Covid, in Campania 927 nuovi contagi su 15.130 tamponi

Campania
©Ansa

La percentuale positivi-tamponi è, dunque, del 6,12%. Ieri era pari al 6,09%. Quarantotto i decessi, 11 deceduti nelle ultime 24 ore e 37 in precedenza ma registrati ieri. 2.530 sono, invece, le persone guarite

 

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Resta stabile la curva dei contagi in Campania. Secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione, nelle ultime 24 ore sono 927 i casi positivi - 62 sintomatici - su 15.130 tamponi esaminati.

Il governatore Vincenzo De Luca torna all'attacco del piano nazionale di attribuzione dei vaccini: "C'è un clima da mercato nero. Vedere che Regioni hanno il doppio, triplo, quadruplo rispetto ad altre regioni, questo è indecente", ha dicharato. Poi espresso i suoi dubbi sulla riapertura delle scuole: "Decideremo a gennaio".

Ieri in Campania 900 nuovi positivi su quasi 15mila tamponi processati. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

16:56 - In Campania 927 nuovi casi su 15.130 tamponi

Resta stabile la curva dei contagi in Campania. Secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione, nelle ultime 24 ore sono 927 i casi positivi - 62 sintomatici - su 15130 tamponi esaminati. La percentuale positivi-tamponi è, dunque, del 6,12%. Ieri era pari al 6,09%. Quarantotto i decessi, 11 deceduti nelle ultime 24 ore e 24 in precedenza ma registrati ieri. 2.530 sono, invece, le persone guarite. Questo il report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 119; Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (Posti letto Covid e Offerta privata); Posti letto di degenza occupati: 1.656.

15:30 - Asl Napoli 1 Centro: "Protesta centri sociali? Una buffonata"

"Una buffonata a favore di cellulare". L'Asl Napoli 1 Centro commenta così la protesta messa in atto stamattina dagli attivisti delle reti sociali napoletane. "Non una protesta o una richiesta di confronto, bensì un vero e proprio blitz nel corso del quale la sede della Direzione Generale dell'Asl Napoli 1 Centro è servita esclusivamente da set - si legge in una nota -. Striscioni e slogan per foto e video, e poi via. Senza alcuna consapevolezza dello sforzo organizzativo messo in campo dall'inizio della pandemia, né tantomeno senza alcuna contezza di quanto fatto per garantire assistenza e sostegno ai pazienti. Già dal mese di giugno 2020 è stata adottata la delibera che regolamenta l'assistenza domiciliare ai pazienti Covid 19, delibera successivamente aggiornata nel mese di ottobre. Oggi sono attive 15 Usca per l'effettuazione di tamponi a domicilio e 10 Usca dedicate all'assistenza domiciliare che collaborano con l'Unità aziendale di Cure domiciliari specialistiche diretta dal dottor Antonio Maddalena, garantendo ampiamente il parametro di 1 USCA/50.000 abitanti previsto dalla vigente normativa".

14:57 - Torre del Greco, sabato tamponi gratis ai cittadini

Una giornata di screening anti-Covid per i cittadini di Torre del Greco (Napoli). L'iniziativa, in programma sabato 19 dicembre, è stata organizzata dalla cooperativa ''MediCoop Vesevo'', in collaborazione con la locale amministrazione comunale. Dalle 9 alle 19 un truck per l'effettuazione di tamponi antigenici stazionerà nell'area parcheggio Palatucci di via De Gasperi, a ridosso del complesso comunale La Salle. I cittadini che si saranno prenotati presso i loro medici di famiglia, potranno effettuare il test gratuitamente. La somministrazione dei tamponi antigenici rientra nello screening di massa organizzato da Asl Napoli 3 Sud e Regione Campania. ''Una iniziativa importante - spiega il primo cittadino di Torre del Greco - che abbiamo inteso cogliere con prontezza, per offrire un'ulteriore possibilità alla popolazione di controllarsi in sicurezza, in un momento particolare in cui l'emergenza epidemiologica è ancora in atto. Ringrazio la cooperativa medica per quanto sarà messo in campo. In tal modo, i nostri cittadini potranno approfittare di un'intera giornata per ricevere la somministrazione del tampone''.

13:15 - Protesta dei Centri sociali: “Usca non funzionano”

Gli attivisti dei Centri sociali hanno effettuato stamattina una manifestazione negli uffici del direttore generale della 'Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva per protestare contro il ridotto funzionamento delle USCA (Unità di assistenza domiciliare per i pazienti Covid) . "Ci chiediamo dove siano le USCA - ha detto un loro portavoce - otto mesi dopo il decreto Rilancio, diverse unità (a Napoli circa il 50%) non sono state attivate, ed a pagarne lo scotto sono i cittadini" Alcune di esse - secondo i manifestanti - " funzionano al minimo limitandosi ai tamponi, mentre in Emilia sono già oltre ventimila le prestazioni erogate". "A Napoli i distretti sanitari ,in generale, sono ancora molto sottodimensionati rispetto agli organici, e soprattutto mancano i medici di base". aggiungono i Centri sociali. Un documento con dieci "questioni chiave per la Sanità Campana" è stato consegnato agli uffici della Asl 1 dai manifestanti , che annunciano nuove iniziative il 19 dicembre al "Cardarelli" ed all' "Ospedale del Mare”.

