Coronavirus Campania, registrati 757 positivi nelle ultime 24 ore

Campania
©Ansa

Lo fa sapere l'Unità di crisi della Regione Campania, precisando che sono stati analizzati 9.925 tamponi. Si registra una sola vittima, mentre i guariti sono 149

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

È di 757 il numero dei pazienti risultati positivi al Covid in Campania nelle ultime 24 ore. Lo fa sapere l'Unità di crisi della Regione Campania precisando che sono stati analizzati 9.925 tamponi. Il totale positivi sale dunque a 16.464 a fronte 654.892 tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore si registra una sola vittima mentre i guariti sono 149.

Intanto, l'ex presidente della Regione Campania ed ex sindaco di Napoli, Antonio Bassolino, ha postato su Twitter una foto di un bus affollato: "Così non va bene", il commento (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO)

17:01 - Immigrato in strada contro "isolamento" nel Salernitano

Immigrati del Centro di accoglienza di Palinuro in strada per protestare contro l'isolamento anti-covid". Gli immigrati, una ottantina in tutto, hanno occupato questa mattina la strada provinciale all'ingresso del centro costiero cilentano dopo che, nelle scorse settimane, erano emersi dodici casi di positività al virus. L'occupazione, del tutto pacifica, per protestare contro l'isolamento al quale sono stati sottoposti per evitare la diffusione del contagio. Intanto, il primo cittadino di Centola-Palinuro, Carmelo Stanziola, ha annunciato che dei tamponi effettuati sui migranti, solo uno non si è ancora negativizzato. "I risultati dei tamponi effettuati nei giorni scorsi sono arrivati proprio questa mattina. - spiega Stanziola - Fortunatamente non ci sono nuovi positivi. Alla luce degli ultimi risultati mi sento di tranquillizzare la popolazione, ma questo non significa che bisogna abbassare la guardia. Bisogna continuare a rispettare le norme anticovid in maniera attenta e scrupolosa." "In queste settimane abbiamo fatto, in sinergia con la cooperativa sociale "Il sentiero", un lavoro straordinario. Abbiamo incrementato la vigilanza del centro ed evitato fughe. A tutti gli operatori e alle forze dell'ordine va il mio ringraziamento". Intanto, la protesta è rientrata e la strada provinciale è di nuovo sgombra

16:52 - In Campania 757 contagi nelle ultime 24 ore

È di 757 il numero dei pazienti risultati positivi al Covid in Campania nelle ultime 24 ore. Lo fa sapere l'Unità di crisi della Regione Campania precisando che sono stati analizzati 9.925 tamponi. Il totale positivi sale dunque a 16.464 a fronte 654.892 tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore si registra una sola vittima mentre i guariti sono 149.

16:20 - De Luca: “Servono più medici ed infermieri”

Il Presidente della Regione ha deciso di chiedere alla Protezione Civile la messa a disposizione nei tempi più rapidi possibili di personale medico e infermieristico volontario, già utilizzato da Governo e Commissario nell'emergenza dei mesi scorsi, per porre in essere il controllo sui territori. E' quanto emerso dal vertice tra il governatore della Campania, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ed il commissario Domenico Arcuri. Da tempo, infatti, si è rilevato un elemento di criticità rappresentato dalla carenza di personale. I bandi pubblici già esperiti non hanno prodotto la sufficiente copertura. "Il numero elevato di contagi registrati vede una grande prevalenza di asintomatici destinati quindi all'isolamento domiciliare. Ma questo richiede l'impegno straordinario di personale medico infermieristico indispensabile per seguire i pazienti nel periodo di isolamento", si legge in una nota della Regione.

16:19 - De Magistirs: “Immuni? Non mi convince sulla privacy”

''Non ho scaricato l'app Immuni perché non mi convince fino in fondo sul tema della privacy e dell'efficacia'', ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a Tagadà su La7.

16:12 – La Campania avrà tutte le attrezzature necessarie

Saranno predisposte tutte le iniziative necessarie per garantire alla Campania le forniture indispensabili per i dispositivi di sicurezza, per i test molecolari e sierologici, e quanto è necessario per attrezzare al meglio le terapie intensive e sub intensive con relativi ventilatori polmonari e i dispositivi. E' quanto deciso nel corso di un incontro tra il l Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con il Ministro della Salute Roberto Speranza e con il Commissario Domenico Arcuri per fare il punto sulla situazione epidemiologica in Campania e predisporre tutte le iniziative necessarie in questa fase. In Campania, comunque, non si registrano oggi problemi di carenza di posti letto per la degenza, C'è stata nel corso dell'incontro, si legge in una nota piena condivisione sugli obiettivi e anche sulle misure da adottare per essere pronti ad affrontare anche un aggravamento della situazione epidemiologica. Il presidente De Luca ha espresso piena soddisfazione per gli impegni assunti dal Ministro Speranza e dal Commissario Arcuri. Le decisioni prese, prosegue la nota, sono pienamente rispondenti alle esigenze della Campania e all'obiettivo di garantire la sicurezza per i nostri concittadini. Si è deciso quindi di seguire con continuità l'evoluzione dell'epidemia, in un rapporto di collaborazione stretto con il Ministero della Salute e il Commissario delegato.

