Covid, ordinanza Campania: ipotesi rinvio apertura elementari e stop mobilità tra province

Campania

Il possibile ritorno nelle scuole di primo grado è subordinato a “una ulteriore verifica, che sarà svolta nei prossimi giorni, sull’andamento dei contagi registrato nel personale scolastico e negli alunni”, si legge nel documento firmato dal governatore Vincenzo De Luca

Blocco di tutte attività e della mobilità ogni giorno, dalle 23 alle 5, a partire da venerdì e limitazioni agli spostamenti tra province con tanto di autocertificazione per lavoro, sanità, scuola o socio-assistenza. Possibile la riapertura delle scuole elementari a partire da lunedì 26 ottobre ma la decisione sarà subordinata a un’ulteriore verifica dell’andamento dei contagi registrato nel personale scolastico e negli alunni. Sono questi i contenuti dell'ordinanza firmata dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI - LA SITUAZIONE IN CAMPANIA)

L'ordinanza della Regione Campania

Il punto più critico del provvedimento sembra essere quello relativo alle scuole. Il documento prevede l'avvio immediato di progetti didattici in presenza per bambini autistici e disabili e la riapertura delle attività in presenza delle scuole elementari da lunedì 26 ottobre. La riapertura delle elementari però, sarà presa soltanto dopo “una ulteriore verifica, che sarà svolta nei prossimi giorni, sull’andamento dei contagi registrato nel personale scolastico e negli alunni”, si legge nell'ordinanza.

Stop agli spostamenti tra le province

Con decorrenza dal 23 ottobre, allo scopo di contenere i rischi di contagio correlati alla mobilità sul territorio, l'ordinanza impone ai cittadini campani il “divieto di spostamenti dalla provincia di residenza o domicilio abituale verso altre province della Campania”. Restano consentiti gli spostamenti per motivi di salute, lavoro, familiari, scolastici e per necessità urgenti, in tutti questi casi dovrà essere presentata un'autocertificazione. È sempre consentito il rientro presso la propria residenza o domicilio abituale.

Zona Rossa ad Arzano.

È stata attivata fino al 30 ottobre la zona rossa per il Comune di Arzano (Napoli) dove è stato disposto il divieto di allontanamento dal territorio comunale da parte dei residenti, il divieto di accesso nel territorio comunale, la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l’erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità, la sospensione delle attività commerciali e produttive.

Chieste chiusure notturne dalle 23 alle 5

Con l'ordinanza inoltre, la Regione Campania ha chiesto al ministro della Salute di disporre le chiusure notturne con la sospensione delle attività dalle 23 alle 5 del mattino e degli spostamenti sul territorio regionale dalle 24 a partire dal prossimo weekend.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24