Covid Campania, a Napoli "tampone solidale" in basilica del rione Sanità

Campania
©LaPresse

Da questa mattina, i primi prenotati hanno potuto sottoporsi al tampone, per l'iniziativa promossa dalla Fondazione Comunità di San Gennaro Onlus e SaDiSa, insieme con la farmacia Mele e le Terza Municipalità

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Hanno preso il via le operazioni per il tampone solidale, il test antigenico per verificare se si è positivi oppure no al Coronavirusi.

Sono nove, al momento, le persone indagate per gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine avvenuti lo scorso 23 ottobre, a Napoli, davanti alla sede della Regione Campania, in coincidenza con l'entrata in vigore delle chiusure notturne disposte dal governatore Vincenzo De Luca per contrastare l'emergenza. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

19:37 - A Benevento scatta il divieto di fumare all'aperto

A Benevento è vietato fumare: è questo, in sintesi, il nuovo provvedimento disposto con una ordinanza dal sindaco di Benevento Clemente Mastella per fronteggiare la pandemia da Covid. Appellandosi al buon senso di responsabilità dei cittadini, nel provvedimento il sindaco ordina che "è vietato fumare all'interno di tutto il centro storico, presso le fermate dei mezzi di trasporto, nelle aree e sui marciapiedi in prossimità degli istituti scolastici, nelle aree pubbliche in situazioni di coda in attesa di accedere a esercizi commerciali, nelle aree ludiche dedicate al gioco dei bambini, all'interno di parchi pubblici e giardini comunali presenti in città".

19:09 – Gli amministratori dell'isola: “Escludere Capri dalla zona rossa”

Niente zona rossa nell'isola di Capri: è la richiesta degli amministratori dei due Comuni dell'isola azzurra. Il primo cittadino di Capri, Marino Lembo, ed il vice sindaco di Anacapri, Franco Cerrotta, hanno inviato oggi al ministro della Salute, Roberto Speranza, ed al presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a nome delle due amministrazioni, di valutare per il territorio dell'isola l'esenzione dell'applicazione delle misure restrittive scatatte domenica scorsa. Nell'intero territorio isolano, scrivono i due amministratori, esiste una certa serenità in relazione al rischio epidemiologico, anche in considerazione che i pochissimi casi verificatisi sono risultati quasi tutti asintomatici, con ricoveri praticamente nulli e nessun decesso dovuto al covid-19. Dall'inizio dell'epidemia, l'intera Isola ha visto 126 casi, corrispondenti ad una media mensile di circa 14 positivi, quasi per la totalità asintomatici, a fronte di una popolazione residente di circa 15.000 abitanti, che si triplica nel periodo da marzo a settembre, ed infine è sottolineato nella nota che il territorio dell'isola di Capri presenta peculiarità tali da renderlo differente da altre zone e località della regione e soprattutto diverso dagli agglomerati cittadini. Un'Isola è di per sé una realtà distinta ed imparagonabile rispetto alla terraferma, con confini naturali nel bene e nel male. In ragione di ciò, non è ipotizzabile e neppure giusto, dicono gli mministratori, sottoporre un tale territorio a provvedimenti restrittivi, magari calcolati su realtà totalmente diverse. La richiesta continua poi marcando il cambiamento dell'assetto socio-economico di un'isola turistica che naturalmente ed inesorabilmente avviene nel periodo invernale, e ciò già corrisponde in buona sostanza a tutto quanto oggi necessario per raggiungere l'obiettivo del distanziamento sociale e per esso quello della riduzione fino all'annullamento dei contagi. "Per questo fenomeno i cittadini isolani vivono da sempre un contesto di chiusura e di limitazioni particolarmente provante e con ripercussioni psicologiche spesso significative" scrivono gli amministratori.