16:09 – Napoli, il medico: “Quasi tranquilli in casa Napoli"

"Teniamo le dita incrociate, bisogna aspettare che siano passati i 14 giorni per essere completamente sicuri ma siamo sull'ottima strada per essere tranquilli in casa Napoli". Lo ha detto a Radio Punto Nuovo, Giuseppe Portella, Ordinario di Patologia clinica e responsabile del Laboratorio Federico II che analizza i tamponi del Napoli "Il tampone è un'indagine anche abbastanza complicata - ha aggiunto - possono esserci delle strumentazioni che si bloccano, alle volte può capitare che anche decine di tamponi si possono bloccare nel processo, si deve aspettare una particolare reazione che qualche volta può andare male deve essere ripetuta, questo spiega ritardi come avvenuto con Lobotka". "Ora - ha aggiunto Portella - si riprende il test ogni 3 giorni. Il tampone rapido? Siamo in una situazione epidemica complessa, sarebbe utilissimo avere le risposte in tempi più brevi. Ma le risposte devono essere sempre accurate anche se con tempi più celeri di quelli standard. Quote di virus non potrebbero essere riscontrate da analisi rapide, ma speriamo a breve di avere sistemi efficienti anche in tal senso: al momento nulla può sostituire il tampone classico".

15:14 - Federlab: “Privati pronti per effettuare tamponi”

Da oggi, chiunque lo volesse, in Campania può sottoporsi al tampone recandosi in un laboratorio privato di analisi, così come previsto in seguito alla riunione di ieri in Regione. "Il cittadino può recarsi in qualsiasi laboratorio che ha i requisiti per analizzare il tampone - spiega Gennaro Lamberti, presidente di Federlab Italia - ma il tampone va prenotato per evitare assembramenti". Nel caso in cui, un cittadino abbia dubbi sulla sua positività al covid-19, può recarsi presso un laboratorio e chiedere un appuntamento per sottoporsi al test, senza alcuna prescrizione medica. "Non c'è alcun obbligo di prescrizione - sottolinea Lamberti - Basta recarsi e prenotare perché vanno assolutamente evitati assembramenti". Quotidianamente, i laboratori sono tenuti a "comunicare alla Regione quanti tamponi hanno effettuato e quali sono gli esiti, sia negativi sia positivi". Dei casi positivi, nel report che quotidianamente "dobbiamo consegnare", vanno comunicati anche i dati dei pazienti, così da essere contattati dal Dipartimento di prevenzione collettiva e avviare tutta la procedura necessaria e avviare il tracciamento epidemiologico". "I laboratori sono già pronti e in grado di effettuare i tamponi - afferma - sono quelli che fanno analisi di biologia molecolare". "Ci sono strutture - conclude - che se ne sono già occupate, sono quelle a cui si sono rivolte le aziende provate per i controlli ai propri dipendenti".

15:05 - Ragazza positiva, classe liceo ischitano in isolamento

Una studentessa del liceo scientifico di Ischia è risultata positiva al corona virus nei giorni scorsi inducendo l'ASL a mettere in isolamento fiduciario l'intera classe. La giovane, aveva accusato febbre e sintomi riconducibili al covid ed era perciò in isolamento dallo scorso 1 ottobre ma precauzionalmente da domani per i suoi compagni di classe sono stati disposti i tamponi da effettuare al presidio drive in dell'ospedale Rizzoli.

