consentito: è il bilancio di una serie di controlli messi in atto dai carabinieri del comando provinciale di Napoli. 22 le persone sanzionate in centro città per violazioni alla normativa anti-contagio: gran parte delle sanzioni sono state notificate a giovani che non hanno rispettato il coprifuoco. La Stazione di Marianella ha, invece, multato il titolare di un ristorante di Via Lepore perchè ha consentito la consumazione di pasti anche oltre l'orario di lavoro e con servizio a tavolo tra più di 4 persone non conviventi. Controlli anche sull'isola d'Ischia dove i carabinieri della locale compagnia hanno sanzionato 10 persone perché sprovviste di mascherina.

14:39 - Controlli a Napoli, identificate 149 persone, 2 multe

Controlli della Polizia, a Napoli, nella zona della movida e dello shopping per il rispetto delle normative anticovid: identificate 149 persone e multate due in quanto prive di mascherina. Gli agenti del Commissariato San Ferdinando hanno anche sanzionato i titolari di due bar in via Bisignano all'esterno dei quali si erano creati degli assembramenti. Infine, in via Caracciolo e via Chiatamone, i poliziotti hanno bloccato e denunciato due napoletani con precedenti di polizia già sottoposti a Dacur (divieto di accesso alle aree urbane) poiché stavano svolgendo nuovamente l'attività di parcheggiatore abusivo e per inosservanza dei provvedimenti dell'autorità.

12:10 - Giudice 'sfratta' ditta in crisi malgrado proroga Dpcm

Una azienda in crisi a causa della pandemia è stata sfrattata a Napoli malgrado il Milleproroghe approvato lo scorso 31 dicembre preveda la proroga della sospensione dell'esecuzione dei provvedimenti di sfratto per morosità fino al prossimo 30 giugno. A prendere la decisione è stato un giudice del Tribunale partenopeo, lo scorso 18 gennaio. Gli avvocati Catia La Torraca e Amedeo Di Pietro, legali del titolare della società che lavora nel settore dell'informatica, hanno subito presentato appello alla decisione adottata dall'autorità giudiziaria ritenendola illegittima. E' pronto anche un ricorso al Consiglio Superiore della Magistratura alla cui attenzione viene posto il verdetto che rende esecutivo lo sfratto entro il 16 febbraio 2021. "Il titolare della società - spiegano La Torraca e Di Pietro - a causa delle conseguenze del lockdown, versa in una situazione finanziaria precaria. E' proprio per questo motivo, per dare supporto alle aziende che non appartengono alla cosiddetta 'fascia di bisogno principale', che la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha adottato la proroga. Troviamo singolare che un giudice - concludono - non solo ne tenga conto, ma faccia esattamente il contrario di quello che prevede la legge". Nell'istanza che gli avvocati hanno posto all'attenzione del presidente del Tribunale di Napoli Elisabetta Garzo, gli avvocati Catia La Torraca e Amedeo Di Pietro chiedono la sospensione urgente del provvedimento. 

12:03 - Salerno, a Sassano campagna screening nelle scuole

Si chiama "Safe School Project" la campagna scolastica di screening per il Covid 19 programmata a Sassano, nel Salernitano. Organizzata dall'Amministrazione comunale, l'iniziativa coinvolgerà da domani gli alunni ed il personale docente e non docente delle strutture scolastiche presenti sul territorio. "Con lo screening miriamo - dive il sindaco Domenico Rubino - sia ad aprire le scuole in sicurezza sia a mantenerle aperte nel tempo. Nelle scorse settimane avevamo fatto richiesta agli enti preposti di realizzare i test, ma per velocizzare il tutto abbiamo poi deciso di intervenire autonomamente organizzando le giornate di screening impiegando operatori e risorse comunali". "Safe School Project" prevede l'effettuazione, gratuitamente e su base volontaria, di tamponi antigenici i cui esiti saranno disponibili dopo poche ore dalla loro realizzazione. 

9:12 - Vaccini: lite tra Arcuri e De Luca in riunione online

Nella riunione di ieri tra Governo e Regioni sul piano vaccini c'è stato un aspro diverbio tra il commissario Arcuri e il governatore campano De Luca. Lo apprende l'ANSA. Nel vertice online convocato dal ministro Boccia, De Luca ha infatti sottolineato la sperequazione nel piano di distribuzione, che aveva già espresso nella diretta Facebook del giorno precedente, chiedendo un riequilibrio. Un discorso che ha portato a uno scontro diretto con Arcuri finito in lite. "Abbiamo assistito al mercato nero dei vaccini - aveva detto De Luca - è tempo di smetterla con le manfrine, arriveremo a chiedere l'invalidazione del piano di distribuzione".

8:07 - In Campania 1.150 casi su oltre 15mila tamponi

I dati delle ultime 24 ore del bollettino regionale dell'Unità di Crisi segnala 1.150 positivi (133 casi identificati da test antigenici rapidi) di cui 66 sintomatici. I tamponi effettuati sono 15.663 (di cui 2.040 antigenici). Il rapporto positivi/test è del 7,34% (il dato precedente era del 7,99%). I deceduti sono 29, i guariti 801. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 114 (in crescita rispetto al dato precedente) su 656 disponibili. Sono 1.437 i posti letto di degenza occupati su 3.160 disponibili.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.