18:56 - Screening scuola, A Torre Annunziata si farà nella palestra dello stadio

La palestra dello stadio comunale di Torre Annunziata (Napoli) per effettuare i tamponi rapidi antigenici in vista della ripresa dell'attività scolastica in presenza per i servizi per l'infanzia e per le prime classi della scuola primaria. I test rapidi di screening verranno effettuati su base volontaria al personale docente e non docente e agli alunni e relativi familiari conviventi per il distretto sanitario 56 (comuni di Torre Annunziata, Boscoreale, Boscotrecase e Trecase) a partire da domani e fino a sabato 21 novembre, dalle 9 alle 13. A coordinare le operazioni, oltre al personale Asl, il Comune fa sapere che ci saranno anche i volontari della protezione civile. ''I soggetti interessati - si legge in una nota diramata dal sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione - dovranno prenotare al numero verde 800.814.818, attivo dalle 7.30 alle 19 30. Al momento della prenotazione sarà necessario fornire i propri dati anagrafici (comprensivi di numero di cellulare ed indirizzo di posta elettronica), l'istituto scolastico di appartenenza e il proprio consenso al trattamento dei dati personali. L'operatore telefonico comunicherà in tempo reale la data e l'orario per effettuare il tampone antigenico, unitamente ad un codice di prenotazione da comunicare in sede nel giorno in cui verrà eseguito il tampone''. ''L'amministrazione comunale nel corso dell'emergenza epidemiologica si è sempre mostrata disponibile ad accogliere richieste ed istanze di altri enti, in particolare quelle dell'azienda sanitaria locale - afferma il primo cittadino - Come abbiamo immediatamente accettato già dallo scorso 12 ottobre di ospitare all'interno del parcheggio dipendenti della casa comunale di via Provinciale Schiti il casello dell'Asl Napoli 3 Sud per l'effettuazione di diagnostica da Covid-19 attraverso la modalità drive-in, ci siamo resi fin da subito disponibili anche a destinare la palestra dello stadio Giraud quale sede per l'effettuazione dei test rapidi di screening''. ''Credo fortemente - conclude il sindaco Ascione - che l'unione e la collaborazione, insieme al rispetto delle regole, siano fondamentali per riuscire a superare, mi auguro nel minor tempo possibile, l'emergenza sanitaria''.

18:25 - Screening scuola, i chiarimenti dell'Unità crisi Campania

L'Unità di crisi della Regione Campania chiarisce alcune punti in merito allo screening sulla scuola. A seguito dell'Ordinanza regionale n. 90 del 15 novembre, è stato predisposto un servizio di prenotazione di tamponi antigenici per l'effettuazione di screening su base volontaria, al personale docente e non docente della scuola dell'infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) e delle prime classi della scuola primaria, nonché agli alunni e relativi familiari conviventi. "In considerazione dell'elevato numero di richieste pervenute al numero verde istituito per raccogliere le prenotazioni, si chiarisce quanto segue - precisa l'Unità di crisi - Lo screening viene effettuato con test antigenici. Non si tratta quindi di tanponi molecolari; il test è gratuito, completamente a carico del Servizio sanitario regionale; è volontario, ed è riservato esclusivamente agli alunni fino a 6 anni, ai genitori/conviventi ed eventuali altri figli, oltre che al personale scolastico docente e non docente".

17:56 – Tenda al Cardarelli, apre in ritardo per problemi al basamento

La conclusione dei lavori per la piena operatività della tensostruttura all'ospedale Cardarelli di Napoli è prevista per la fine della prossima settimana. E' quanto comunica l'ospedale napoletano in merito ai ritardi dell'attivazione della struttura montata dalla Croce Rossa alle spalle del pronto soccorso. Durante il periodo di installazione, riferisce la direzione del Cardarelli, sono emersi problemi tecnici relativi alla natura del terreno che hanno richiesto la sistemazione del basamento dove posare la tenda principale destinata ad accogliere i degenti, lavori ultimati oggi. All'avvenuto consolidamento del basamento si procederà con i lavori di posa in opera di 6 bagni, la realizzazione delle finiture edili, come la pavimentazione resiliente, la realizzazione degli impianti di fonia, dati, luce all'interno delle tende, nonché l'installazione di quattro split per la climatizzazione della tenda principale destinata ai degenti. La conclusione dei lavori e la piena operatività della tensostruttura è prevista per la fine della prossima settimana. La struttura ospiterà venti letto per paziente che devono stare in osservazione breve non intensiva per un periodo di circa 24 ore prima che si decida dall'esito dei test se devono essere ricoverati in reparto o possono fare terapia covid a casa.

