Coronavirus in Campania, a Sant'Antonio Abate al via screening di massa

Campania

Da questa mattina sono state attivate nel Comune 15 postazioni per sottoporre a tappeto, ai test rapidi, l'intera popolazione che conta circa 20mila abitanti

Il nuovo live con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

Nella zona rossa istituita a Sant'Antonio Abate, in provincia di Napoli, in relazione ai casi positivi registrati tra i partecipanti a numerosi eventi presso la struttura ricettiva "Sonrisa", sono stati sottoposti a tampone negli ultimi due giorni oltre 400 cittadini. Di questi, al momento, sono risultati positivi altri 4 abitanti nella strada posta in quarantena, che si aggiungono ai casi registrati nei giorni scorsi. Da questa mattina sono state attivate nel Comune 15 postazioni per sottoporre a tappeto, ai test rapidi, l'intera popolazione che conta circa 20mila abitanti (CORONAVIRUS: LA DIRETTA)

18:33 – Napoli, da domani test al Frullone per chi rientra dall'estero

Da domani mattina i viaggiatori napoletani che tornano dall'estero potranno andare a fare il tampone al Frullone, nella sede della direzione strategica dell'Asl Napoli 1. Dopo l'entrata in vigore della nuova ordinanza regionale sui rientri dall'estero, infatti, l'Asl Napoli 1 ha deciso di intervenire subito per evitare fatti come le code al Cotugno che si sono verificate oggi e da domani apre quindi un hub tamponi nella sede del Frullone, in via Comunale del Principe 13/A. I viaggiatori che rientrano in Italia potranno quindi inviare la mail all'indirizzo della Asl e andare lì dalle 9 alle 18 e fare il tampone che darà risultato nelle successive 24 ore. L'Asl Napoli 1, si apprende da fonti qualificate, ha diramato l'ordine di rientro dalle ferie per tutti gli operatori che hanno un ruolo nel dipartimento anticovid per intervenire con tempestività nei tamponi e con tempi ridotti nelle risposte in modo da frenare subito eventuali focolai dall'estero. Stamattina si è svolta una riunione dell'unità di crisi con l'Usmaf (Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera) per analizzare lo scenario e ipotizzare analisi già, ad esempio, nell'aeroporto di Capodichino, ma si è poi deciso di lasciare gli i viaggiatori vadano in autoisolamento e poi si rechino al Frullone: dal punto di vista epidemiologico un turista potrebbe sbarcare avendo incubata e non ancora esitata la malattia, quindi fare il tampone circa 24 ore di distanza dall'arrivo permette di evitare falsi negativi che potrebbero positivizzarsi nei giorni dopo.

17:40 – In Campania 44 positivi, 10 in arrivo dall'estero

Sono 44 i casi positivi in Campania su 2235 tamponi esaminati: secondo quanto rende noto l'Unità di Crisi della Regione Campania 10 dei 44 provengono dall'estero (sono stati già inseriti nei 17 casi delle ultime 48 ore). Ad oggi il totale positivi è di 5.214 su un totale di 356.781 tamponi. Zero i decessi e 4 le persone guarite (il totale è pari a 4287).

14:42 - Torre Annunziata, il sindaco: “Registrato un nuovo caso”

Nuovo contagio da Coronavirus a Torre Annunziata (Napoli). A comunicarlo è il sindaco della città vesuviana, Vincenzo Ascione, che in una nota specifica come ''si tratta di un'operatrice sanitaria in servizio presso l'ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia''. La donna, come spiega sempre il primo cittadino, ''è stata sottoposta al regime di isolamento domiciliare così come i suoi contatti più stretti. Quest'ultimo caso di positività non è in alcun modo legato al focolaio di Sant'Antonio Abate''. Sale così a 19 il numero totale dei cittadini di Torre Annunziata che hanno contratto il Covid-19 dall'inizio della pandemia. Tredici quelli guariti e cinque invece i deceduti.

