Covid Campania, quarta e quinta elementare in classe. Oggi 1.215 casi

Campania
©LaPresse

I guariti delle ultime 24 ore sono 863 per un totale di 136.008. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 100 sui 656 disponibili

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 1.215 (di cui 48 casi identificati da test antigenici rapidi) i nuovi contagi in Campania su 15.473 tamponi effettuati, per un tasso positivi/tamponi che si attesta al 7,85%, in crescita rispetto al 6,3% fatto registrare ieri.

Oggi rientro in classe per le classi quarte e quinte elementari, come stabilito dal Tar della Campania, che ha bocciato l'ordinanza regionale nella quale si consentivano lezioni in presenza solo fino alle classi terze della Primaria. "Condivido la decisione del Tar, abbiamo il primato della vergogna: siamo stati gli ultimi a riaprire le scuole e i primi a chiuderle", il commento del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris

Intanto, così Vincenzo De Luca, governatore della Campania: "Abbiamo ricevuto nella serata di ieri la comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il 25 gennaio è stata dimezzata, non si capisce in base a quale criterio". (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:17 - Dopo casi di positività chiuso plesso Santa Maria Salome a Boscoreale

Il sindaco di Boscoreale (Napoli) Antonio Diplomatico, con propria ordinanza, ha disposto la chiusura ad horas e fino al 31 gennaio prossimo, del plesso scolastico Santa Maria Salome dell'I.C. 1° Cangemi - ubicato in via Papa Giovanni XXIII, essendo stati riscontrati, dal Dipartimento di Prevenzione dell'ASL Na3 Sud, casi di positività al Covid-19 di alunni frequentanti l'istituto scolastico. Prima del rientro a scuola degli alunni sarà effettuata la sanificazione straordinaria dei locali.

17:59 - Sindaco Sorrento: "Seconde case aperte? Cambia poco"

Seconde case raggiungibili? Per una realtà turistica come quella della Costiera Sorrentina cambia ben poco. Il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, ne è convinto. L'unica soluzione è accelerare sul fronte delle vaccinazioni e dare regole chiare a tutti per una riapertura in sicurezza, "Solo così - spiega - potremmo riprendere la nostra economia che è allo stremo". Anche Costanzo Iaccarino, albergatore e vicepresidente nazionale di Federalberghi, è convinto che l'unica soluzione per far partire la ripresa è quella di far vaccinare tutti i lavoratori del comparto turistico, da chi lavora in hotel, ai conducenti di taxi e Ncc, a chi lavora nei bar e ristoranti. "Non capisco perché - sottolinea - questo sistema sia stato reso possibile per le navi da crociera e non lo applichiamo per il comparto turistico. Chi possiede le seconde case può andare una volta al ristorante, al bar, in pizzeria, portando un po' di ossigeno, ma l'economia turistica si riprenderà solo con l'apertura degli alberghi". Per Giuseppe Aversa, patron dello stellato Il Buco dei Sorrento, la ripresa del settore è possibile aprendo soprattutto la sera a cena, perché in questi ristoranti il movimento non si registra a pranzo. "La categoria dei ristoratori chiede a chi ci amministra un atto di fiducia nei nostri confronti - dice - è come se ci considerassero irresponsabili e immaturi nel gestire un'apertura in sicurezza. Come se ci dessero a tutti noi del poco professionali. Poi vediamo i supermercati aperti, gli uffici postali, e altri centri, con afflussi consistenti ma regolati. L'apertura delle seconde case non cambierà la nostra vita. Dateci fiducia - conclude - fateci aprire la sera. Siamo attrezzati per farlo".

