Covid Campania, de Magistris: De Luca non ha fatto lockdown per paura

Campania
©Ansa

Così il sindaco del capoluogo campano: “L’unico miracolo sono i sanitari che nonostante le pochissime strutture, così ridotte dalla politica, stanno facendo miracoli”. Ha poi aggiunto: “Unici al mondo in cui sono chiusi asili nido, scuole primarie ed elementari”. Il governatore: “Qualche imbecille dell'Amministrazione va in giro nelle tv a parlare male di Napoli e della Campania”

“De Luca non ha fatto il lockdown annunciato due settimane fa ed ha cambiato idea perché ha avuto paura: di fronte alle responsabilità ormai evidenti sul piano sanitario annunciare un lockdown senza ristori immediati sarebbe stato dal punto di vista del consenso sociale un disastro''. Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a La7. Il primo cittadino del capoluogo campano ha aggiunto: ''Qui l'unico miracolo sono i medici, gli infermieri, il personale sanitario che nonostante le pochissime strutture, così ridotte dalla politica, stanno facendo miracoli'' (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - LA SITUAZIONE IN CAMPANIA - LA DIRETTA DI DE LUCA).

De Magistris: “Unici al mondo dove sono chiusi asili e scuole”

De Magistris ha poi parlato dell’ordinanza del presidente della Regione Campania che rinnova lo stop alla scuola in presenza in Campania fino al 14 novembre: ''Siamo l'unico luogo del mondo in cui addirittura si sono chiusi gli asili nido, le scuole primarie e le elementari. C'è gente povera a cui la didattica a distanza non può arrivare ed è per questo che il Comune di Napoli con degli insegnanti ha creato la didattica a distanza solidale dove offriamo un po' di istruzione a chi resta senza scuola''.

De Luca: “Qualche imbecille dell’Amministrazione parla male di Napoli e Campania”

"Qualche imbecille dell'Amministrazione va in giro nelle tv a parlare male di Napoli e della Campania". A dirlo è stato De Luca, riferendosi, senza nominarlo, probabilmente al sindaco di Napoli, con il quale è in polemica da anni. "Parlo di amministratori - ha aggiunto - che non hanno fatto niente, non hanno alzato un dito per contenere il contagio e la movida. Questi soggetti vengono usati come lo scemo del paese per parlare male di Napoli e della Campania. È un gioco scoperto e ormai noioso. Napoli doveva essere essere per forza degrado e disastro, siamo spiacenti ma non è così".

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24