17:33 - Voucher a famiglie in difficoltà nel Napoletano

Famiglie in difficoltà a causa dell'emergenze epidemiologica: il Comune predispone un avviso pubblico per assegnare voucher finalizzati ad interventi di solidarietà alimentare. Accade a Torre del Greco (Napoli) dove l'amministrazione conta di assegnare agli aventi diritto un contributo di solidarietà, del valore di 100 euro, da spendere sul territorio comunale inderogabilmente entro il 31 dicembre. Requisiti fondamentali, la residenza a Torre del Greco e il valore dell'indicatore Isee corrente non superiore a 6.000 euro. Le domande per l'assegnazione dei voucher dovranno contenere, a pena di esclusione, la copia del documento di identità in corso di validità, l'attestazione Isee corrente e la certificazione medica della disabilità, qualora dichiarata. Le istanze dovranno essere presentate e firmate, su apposito modulo, entro e non oltre le 12 del 29 novembre attraverso pec (protocollo.torredelgreco@asmepec.it) o email (ufficio.assistenza@comune.torredelgreco.na.it). ''Abbiamo ritenuto prioritario - le parole del sindaco Giovanni Palomba - prevedere la possibilità di erogazione di un bonus di solidarietà ai nuclei familiari che maggiormente hanno risentito degli effetti della pandemia. L'iniziativa è soltanto uno dei provvedimenti a carattere sociale previsti ed approvati dall'amministrazione comunale per offrire un sostegno a quanti vivono la particolare difficoltà di questo momento storico''.

17:28 - A Napoli riparte 'Nessuno si salva da solo' per card alimentari

Riparte l'iniziativa "Nessuno si salva da solo", fundraising promosso dalla Fondazione di Comunità San Gennaro onlus per distribuire card alimentari alle famiglie bisognose del Rione Sanità, a Napoli. Nel marzo scorso, con l'avvio del lockdown e la situazione economica che cominciava a mostrare ulteriori crepe in un tessuto già sgranato, la Fondazione ha attivato una raccolta fondi per rimettere in moto l'economica circolare del quartiere, tra i più popolati di Napoli. Da marzo a ottobre, sono stati raccolti circa 200mila euro, distribuiti con card alimentari e un unico vincolo: andavano spesi, quei soldi, negli esercizi commerciali del Rione. Le donazioni raccolte durante la prima fase hanno consentito di sostenere circa 200 famiglie che hanno ricevuto 80 euro in buoni settimanali fino ad ottobre, spendibili anche nelle farmacie del quartiere che hanno aderito all'iniziativa. Alla rete di solidarietà che si è creata e rafforzata, hanno aderito numerosi commercianti della Sanità che hanno donato il 10% del ricavato alla Fondazione, contribuendo a rimpinguare il fondo. Un esperimento di economia circolare che, fanno sapere dalla Fondazione, ha dato i suoi frutti e che sta ripartendo ora. Nel quartiere, infatti, le famiglie colpite dalla crisi economica che è derivata dal lockdown imposto dal Covid, non sono riuscite a tornare in carreggiata. Così, nella speranza che il tessuto sociale, ognuno per quello che può, mostri la stessa sensibilità, riparte "Nessuno si salva da solo". Per poter partecipare, è sufficiente effettuare un bonifico alla Fondazione di Comunità San Gennaro Onlus (IBAN IT07F0306909606100000132204) indicando nella causale il nome dell'iniziativa "Nessuno si salva da solo". Sul sito della Fondazione, saranno pubblicati l'ammontare raccolto e la distribuzione delle card alimentari.

17:00 - In Campania 3.019 casi su 16.178 tamponi

Calano i positivi in Campania e calano anche i tamponi. Nelle ultime 24 ore, secondo quanto rende noto l'Unità di crisi della Regione Campania sono 3019 le persone contagiate (ieri ne erano 4079) su 16178 tamponi esaminati (ieri ne erano 25110). 2.604 sono gli asintomatici tra i positivi registrati. Diciannove i decessi (ieri ne risultavano 37 in tre giorni) , mentre aumentano di netto i guariti 1.788 (ieri erano 785). Questo, invece, il Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 201; Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (posti letto Covid ed offerta privata); Posti letto di degenza occupati: 2.236.