13:24 - De Luca: "Dati confermano l'importanza dei controlli dall'estero

Sui complessivi 69 casi positivi registrati in Campania negli ultimi due giorni, 17 riguardano cittadini campani, fanno sapere dall'unità di Crisi della Regione Campania., rientrati dalle vacanze all'estero e intercettati agli arrivi come previsto dall'ordinanza. Nel dettaglio: 9 erano provenienti da Malta, 8 dalla Grecia (Atene e Corfù). Per 16 dei 17 positivi rientrati in Campania, i tamponi positivi riguardano residenti nell'area di competenza dell'Asl Napoli 1, uno dell'Asl Napoli 2. Per quanto riguarda i contagi di importazione da altri Paesi, nei giorni precedenti all'ordinanza erano stati intercettati altri positivi ancora da Malta (11), Francia (1), Corfù (1), Santo Domingo (1).
"Questi dati - dice il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca - confermano l'importanza dell'ordinanza, in assenza della quale i casi positivi individuati, che si aggiungono agli altri dei giorni precedenti, sarebbero stati in giro per la Campania con diffusione del contagio. Continuiamo con il massimo rigore. Chiediamo la massima collaborazione dei cittadini, e invitiamo ancora una volta a evitare viaggi all'estero in aree di rischio. Colgo l'occasione per invitare in particolare i giovani, in occasione del Ferragosto, ad avere il massimo senso di responsabilità, e i gestori dei locali a rispettare rigorosamente le norme di sicurezza in vigore".

12:59 - Pozzuoli, niente falò a Ferragosto su spiagge flegree

Assembramenti vietati e niente falò o braci sulle spiagge flegree nel week end di ferragosto. I sindaci di Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida con apposite disposizioni hanno vietato i caratteristici raduni di giovani sugli arenili della costa flegrea per salvaguardare la sicurezza e la salute di tutti, considerato che ci si trova ancora in emergenza sanitaria. "Il divieto - ha scritto il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia - anche in virtù di un'ordinanza della Capitaneria di Porto (la numero 41 del 2014) sulla sicurezza della navigazione che vieta espressamente l'accensione di fuochi. E ricordo anche - ha aggiunto Figliolia - che non potranno essere portate in spiaggia bottiglie o contenitori vari di vetro per l'ordinanza in vigore che ne vieta la vendita, l'asporto e il consumo sul territorio cittadino. Capisco l'usanza di festeggiare in spiaggia ma dobbiamo salvaguardare la sicurezza e la salute di tutti. Dobbiamo per questo assolutamente evitare rischiosi assembramenti. Faremo dei controlli con le forze dell'ordine su tutto il litorale". Controlli sono stati disposti anche a Bacoli e Monte di Procida dove le forze dell'ordine potranno contare anche sulla collaborazione dei volontari della Protezione Civile.

12:07 - Al via screening di massa a Sant'Antonio Abate

Nella zona rossa istituita a Sant'Antonio Abate, in provincia di Napoli, in relazione ai casi positivi registrati tra i partecipanti a numerosi eventi presso la struttura ricettiva "Sonrisa", sono stati sottoposti a tampone negli ultimi due giorni oltre 400 cittadini. Di questi, al momento, sono risultati positivi altri 4 abitanti nella strada posta in quarantena, che si aggiungono ai casi registrati nei giorni scorsi. Da questa mattina sono state attivate nel Comune di Sant'Antonio Abate 15 postazioni per sottoporre a tappeto, ai test rapidi, l'intera popolazione che conta circa 20mila abitanti. Tra oggi e domani l'intero screening di massa sarà completato.
"È urgente e necessario - chiede l'unità di crisi della Campania - che la struttura ricettiva, come già da reiterate richieste ufficiali dell'Asl Napoli 3, fornisca gli elenchi e dia indicazioni precise su tutti i partecipanti ai vari eventi, feste e iniziative di qualsiasi tipo, che si sono svolte nelle ultime settimane. Finora è stato possibile ricostruire i contatti per sole poche decine di partecipanti. Della mancata esibizione degli elenchi è stata già informata l'autorità giudiziaria. Il Presidente della Regione ha invitato la direzione dell'Asl a richiedere ufficialmente l'impegno diretto e immediato delle forze dell'ordine affinché vengano forniti gli elenchi di quanti hanno partecipato agli eventi - per poter procedere all'individuazione tempestiva di eventuali altri contagi - e perché vengano perseguiti comportamenti irresponsabili che vanno oltre il tollerabile".