12:40 - In isolamento il sindaco di Torre Annunziata

Contatto con soggetto risultato positivo al Covid-19: il sindaco di Torre Annunziata (Napoli), Vincenzo Ascione, in isolamento domiciliare preventivo. A comunicarlo è l'ufficio stampa del primo cittadino che, attraverso una nota, spiega come Ascione ''dopo essere entrato in contatto con un soggetto risultato positivo al Covid-19, ha deciso di sottoporsi precauzionalmente al regime di quarantena presso la propria abitazione''. Il sindaco è ora in attesa dell'esito del tampone già effettuato nella mattinata odierna. 

11:30 - De Luca: “Indignato, manca decisione chiara come Germania"

"Sono irritato e indignato perché nel nostro Paese non si riesce mai ad avere una misura chiara e che si continuano a prendere mezze misure di demagogia e che allungano i tempi della crisi. Prendano una decisione chiara e forte, come fanno altri paesi come la Germania". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine della consegna dei nuovi bus acquistati dalla Regione. "È indecente - ha aggiunto - anche l'algoritmo. La Regione più in difficoltà è il Veneto che è in zona gialla da sempre, ancora oggi. È possibile avere queste assurdità in un paese serio?".

11:24 - De Luca: “Dubbi su ripartenza scuola”

"Queste nuove forniture di bus saranno un aiuto importantissimo per consentire di avere anche un trasporto scolastico meno affollato. Se riprenderà l'anno scolastico come si prevede, cosa per la quale io ho i miei dubbi, ma decideremo a inizio gennaio”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine della consegna di nuovi 259 bus alle aziende. La ripresa della scuola dovrebbe essere prevista il 7 gennaio.

11:01 - De Luca: “Su vaccini a Regioni clima da mercato nero”

"Ho l'impressione che si apra un mercato nero dei vaccini, è tanto difficile dire che la distribuzione avviene in maniera proporzionale alla popolazione residente? Questo sarebbe un messaggio chiaro". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a margine della consegna dei 250 bus nuovi alle aziende campane. "Vedere che Regioni - ha detto - hanno il doppio, triplo, quadruplo rispetto ad altre regioni, questo è indecente”.

9:04 - A dicembre già 16 vittime a Torre del Greco

Sedici morti in sedici giorni: è il drammatico bilancio legato al Covid-19 relativo al mese in corso a Torre del Greco (Napoli). L'ultima vittima in ordine di tempo, secondo quanto sottolinea il sindaco della città vesuviana Giovanni Palomba, è un uomo di 61 anni, venuto a mancare - come comunicato al Centro operativo comunale da Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionale - si riferisce a ieri, giornata nella quale sono stati segnalati anche quattro nuovi contagi e 17 accertate guarigioni. Stando a questi dati, si attesta a quota 380 il numero degli attuali positivi, trenta dei quali ospedalizzati.

7:26 - 1.300 agenti per controlli a Napoli

L' incremento dei controlli per il rispetto della normativa anti-Covid è stata decisa nel corso della riunione del Comitato per per l'Ordine e la Sicurezza pubblica svoltasi nel pomeriggio in Prefettura, a Napoli, sotto la presidenza del prefetto Marco Valentini. La decisione rientra nella pianificazione approvata nella riunione del Comitato del 2 dicembre scorso su specifici e mirati controlli in porti, aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade, e sui mezzi di trasporto pubblico e privato. Tra le decisioni adottate, c'è la sensibilizzazione dei sindaci dell' area metropolitana affinchè valutino la disciplina del traffico pedonale nelle aree di maggiore affluenza, nonché assicurino adeguati controlli attraverso le polizie locali sul rispetto delle misure e dei distanziamenti previsti negli esercizi e nei centri commerciali.. Nel prossimo fine settimana, saranno impiegate complessivamente, a Napoli circa 1300 unità di personale con un incremento di circa 200 unità rispetto al contingente impiegato ordinariamente oltre, ai militari delle Forze Armate dell'operazione "Strade Sicure". I rinforzi verranno utilizzati per l'intero periodo delle festività natalizie. inoltre , si sta valutando, d'intesa con il Comune di Napoli, la possibilità di disporre, con modalità e tempistiche da definire, nella giornata del 24 dicembre la chiusura di esercizi commerciali quali bar e ristoranti, anche per quanto riguarda l'asporto di bevande e generi alimentari e il loro consumo all'aperto, in aree del capoluogo caratterizzate da una conformazione morfologica che rende particolarmente difficile il distanziamento interpersonale e il transito di mezzi di soccorso. Le decisIoni al riguardo saranno rese note a breve. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24