16:04 - Indagine Asl su ritardi comunicazione tamponi negativi

La Direzione dell'Azienda Sanitaria Napoli 2 Nord informa, in una nota, che ha avviato un'indagine interna per verificare il ritardo accumulato nella comunicazione ai cittadini che, a seguito di un tampone con esito negativo, possono essere dichiarati guariti. L'indagine ha preso le mosse in seguito alla segnalazione della Direzione Sanitaria aziendale, in base ad alcuni episodi verificatisi nel corso di un sopralluogo nella struttura sanitaria di Giugliano. Intanto insieme al casello tampone divenuto operativo a Pozzuoli questa mattina, è stato attivato anche a Casoria un pari "drive through" allocato presso il Palazzetto dello Sport in via Michelangelo 16. Entrambi i caselli sono gestiti in sinergia con l'Esercito. Le due postazioni permetteranno di aumentare ulteriormente la capacità di effettuazione dei tamponi, consentendo di fare screening mirati in contesti in cui è necessario intervenire con tempestività per evitare il diffondersi di focolai. Attualmente l'Asl Napoli 2 Nord ha una capacità operativa superiore ai 3mila tamponi al giorno, mediante il lavoro dei caselli di Ischia, Pozzuoli (ospedale), Giugliano, Frattamaggiore e Acerra. I campioni prelevati vengono lavorati da quattro diversi laboratori. I nuovi caselli gestiti in collaborazione coi militari permetteranno di aumentare la capacità operativa del 15%. I nuovi caselli lavoreranno prevalentemente per personale delle Amministrazioni o Servizi Pubblici del territorio. Negli ultimi quattro giorni l'Asl Napoli 2 Nord ha effettuato oltre 15mila tamponi; mentre dall'inizio della pandemia sono stati effettuati nella stessa ASL 130590 tamponi. Attualmente i tempi di attesa dalle prenotazioni per l'effettuazione dell'esame sono mediamente di 36 ore.

15:47 - Due comuni nel Salernitano prorogano chiusura scuole

I sindaci di alcuni comuni della Valle dell'Irno, nel Salernitano, hanno prorogato la sospensione delle attività scolastiche in presenza. A Fisciano (Salerno) il sindaco Vincenzo Sessa ha fatto sapere attraverso i social che "al fine di limitare la diffusione del virus e abbassare la curva dei contagi registrata nelle ultime settimane" firmerà in giornata un'ordinanza che dispone la sospensione fino al 7 dicembre delle attività didattiche in presenza per tutte le scuole. Anche il primo cittadino di Siano (Salerno), Giorgio Marchese ha adottato la stessa decisione che resterà in vigore "fino a nuova comunicazione". "Dato atto che la diffusione del virus anche nel nostro paese è in aumento, mi preoccupa che non accada nulla a nessuno dei vostri figli altrimenti non me lo perdonerei mai", ha spiegato il sindaco di Siano. A Baronissi, invece, il primo cittadino Gianfranco Valiante questa mattina ha scritto alle Dirigenti scolastiche "affinché esprimano parere, sentiti i rappresentanti dei genitori e il Consiglio d'Istituto, sull'opportunità di proseguire oltre il 23 novembre con la didattica a distanza anche per i più piccoli, che dovrebbero rientrare in classe come da Ordinanza n.90 della Regione Campania. Successivamente sarà emessa ordinanza sindacale".

15:44 – Scontri a Napoli, nove indagati

Sono nove, al momento, le persone indagate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli per gli scontri tra manifestanti e forze dell'ordine avvenuti lo scorso 23 ottobre, a Napoli, davanti alla sede della Regione Campania, in coincidenza con l'entrata in vigore del "coprifuoco" disposto dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per contrastare la pandemia. La Polizia ha eseguito un decreto di perquisizione emesso dallo speciale pool appositamente costituito dal procuratore di Napoli Giovanni Melillo, composto dai sostituti procuratori Celeste Carrano, Luciano D'Angelo, Danilo De Simone, e Antonello Ardituro. La polizia giudiziaria ha acquisito, tra l'altro, cellulari, indumenti e supporti per la memorizzazione di dati. I reati contestati devastazione e saccheggio, aggravati dalla matrice camorristica e dalla finalità terroristica eversiva.

15:18 – Nel Casertano 711 guariti

Cala di qualche decina di unità, ma con l'identico numero di tamponi eseguito 24 ore fa, il computo dei nuovi positivi al Coronavirus nel Casertano; ieri erano 740, oggi sono 714, e tenendo conto del medesimo numero di test praticato in entrambi i giorni (2753), emerge un calo lieve del rapporto tra tamponi e positivi (ieri al 26,7%, oggi al 26%). Il report giornaliero dell'Asl di Caserta certifica dunque un appiattimento della curva dei contagi, che sono sempre alti ma non crescono giorno dopo giorno in modo esponenziale. Altro dato positivo sono i 711 guariti, che portano dunque il totale delle persone attualmente contagiate dal Covid nel Casertano a 15552; tre in meno di ieri dunque, e ciò è dovuto al saldo positivo registrato oggi tra nuovi contagiati e guariti. Il bollettino Asl dà conto purtroppo anche di altri decessi: sono sei oggi, per un totale da inizio pandemia di 182 persone morte causa Covid, 121 delle quali (circa il 70% del totale) decedute negli ultimi trenta giorni. Superano quota 1200 i casi nel capoluogo Caserta (1208), mentre ad Aversa i positivi attuali sono 1088 e da qualche giorno la crescita dei nuovi casi è lieve in quanto è bilanciata dall'alto numero di guariti.