17:45 - In Campania 1.215  nuovi contagi su 15.473 tamponi

Sono 1.215 (di cui 48 casi identificati da test antigenici rapidi) i positivi di oggi al Covid in Campania sui 15.473 tamponi effettuati per un tasso positivi/tamponi che si attesta al 7,85%, in crescita rispetto al 6,3% fatto registrare ieri. I dati forniti dall'Unità di crisi della Regione Campania, e relativi alle ultime 24 ore, dicono che dei 1215 positivi gli asintomatici sono 1.072 e i sintomatici 95. Dei 15473 tamponi eseguiti 1.300 sono quelli antigenici. Il totale dei positivi sale così a 210.697. Quello dei tamponi a 2.285.816. Sono 40 invece i deceduti di cui 20 nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza ma registrati; ieri per un totale complessivo di 3.511. I guariti delle ultime 24 ore sono 863 per un totale di 136.008. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 100 sui 656 disponibili, in linea col dato di ieri. In leggero calo i posti letto di degenza occupati: 1440 a fronte dei 1448 di ieri.

16:53 - Afragola, un positivo in scuola primaria

L'immediato avvio della procedure previste dal Ministero della Salute per i casi di positività negli istituti scolastici è stato predisposto dopo la comunicazione dell'Asl riguardante la positività di un alunno della scuola primaria Castaldo-Nosengo. La dirigente e il referente Covid della scuola hanno attivato le linee guida per la prosecuzione in sicurezza delle attività didattiche. Le attività messe in campo sono state comunicate all'amministrazione comunale ed alla Protezione Civile che stanno monitorando la situazione a salvaguardia di tutta la platea scolastica.

16:50 - Piano Eav per spostamenti studenti di superiori

Diciotto tratte a rischio, 65 autobus da fare intervenire per provare a limitare i pericoli, ma anche una richiesta: differenziare gli orari di ingresso negli uffici pubblici e privati e nei negozi. È l'appello che, attraverso un comunicato diramato dal proprio ufficio stampa, lancia l'Ente autonomo Volturno, società specializzata nel trasporto su ferro e su gomma, in vista della ripresa delle attività in presenza anche nelle scuole superiori della Campania. L'azienda specifica come "tra i motivi che hanno ritardato la ripresa delle attività didattiche in presenza per gli studenti degli istituti delle scuole superiori, quello relativo al trasporto ha rappresentato e rappresenta uno dei motivi tra i più complessi da risolvere. Viene, infatti, richiesto di trasportare migliaia di studenti su mezzi, treni ed autobus, che, per disposizione governativa, non possono superare l'occupazione oltre il 50%, in orari nei quali, in epoca pre-Covid, forse si superava anche il 100%!".

16:44 - Napoli, oggi 104 richiami per vaccino: aumenta riserva dosi

Sono partiti oggi alla Mostra d'Oltremare di Napoli i richiami dei vaccini pfizer contro il covid19. Oggi sono stati sottoposti alla seconda dose i 104 prenotati che avevano fatto la prima siringa il 31 dicembre a Napoli. Domani sono 87 i prenotati. Un netto rallentamento dunque visto che si tratta dei richiami, mentre la Asl partenopea ha del tutto fermato le prime dosi. Al momento non c'è una data per la ripresa, si farà un primo bilancio delle scorte per i richiami all'inizio della prossima settimana, all'arrivo della nuova spedizione pfizer. Dei 38.600 vaccini arrivati ieri in Campania, circa 15.000 sono stati consegnati alla Asl Napoletana che li ha messi nei super frigoriferi degli hub per aumentare appunto la riserva per le seconde dosi.

16:07 - Napoli, in troppi su bus: scoppia lite tra passeggeri

Ressa e urla a bordo di un bus della Sita partito da Napoli e diretto a Salerno. A scatenare la rabbia, la richiesta da parte dei controllori ad alcuni passeggeri di scendere perché a bordo era stato superato il numero massimo consentito delle presenze. Da qui, nonostante la rassicurazione dell'arrivo di un secondo bus, è scattata la protesta di alcuni passeggeri e i successivi litigi tra chi doveva restare e chi doveva scendere. Litigi terminati solo dopo diversi minuti di sosta e l'arrivo del secondo autobus.