10:28 - Asl Na1, come fare tamponi dopo rientro dall'estero

L'Asl Napoli 1 Centro rende noto che per effetto dell'Ordinanza del Presidente Giunta Regione Campania n°67 dell'11 agosto 2020 e successiva n°68 del 12 agosto 2020, fatte salve tutte le disposizioni nazionali e regionali già vigenti in tema di rientri dai Paesi extra Schengen e da quelli individuati dai competenti organi statali come a maggior rischio, a tutti i cittadini residenti in Campania che fino al 31 agosto 2020 facciano rientro da vacanze dall'estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di prevenzione della ASL al fine della somministrazione di test sierologici e/o tampone e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica. Sarà, inoltre, obbligatorio osservare l'isolamento domiciliare fiduciario per 14 giorni dal rientro, nelle more dell'esito delle indagini di laboratorio effettuate dalla competente ASL. Il regime di isolamento domiciliare fiduciario viene meno al momento dell'eventuale esito negativo degli esami, fatta salva ogni ulteriore competente determinazione dell'Asl.

E' raccomandato a tutti i cittadini residenti nella regione Campania che, nei 14 giorni antecedenti alla data del presente provvedimento abbiano fatto rientro da viaggi o vacanze all'estero (sia con tratte dirette che attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale) di contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al fine di sottoporsi a test sierologico o tampone e di osservare l'isolamento fiduciario fino ai relativi esiti, a tutela della propria salute e della incolumità dei propri parenti e conoscenti (c.d. contatti stretti). Per quanto concerne il territorio di competenza ASL Napoli 1 Centro (cittadini residenti a Napoli, Capri e Anacapri) la segnalazione va indirizzata alla email dichiarazione.viaggiatore@aslnapoli1centro.it e nella email andranno indicati per ogni cittadino che dovrà essere sottoposto a test sierologici o tamponi: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza, cellulare, paese di provenienza, giorno di arrivo in Italia. E' anche possibile chiedere informazioni al numero verde 800909699. L'Asl comunica, inoltre, che tutti coloro che avranno inoltrato richiesta alla email sopra indicata potranno recarsi il giorno successivo alla postazione fissa tamponi viaggiatori ubicata in Napoli alla via Comunale del Principe n°13/A (c.d. Frullone) ove sarà possibile eseguire il tampone solo ed esclusivamente se registrati in piattaforma a seguito invio email.

7:34 - Campania, 2.341 rientri segnalati alle Asl

Sono 2.341 i rientri segnalati oggi alle Asl della Campania in attuazione dell'ordinanza diramata nell'ambito delle misure di contrasto alla diffusione del coronavirus. Lo riferisce l'Unità di Crisi Regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica. I rientri registrati sono così distribuiti per modalita' di segnalazione: 1.374 via mail, 967 via telefono. Nel dettaglio per Asl, 408 per la Na1; 430 per la Na2; 133 per la Na3; 190 per la Asl Benevento; 243 segnalazioni per la Asl Avellino; 390 segnalazioni per la Asl Caserta; 547 per la Asl Salerno. I tamponi effettuati sono stati 131, e i risultati saranno disponibili a partire da oggi. 25 invece i test sierologici effettuati. Prima dell'emanazione dell'ordinanza, sono risultati 38 i positivi di rientro dall'estero. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.