15:16 – A Napoli punto screening per le scuole all'Ospedale del Mare

E' stato aperto oggi all'Ospedale del Mare di Napoli il nuovo punto per effettuare i tamponi che si occuperà esclusivamente dello screening del personale scolastico e dei bambini previsti nella possibile riapertura delle scuole dell'infanzia e della prima classe della primaria fissato dalla Regione Campania al 24 novembre. Le postazioni sono attive ogni girono dalle 9 alle 17. "Abbiamo allestito una postazione con quattro track dell'Usca - spiega il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Ciro Verdoliva - dedicate a queste screening. Sono unità nuove, che non tolgono quindi risorse alle 25 Usca già operative sul territorio. Nell'area parcheggio abbiamo anche allestito quattro gazebo per tenere i bambini e il personale al coperto in caso di pioggia, abbiamo anche previsto un intrattenimento per i bimbi nell'attesa che non sarà lunga, visto che tutto si svolgerà con delle prenotazioni". Le prenotazioni del primo giorno sono molto basse ma l'Asl si aspetta una maggiore affluenza nei prossimi giorni. "Le postazioni - prosegue Verdoliva - hanno una capacità di 800 tamponi al giorno che in caso di necessità possono essere aumentate fino al doppio. Abbiamo anche attivato una postazione a Capri e una ad Anacapri, territorio di nostra competenza". I bambini e il personale docente e non docente faranno i test rapidi antigenici e aspetteranno la risposta che arriva nel giro di un quarto d'ora. In caso di positività faranno il tampone molecolare che dà l'esito il giorno dopo. Le Unità Speciale Continuità Assistenziale (Usca) sono attive alla Asl Napoli 1 dal 28 marzo e lavorano tutti i giorni dalle 9 alle 18. Il numero è aumentato nel corso dei mesi dalle 5 di aprile-maggio, fino alle 25 attuali. Oggi sono suddivise in 10 Usca impegnate in assistenza domiciliare, 10 impegnate in tamponi domiciliari (diagnosi sintomatici e guarigione), 5 impegnate per i tamponi nell'area del Frullone. A queste si aggiungono ora le quattro per lo screening scolastico.

15:06 - Approvato Odg per screening per donne in gravidanza

"Su mia richiesta, sottoscritta da tutti i capigruppo, il Consiglio Regionale ha approvato all'unanimità la proposta di sottoporre le donne in stato di gravidanza al tampone di screening covid, ogni settimana, a partire dalla 34° settimana di gestazione. Credo sia fondamentale tenere sotto controllo questo aspetto e credo che la Regione debba predisporre sia piani certi per donne che vivono già uno stato non facile da gestire sia per la tutela del nascituro". E' quanto afferma la consigliera regionale del PD, Bruna Fiola. "Sia chiaro che la Regione Campania aveva già previsto punti nascita Covid e punti nascita Free -sottolinea Fiola - , tuttavia, lo dico da mamma di un bambino nato a 8 mesi, è necessario che la condizione sulla positività delle gestanti venga individuata con largo anticipo e non al momento del parto che a volte può avvenire in condizioni di assoluta emergenza. Per questo ho creduto molto e ho insistito tanto affinché venisse approvato questo ordine del giorno".