15:52 - Sindaco di Minori: "Sì alle seconde case ma in sicurezza"

"Se si raggiunge la seconda casa in sicurezza, credo che non sia un grosso problema". Lo ha detto all'ANSA il sindaco di Minori (Salerno), Andrea Reale - che è anche delegato alla sanità della conferenza dei sindaci della Costa d'Amalfi - in merito alla possibilità prevista dal Dpcm di raggiungere le seconde case. "Bisogna che il Coc comunale sappia chi entra nel paese, a mio parere bisognerebbe completare questa nuova disposizione prevista dal Dpcm con questa condizione in modo da avere un controllo totale del territorio". "Ogni comune della Costiera Amalfitana ha un Coc che, secondo me, deve sapere che una famiglia si è spostata da Milano e che abiterà da noi per un determinato periodo. In Costiera Amalfitana abbiamo due Usca, una militare e una dell'Asl al porto di Maiori. Anche questi cittadini che sono residenti altrove e hanno una casa in Costa d'Amalfi devono usufruire dei servizi e se hanno dubbi possono fare il tampone: in 12 ore riusciamo ad avere il risultato del test molecolare mentre l'antigenico è immediato".

15:49 - Avellino, alunno elementari positivo: classe in isolamento

Una intera classe delle scuole elementari di Avellino, insieme agli insegnanti, è stata messa in isolamento dopo che un alunno è risultato positivo al Covid-19. Il caso è stato registrato nella terza classe elementare, tornata oggi in presenza a scuola, dell'istituto comprensivo "Perna-Alighieri" che conta complessivamente 1.200 iscritti. La Asl di Avellino ha avviato il monitoraggio dei contatti, mentre si è in attesa della partenza dello screening annunciato dalla Regione Campania sul personale scolastico e del settore trasporti per complessivi 350 mila test antigenici. Ad Avellino i test dovrebbero essere somministrati dai medici di base che però si sono detti indisponibili a farlo nei rispettivi studi professionali senza precise garanzie sanitarie.

15:35 - sindaco Capri: "Ritorno vacanzieri è passo verso normalità"

Con l'entrata in vigore del nuovo Dpcm, sarà possibile rientrare nelle seconde case anche al di fuori della Regione in cui ci si trova, purché si tratti di un'abitazione di proprietà o in affitto. La notizia ha avuto subito eco sull'Isola di Capri, soprattutto perché il numero delle seconde case, appartamenti e ville storiche, appartenenti agli habitué è molto alto. Positiva la reazione degli amministratori di Capri ed Anacapri. "Il ritorno dei vacanzieri che hanno casa sull'isola è ben gradito e riporterà un po' di vita nel nostro contesto urbano - commenta il sindaco di Capri, Marino Lembo - e vogliamo considerarlo un primo passo per il ritorno alla normalità, ma voglio anche sottolineare che non si tratterà di un liberi tutti, e la nostra attenzione resterà sempre molto alta, in modo da non vanificare l'impegno messo in campo finora. Amministratori e cittadini isolani hanno infatti compiuto grandi sforzi per tenere sotto controllo la situazione dei contagi, che sono stati molto limitati e quasi tutti con sintomi lievi. In varie occasioni abbiamo toccato quota zero contagi in tutta l'isola, e pertanto vogliamo continuare su questa strada di prudenza".

14:46 - Garante detenuti Campania: "Affrontare problema nelle carceri"

"In Campania, ieri, si registravano 68 contagiati tra i detenuti: 1 a Santa Maria Capua Vetere e 64 a Secondigliano più 3 in ricovero ospedaliero. 53 I contagiati tra agenti di polizia penitenziaria e personale sanitario". Questi i dati del Garante campano dei detenuti, Samuele Ciambriello. "Se sono già decine di migliaia i contagiati in carcere in tutta Italia, e un migliaio nella sola Campania, le conseguenze sanitarie,fisiche,e psicologiche di tale contagio vanno affrontate", aggiunge Ciambriello. Per quanto riguarda i Vaccini, il Garante dei detenuti afferma che "esiste il rischio che quella dei detenuti diventi una categoria di 'scartati'". "E giusto - come si sta già facendo, procedere alla vaccinazione degli operatori sanitari nelle carceri - prosegue Ciambriello - così come degli agenti di polizia penitenziaria e degli operatori penitenziari. Mi chiedo, però, visti i focolai di contagio in tutta Italia, quando i detenuti malati cronici con età superiore a 60 anni, che si trovano nei SAI (Servizi di Assistenza Intensificata) delle carceri, riceveranno anch'essi tale possibilità.