15:04 – Registrata una vittima in Irpinia

Un 71enne di Mirabella Eclano, in provincia di Avellino, è deceduto dopo essere stato contagiato dal Covid-19. Sale a 59 il numero complessivo delle persone decedute in provincia di Avellino a causa della pandemia. L'uomo era stato ricoverato al Covid Hospital dell'Ospedale "Moscati" di Avellino lo scorso 3 settembre. Aveva accusato i primi sintomi a partire dal 16 settembre dopo essere stato in pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo (Foggia) insieme ad altre 40 persone, 22 delle quali risultate successivamente positive. L'anziano aveva pregresse patologie cardiopatiche e diabetiche. Dalla gita nei luoghi di San Pio sarebbe nato il focolaio che a Mirabella Eclano ha fatto registrare 34 contagiati, tra i quali due insegnanti e cinque bambini delle locali scuole elementari e un dipendente comunale sottoposti, insieme ai rispettivi contatti, a isolamento fiduciario domiciliare. Il sindaco, Giancarlo Ruggiero, ha deciso la chiusura delle scuole fino a data da destinarsi. All'esito dei tamponi, sono 30 i nuovi contagiati nella giornata di ieri in provincia di Avellino.

14:44 - Specializzandi Tfa sostegno chiedono a De Luca di continuare con didattica a distanza

Chiedono di poter continuare il percorso di specializzazione Tfa Sostegno a distanza "così come fatto finora", evitando di seguire lezioni in presenza, così da ridurre il rischio di un eventuale contagio da Covid-19. Gli specializzandi del Tfa Sostegno del V ciclo sovrannumerari del "Suor Orsola Benincasa" scrivono al presidente della Giunta regionale Campania, Vincenzo De Luca, esprimendo la preoccupazione che le lezioni in presenza possano rappresentare un pericolo di diffusione del virus, nel momento in cui, proprio in Campania, si registra un'impennata di contagi. "Da tre mesi frequentiamo, grazie alla didattica a distanza, insieme a circa 300 colleghi, le lezioni organizzate dall'Università "Suor Orsola Benincasa" di Napoli - scrivono nella lettera - Ci viene chiesto, dal 12 ottobre, di continuare la specializzazione, per ordinanza ministeriale, in presenza, a Casoria, nel Napoletano, dove ovviamente verranno messe in atto tutte le misure adeguate e necessarie all'emergenza sanitaria e al contenimento del contagio".

13:28 - File per tampone a Napoli, in coda dall'alba

In fila dall'alba per sottoporsi al tampone: ci sono persone che arrivano anche alle 5 e verificare se hanno contratto o meno il covid-19, davanti ai laboratori del Frullone, struttura dell'Asl Napoli 1 in prima linea in questo periodo. Il laboratorio apre alle 9; in questo lasso di tempo si crea una coda di auto che spesso intralcia anche l'ingresso dei dipendenti nella struttura della Asl. In molti casi si tratta di persone che, non avendo avvertito come dovuto il medico di base, non sono inserite nella piattaforma informatica regionale e si presentano direttamente al distretto del Frullone per sottoporsi al test. L' organizzazione dell'Asl, per maggiore cautela anche se ciò accentua il disagio, prevede che anche a chi non è nella piattaforma e, a quanto dichiara, potrebbe avere sintomi o essere venuto in contatto con persone colpite dal virus, venga fatto il tampone. La fila, registrata in questi ultimi giorni di impennata di contagi, viene comunque smaltita nell'arco della giornata. La soluzione, adottata dalla Regione Campania già dai primi giorni di agosto per chi rientrava da località a rischio, continua da essere utilizzata anche in questi giorni di picco di contagi. Alle persone che arrivano al Frullone viene distribuito un numero che stabilisce l'ordine di accesso al tampone. 

13:23 - Un'alunna contagiata in una scuola di Pozzuoli

Un nuovo contagio di un'allieva in una scuola dell'obbligo a Pozzuoli. L'ultimo caso, il quinto in città, si è verificato in un plesso dell'istituto Comprensivo Quasimodo nel quartiere Toiano ad Arco Felice. A darne notizia la stessa dirigenza scolastica che ha bloccato le lezioni per oggi in tutta la struttura ed avviato le operazioni di igienizzazione e sanificazione. L'allieva è in isolamento fiduciario domestico, mentre l'Asl ha avviato la ricostruzione del link epidemiologico. In isolamento anche tutti i compagni di classe e gli insegnati del consiglio di classe. Per domani è prevista la riapertura della struttura con tutte le altre classi in presenza. A Pozzuoli negli ultimi cinque giorni si sono verificati casi di contagio in quattro scuole, alla Oriani di Licola, alla Pergolesi di Arco Felice, alla materne Monatalcini di Monterusciello e alla scuola dell'infanzia del Complesso Olivetti. In città dall'inizio dell'epidemia si contano 257 positivi, di cui 10 negli ultimi 4 giorni con 16 guariti. Al momento le persone positive al virus sono 102, 145 le guarite e 13 i decessi. 