14:29 - Federfarma Napoli: poche bombole ossigeno, ok banca dati

"Il Prefetto Valentini ci ha dato la disponibilità del governo ad aiutarci con qualsiasi iniziativa per arginare il problema dell'ossigeno, ci stiamo lavorando con intensità con tutta la rete delle farmacie". Così Riccardo Iorio, presidente di Federfarma Napoli, sull'incontro che si è svolto oggi in Prefettura per affrontare il problema della mancanza di bombole di ossigeno nelle farmacie che aggrava i problemi di chi viene curato a domicilio per il Covid. "L'Ordine dei farmacisti - spiega Iorio - ha proposto una banca dati per mettere tutte le farmacie in rete per verificare la disponibilità di ossigeno a disposizione, intanto lavoriamo sia sulla restituzione delle bombole sia sull'ossigeno liquido". Molte farmacie spiegano infatti che va a rilento la riconsegna delle bombole vuote e proprio il contenitore è il problema, perché di ossigeno c'è abbondanza a disposizione delle ditte che le riempiono. "Le persone - spiega Iorio - a volte non riportano la bombola ma è difficile sapere se perché non è finita o perché se ne dimenticano. Noi abbiamo un report delle bombole che escono e sollecitiamo la riconsegna, molti colleghi vanno a casa a ritirarla gratuitamente e nel territorio dell'Asl Napoli 1 abbiamo messo a disposizione una mail per i cittadini che hanno difficoltà a riportare il fusto, basta scrivere a info@federfarmanapoli.it. Il problema resta quello, le ditte specializzate che riempiono le bombole ci dicono che sono ai limiti sulla quantità di fusti a disposizione". Il nodo è la città di Napoli, mentre l'Asl Napoli 2 e 3 non hanno particolari difficoltà. "Si lavora anche sull'ossigeno liquido - spiega Iorio - una ditta per l'Asl Napoli 3 ha messo a disposizione altre 100 bombole e per la settimana prossima contano di andare a regime. La situazione è invece grave nella Napoli 1, ho parlato da poco con una ditta di ossigeno liquido che mi diceva di avere 170 ordini che sta evadendo. La situazione però resta di emergenza per le farmacie. Guardiamo con speranza anche alla zona rossa che dovrebbe abbassare i contagi e quindi ridurre la richiesta". Ultima riflessione di Iorio su un possibile mercato nero a Napoli delle bombole: "Sicuramente - conclude - c'è qualche iniziativa di singoli ma non ho segnali di un intervento della camorra per un mercato nero dell'ossigeno".

13:20 - Napoli, aumento contagi a ritmo esponenziale

Nel periodo dal primo agosto al 15 novembre si sono registrati a Napoli 22.268 casi di Covid 19: l'incremento giornaliero ha seguito un andamento di tipo esponenziale da agosto fino alla settimana dal 2 al 8 novembre, con oltre mille casi rilevati il 6 novembre. Nell'ultima settimana, dal 9 al 15 novembre si osserva una leggera flessione dell'incremento, che rimane comunque elevato ed è stato di circa 4000 unità, + 22% rispetto alla settimana precedente. E' quanto emerge dal report sul Covid in città, realizzato dal gruppo di studio dell'Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli e del Comune di Napoli. Si è anche osservato un progressivo aumento dell'età media dei contagiati pari a circa 32 anni nel mese di agosto (in gran parte giovani colpiti durante le vacanze), mentre nel mese di settembre e ottobre l'età media è salita a circa 41 anni a causa probabilmente dei contagi avvenuti a livello familiare. A novembre si osserva un progressivo aumento dell'età media a circa 45 anni e in particolare risulta aumentata notevolmente la percentuale di soggetti dai 61 anni in su. Il dossier è pubblicato integralmente sul sito del Comune di Napoli.

13:10 - Napoli, incremento contagi giovani dopo ripresa scuole

In coincidenza con la ripresa delle attività scolastiche, a ottobre l'aumento dei contagi Covid a Napoli nella fascia 6-18 anni ha fatto registrare un forte incremento, che mostra un lieve calo della curva nella scorsa settimana (in Campania da metà ottobre è in vigore la didattica a distanza per tutti gli istituti). E' quanto emerge dal report sul contagio curato dall'università Vanvitelli e dal Comune partenopeo. Secondo i dati, i giovanissimi dai 6 ai 18 anni hanno visto, dal 27 settembre al 4 ottobre, un aumento dei casi del 7,2%: la settimana dopo l'incremento è più che raddoppiato, balzando al 18,7%, per poi toccare il 23,7 nelle due settimane successive. Il boom in questa fascia d'età c'è stato nella settimana 1-8 novembre, +32,1%; dall'8 al 15 di questo mese la curva per la prima volta è calata, al 26,9%.

12:40 - Folla in minimarket a Napoli, interviene la Polizia

Ieri sera gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in un minimarket di via Carriera Grande per una segnalazione di assembramenti di persone che non indossavano la mascherina e non rispettavano il distanziamento sociale. I poliziotti hanno trovato, all'interno e all'esterno dell'esercizio commerciale, un gruppo di avventori che, alla loro vista, si sono allontanati velocemente. Gli agenti hanno sanzionato il titolare con la chiusura di un giorno per inottemperanza alle misure anti Covid-19, elevando una sanzione di 400 euro.