14:38 - Benevento, screening in area Asi di Ponte Valentino

Grande affluenza nella prima giornata di screening rapidi del Progetto Satwork, tenutasi a Benevento nell'area Asi di Ponte Valentino, che si rivolge ad utenti appartenenti ad insediamenti urbani ed a comunità produttive situate in Aree in "divario infrastrutturale e digitale" che necessitano di interventi sul posto per tenere sotto controllo l'evoluzione dell'epidemia da coronavirus attraverso l'eventuale identificazione precoce dell'infezione. Durante la sessione di screening, svoltasi grazie al laboratorio mobile sono stati effettuati sia dei Rapid Test immunocromatografici per la determinazione qualitativa degli anticorpi IgM e IgG da Covid-19 (su sangue periferico) e sia dei Rapid Test immunocromatografici per la rilevazione qualitativa dell'antigene SARS-CoV-2 (in campioni da tampone nasofaringeo ed espettorato). Alla fine della prima giornata sono stati rilevati 2 soggetti positivi al Rapid Test sugli anticorpi IgM/IgG (per la precisione sono stati rilevati, per entrambi i soggetti, gli anticorpi IgG).

13:37 - Festa di compleanno fa scattare allerta focolaio nel Casertano

Una festa di compleanno organizzata in una abitazione privata, con la partecipazione di una trentina di ragazzi tra cui uno risultato poi positivo al Covid, ha fatto scattare l'allerta "focolaio" a Teano, comune del Casertano in cui da inizio gennaio si stanno registrando numeri alti sul fronte dei contagi, in controtendenza rispetto alla maggioranza dei comuni della provincia. Il sindaco Dino D'Andrea ha annunciato su facebook che "la vicenda della presunta festa è oggetto di indagine da parte della polizia municipale" e che "gli eventuali colpevoli di questo gesto insano ed irresponsabile saranno oggetto di sanzioni"; ha quindi invitato tutti i partecipanti alla festa, che si sarebbe tenuta nella frazione "Casi", ad effettuare il tampone rapido presso il drive-in allestito alla collina di Sant'Antonio, gestito dai Bersaglieri della Brigata Garibaldi. "Le eventuali persone positive al tampone rapido - spiega D'Andrea - saranno poi sottoposte a tampone molecolare sempre presso il drive-in della collina di S.Antonio. Si invita le persone coinvolte a evitare spostamenti fuori dalle proprie abitazioni fino all'esito degli esami". Attualmente a Teano sono 115 le persone positive, 48 in più, al netto dei guariti, rispetto al primo gennaio (i positivi erano 73). 

12:38 - Vaccini, De Luca ad Arcuri: "Ci tuteleremo in ogni sede"

"Invito il commissario Arcuri a procedere sulla base di una linea di equità e oggettività assoluta, a tutela dei nostri concittadini e nel rispetto di uno sforzo organizzativo enorme compiuto dalla Regione Campania, e che non può essere vanificato. Siamo pronti, in caso contrario, a tutelarci in ogni sede". Lo sottolinea il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in merito alla comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il giorno 25 gennaio è stata dimezzata. "Indispensabile garantire il completamento dei richiami per i primi vaccinati".

12:37 - Vaccini, De Luca: "Fornitura dimezzata, è inaccettabile"

"Abbiamo ricevuto nella serata di ieri la comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il 25 gennaio è stata dimezzata, non si capisce in base a quale criterio. Già i ritardi dei giorni scorsi hanno prodotto una forte diminuzione nelle vaccinazioni. Questa ulteriore riduzione di consegne rischia di bloccare del tutto le somministrazioni, determinando una situazione gravissima e inaccettabile". Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. "Indispensabile garantire il completamento dei richiami. Questo può avvenire solo sulla base di un unico criterio oggettivo: un vaccino per ogni cittadino".