12:47 - Napoli, negativo Lobotka. Era ultimo tampone mancante

Anche il tampone di Stanislav Lobotka è risultato negativo al covid19. Lo rende noto il Napoli. Il test del centrocampista era l'ultimo che restava dei tamponi effettuati ieri mattina. Anche tutti i suoi compagni e lo staff tecnico sono negativi. Con l'esito negativo del tampone di Lobotka si conclude il primo giro di tamponi nella rosa del Napoli effettuato bel ritiro di isolamento nel centro tecnico di Castel Volturno. Domani i giocatori si sottoporranno tutti a un nuovo giro di tamponi. Il possibile contagio dei giocatori, dello staff tecnico e del gruppo di dipendenti più vicini alla squadra viene costantemente monitorato per evitare che si possa sviluppare un focolaio nel club azzurro. Secondo il parere dello staff medico del Napoli il tampone effettuato ieri costituisce la prova finale che dopo la partita con il Genoa non si è sviluppato un vero e proprio focolaio covid nella squadra, visto che attualmente sono positivi solo in due, Elmas e Zielinski, che infatti non partecipano al ritiro a Castel Volturno ma sono asintomatici a casa in attesa di due tamponi negativi

11:37 - Napoli, positivo presidente Camera di Commercio

Il presidente della Camera di Commercio di Napoli, Ciro Fiola, è ricoverato all'ospedale Cotugno di Napoli dopo la positività al coronavirus accertata nei giorni scorsi. Lo rende noto lo stesso Fiola su Facebook: "Cari amici - scrive - sono momenti difficili per tutti a causa di questo virus che ha ripreso vigore e forza. Da qualche giorno non scrivo su Facebook perchè sto combattendo il Covid e in queste ore mi sono dovuto recare all'ospedale Cotugno per ricevere le cure appropriate che a casa non erano più possibili". "Leggo il vostro affetto - aggiunge Fiola - nei messaggi che mi arrivano, ma il cellulare per ora deve stare un po' in disparte. Devo concentrarmi sulle cure e dedicarmi il tempo e le energie necessarie. Perchè - conclude - sono deciso a tornare al più presto a casa e a lavoro, con la determinazione e la forza di sempre".

10:54 - Antonio Bassolino posta foto bus affollato: "Così non va"

L'ex presidente della Regione Campania ed ex sindaco di Napoli, Antonio Bassolino, ha postato su Twitter una foto di un bus affollato: "Così non va bene", il commento. Poi: "Non si può viaggiare in queste condizioni mentre i contagi aumentano. Si intervenga, per piacere: ognuno per la sua parte e finalmente tutti assieme".

9:22 - A Benevento tre docenti su 13 positivi, chiusa scuola

Tre insegnanti positive su 13: chiusa a Benevento la scuola dell'Infanzia dell'I.C. Moscati. Lo ha deciso il sindaco di Benevento, Clemente Mastella. I controlli sono scattati dopo la positività di una insegnante e hanno rilevato altri due casi nel corpo docente.In attesa degli esiti dell'accertamento diagnostico sui bimbi, posti in quarantena, Mastella ha disposto la chiusura da oggi al 17 ottobre.

8:40 - Sequestrati 12.400 prodotti contraffatti, anche mascherine

A Napoli la guardia di finanza ha sequestrato, nel corso di due distinti interventi, oltre 12.400 articoli contraffatti e denunciato per contraffazione e ricettazione due persone, un 48enne e una 55enne. Tra i prodotti rinvenuti, numerosi accessori per bambini, come capi di abbigliamento, borracce, materiali di cancelleria, tazze, libri, adesivi, tutti con loghi contraffatti dei più noti e attuali personaggi dei cartoni animati. Sequestrate anche mascherine destinate ai più piccoli non a norma dal punto di vista sanitario e con loghi di noti marchi contraffatti.

7:29 - In Campania casi in crescita, 544 nuovi positivi

Nuovo aumento dei contagi in Campania: in 24 ore 544 positivi su 7.504 tamponi, un decesso. Sono i dati del bollettino dell'Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologia da Covid-19. Il totale dei positivi è di 15.707 unità; quello dei tamponi è di 644.967. I guariti del giorno sono 177. Il report sui posti letto su base regionale indica in 99 i posti di terapia intensiva disponibili, in 52 i posti letto di terapia intensiva occupati. I posti letto di degenza disponibili sono 663 mentre quelli di degenza occupati sono 521. Come programmato, a questi posti letto disponibili si aggiungono, in caso di necessità, quelli della "Fase C" che prevede l'attivazione di 600 posti letto di degenza, 200 di sub-intensiva e 200 di terapia intensiva. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24