12:36 - Aggredisce carabiniere che gli ordina di usare mascherina: condannato

E' stato condannato a 8 mesi di reclusione, ma con la pena sospesa, il giovane di 21 anni che ieri a bordo di un treno della Cumana, linea ferroviaria che collega l'area flegrea al centro di Napoli, ha aggredito un maresciallo dei carabinieri che gli aveva più volte intimato di indossare la mascherina. Il ragazzo, che è incensurato, è stato quindi rimesso in libertà. Intanto, nei prossimi giorni, il carabiniere che è ricoverato nell'ospedale Cardarelli della città, sarà sottoposto a un intervento chirurgico disposto dai sanitari per rimediare alla rottura del setto nasale causata da un violento pugno al viso sferrato dal giovane durante la colluttazione. 

11:44 - Napoli: al via progetto Unlock, attività gratuite per i giovani

L'assessorato al Patrimonio, ai Lavori Pubblici e ai Giovani in partenariato con le associazioni giovanili, gli enti di formazione e gli altri enti del Terzo Settori operanti in città promuove "UNLOCK- liberi di crescere" un contenitore di attività gratuite dedicate prevalentemente ai giovani della città. "In un momento in cui tutto deve necessariamente fermarsi i giovani non possono e non devono rinunciare ad incontrarsi, a formarsi e a crescere. L'Assessorato ai Giovani intende, attraverso questo contenitore, supportarli ed accompagnarli in esperienze di crescita progettate ed implementate per assicurare la fruibilità in libertà e sicurezza, in modalità on line o in presenza nel rispetto dei vigenti Dpcm", si legge in una nota. Diverse le attività programmate che mettono insieme percorsi di formazione, momenti di intrattenimento e occasioni di riflessione e confronto sulla condizione e sull'occupabilità dei giovani napoletani. Resta aperta la possibilità per gli enti che operano nella città di Napoli di aderire all'iniziativa con una proposta dedicata, compilando il form disponibile alla pagina dedicata sul sito web del Comune di Napoli al link www.comune.napoli.it/unlock . Per i giovani interessati sarà inoltre possibile ricevere una newsletter dedicata e tutto il supporto necessario per partecipare alle attività. 

10:58 - In attesa tampone danneggia ambulanza e minaccia carabinieri

I carabinieri hanno denunciato un 26enne per minaccia a pubblico ufficiale, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, si trovava nei giorni scorsi nel presidio ospedaliero di Procida per sottoporsi al tampone molecolare di controllo, poiché in precedenza era già risultato positivo al Covid-19. Nell'attesa ha iniziato a inveire e minacciare il personale sanitario e ha danneggiato con calci e pugni due ambulanze parcheggiate nei pressi del "drive-in". Sono arrivati i carabinieri - allertati dal 112 che era stato chiamato dagli infermieri - e alla loro vista il giovane non si è placato. Anzi, ha iniziato a minacciare anche i militari. Il 26enne si è avvicinato - faccia a faccia - al comandante della Stazione rivolgendosi a lui con la mascherina abbassata: "Così te lo sei preso anche tu". Fortunatamente il 26enne è risultato negativo al tampone che aveva appena fatto e il comandante della Stazione - che per precauzione si era sottoposto in isolamento fiduciario - ha ripreso servizio regolarmente. 

10:54 - A Napoli "tampone solidale" in basilica del rione Sanità

Hanno preso il via le operazioni per il tampone solidale, il test antigenico per verificare se si è positivi oppure no al Coronavirus. Da questa mattina, i primi prenotati hanno potuto sottoporsi al tampone, per l'iniziativa promossa dalla Fondazione Comunità di San Gennaro Onlus e SaDiSa, insieme con la farmacia Mele e le Terza Municipalità. La Basilica di San Severo a Capodimonte è stata trasformata, per l'occasione, in un ambulatorio ed è stato predisposto un percorso di entrata e uscita. La basilica ha, infatti, due ingressi, uno laterale, l'altro centrale. Si entra da quello laterale e, dopo aver rispettato il protocollo (misurazione della temperatura, consenso informato, sanificazione delle mani), le persone sono indirizzate all'interno della struttura per sottoporsi al test. Al termine, usciranno dalla basilica dall'ingresso principale. A effettuare i test personale medico che ha aderito all'iniziativa su base del tutto volontaria. 