11:05 - A Napoli rientro in aula per IV e V elementari

Zainetti in spalla sono rientrati oggi in classe, a seguito della pronuncia del Tar Campania, gli alunni delle classi quarta e quinta elementare. E tra i genitori gli stati d'animo sono contrastanti: c'è chi è "soddisfatto" per il rientro a scuola "perché la dad non garantisce lo stesso livello di comprensione e di apprendimento" e chi si dice "preoccupato" perché il virus non è scomparso. "È chiaro che la scuola in presenza offre una garanzia e una qualità di studio superiore - dice una mamma - ma il virus circola ancora. Mi auguro che vada tutto bene". Da lunedì 25 le classi della sede Centrale, divisi per gruppi, effettueranno una sola settimana di turno pomeridiano su 21 giorni. 

10:40 - Scuola, de Magistris: “Bene Tar, Campania primato della vergogna”

“Siamo la regione che ha avuto il primato della vergogna: siamo stati gli ultimi a riaprire le scuole e i primi a chiuderle. Condivido la decisione del Tar. Ieri è stato dato un messaggio importante e mi auguro che si inizi a non dare più per scontato, come fa De Luca, che la scuola sia un hobby, un intrattenimento o che dobbiamo rassegnarci alla Dad come unica soluzione possibile". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Radio Crc, commentando la decisione del Tar Campania che ha permesso da oggi il rientro a scuola anche delle classi quarta e quinta elementare, bocciando così l'ordinanza della Regione. "Finalmente è arrivata una decisione - ha aggiunto - che fa comprendere che non esiste un uomo solo al comando e che soprattutto esiste la Costituzione”.

10:21 - Vaccini, Gesac: scalo Napoli attrezzato per conservare dosi

"Gli aeroporti giocano un ruolo fondamentale nel trasporto, movimentazione e stoccaggio a supporto della distribuzione e somministrazione dei vaccini. Per questo motivo, la società di gestione ha ritenuto doveroso attrezzare i magazzini con ultracongelatori di moderna generazione idonei alla conservazione di oltre 500.000 dosi del vaccino prodotto da Pfizer che necessita di temperature particolarmente basse. Il terminal merci è altresì dotato di celle frigo, aventi capacità di stoccaggio di circa 600.000 dosi a - 20°, temperatura sufficiente per la conservazione del vaccino prodotto da Moderna". È quanto informa Gesac in una nota. "Nell'ambito delle attività di prevenzione e controllo del virus, Gesac ha attuato un rigido protocollo sanitario a tutela dei passeggeri e dell'intera comunità aeroportuale, incluso il supporto logistico per l'allestimento delle postazioni sanitarie per i tamponi ai passeggeri provenienti dai paesi considerati a rischio e prevede di attrezzarsi per l'esecuzione di test rapidi anche per i viaggiatori in partenza, spiega. "Gli aeroporti sono piattaforme logistiche fondamentali per il Paese e fra i settori più duramente colpiti dalla pandemia. Abbiamo sempre fatto la nostra parte con grande senso di responsabilità e siamo a disposizione delle Istituzioni ed Autorità Sanitarie per contribuire attivamente alla campagna vaccinale, unica via di uscita dalla crisi sanitaria ed economica che ci attanaglia", afferma Roberto Barbieri, Amministratore Delegato di Gesac.

7:25 - In Campania regge il calo della curva dei contagi

Continua a calare, anche se di poco, in Campania, la curva dei contagi (ieri al 6,3%). Secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione, i casi positivi ieri sono stati 968 - di cui 65 casi identificati da test antigenici rapidi - su 15.343 tamponi effettuati (di cui 1.302 antigenici). 68 le persone sintomatiche, 42 i deceduti - 17 deceduti nelle ultime 48 ore e 25 deceduti in precedenza ma registrati ieri; - 1.940 le persone guarite. Tre posti in più occupati nella terapia intensiva su 656 posti letto disponibili. Calano, invece, le presenze nella degenza: 1.448 (-20).

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.