10:19 - Confesercenti Caserta, torna lo sportello gratuito Sos imprese

Confesercenti Caserta rilancia l'attività dello "Sportello SOS imprese coronavirus", grazie al quale i commercianti, sia associati che non, potranno ricevere assistenza gratuita anche con riferimento alle disposizioni relative alle attività economiche emanate per fronteggiare il diffondersi dell'epidemia. "Gli associati di Confesercenti provinciale di Caserta - commenta il direttore provinciale Gennaro Ricciardi - non solo avranno la possibilità di comprendere gli strumenti con cui sostenere le loro attività in questo difficile momento, ma potranno altresì ricevere assistenza da professionisti in grado di accompagnarli nell'attivazione di ognuna di queste misure. Lo scopo dell'iniziativa è quello di recepire le istanze del settore pmi (piccole-medie imprese) del commercio del turismo e dei servizi, ed allo stesso tempo di promuovere i nostri servizi agli associati". "Da domenica - afferma Salvatore Petrella, presidente provinciale di Confesercenti, siamo stati nuovamente chiamati a fare un enorme sacrificio, il mondo produttivo si è dovuto fermare ancora una volta. Un sacrificio che poteva essere evitato se solo lo Stato avesse lavorato in sinergia ed in modo concreto". Confesercenti Caserta annuncia poi che darà un forte sostegno alle imprese sul tema del credito agevolato. "Su questo tema - aggiunge Petrella - abbiamo rilanciato la nostra azione per consentire alle imprese che ci interpellano di poter accedere a finanziamento a tasso agevolato, grazie all'intermediazione di Cosvig/Confesercenti. Presso, la nostra sede provinciale - conclude - sono operativi degli specialisti per offrire consulenza gratuita. Vogliamo essere un punto di riferimento saldo per i nostri iscritti e per tutti gli imprenditori".

9:50 - Torre del Greco e Torre Annunziata, più guariti che contagi

Per la prima volta da oltre un mese il numero dei guariti segnalati al Comune da Asl Napoli 3 Sud e unità di crisi regionali sono superiori al numero dei nuovi contagiati: sono stati infatti registrati 66 soggetti negativizzati a fronte dei trenta risultati positivi. Il dato complessivo degli attuali contagiati scende dunque sotto quota 900, attestandosi a 876, sedici dei quali ospedalizzati. Sono invece 36 i decessi registrati a Torre del Greco da inizio pandemia. Dati confortanti arrivano anche da Torre Annunziata, dove il sindaco Vincenzo Ascione ha comunicato come nelle ultime 72 ore sono stati registrati 68 nuovi casi di contagio da Covid-19, a fronte di 90 avvenute guarigioni. ''Il dato - fa sapere il primo cittadino in una nota diramata dal suo ufficio stampa - tiene anche conto dell'inserimento nella piattaforma di pazienti risultati positivi in seguito a tamponi effettuati presso laboratori privati''. Di conseguenza sono 453 i cittadini di Torre Annunziata positivi al Coronavirus, dodici dei quali ricoverati presso Covid Center. 

9:45 - A spasso con la droga, arrestato e multato per norme Covid

I carabinieri di Napoli hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio G.P.B., 20enne di Nocera Inferiore già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno notato passeggiare in via Grande verso le 17:30 ed hanno deciso di controllarlo. Perquisito, è stato trovato in possesso di sei dosi di eroina e di 80 euro ritenute provento del reato. Vista la residenza del giovane e la sua palese non giustificata presenza a Napoli, per lui anche la sanzione anti-covid. L'arrestato è nelle camere di sicurezza della Caserma in attesa di giudizio.

7:35 - Screening scuola, prenotazione tampone antigenico

"A seguito dell'Ordinanza regionale n. 90 del 15 novembre, è stato predisposto un servizio di prenotazione di tamponi antigenici per l'effettuazione di screening su base volontaria, al personale docente e non docente della scuola dell'infanzia (sistema integrato di educazione e di istruzione 0-6 anni) e delle prime classi della scuola primaria, nonché agli alunni e relativi familiari conviventi". Questo è quanto si legge in una nota dell'Unità di crisi della Regione Campania. "Per poter prenotare il tampone antigenico è necessario contattare il numero verde 800 814 818, attivo a partire da domani 17 novembre, dalle ore 07:30 alle 19:30, per l'intera durata dello screening - si spiega - Al momento della prenotazione sarà necessario fornire i propri dati anagrafici (comprensivi di cellulare ed e-mail), oltre all'istituto scolastico di appartenenza, e fornire il proprio consenso al trattamento dei dati personali. L'operatore telefonico comunicherà in tempo reale al cittadino, anche a mezzo mail, la data, l'orario e il luogo dove recarsi per effettuare il tampone antigenico, unitamente ad un numero di prenotazione da comunicare agli addetti della Asl". 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24