Coronavirus Campania: 9 nuovi positivi e un decesso

Campania
©Ansa

I tamponi quest'oggi sono stati 2.973, mentre il totale dei positivi è di 4.999 su un numero complessivo di test di 332.836. I morti in totale sono stati 435. Dodici i guariti del giorno, in totale 4.169

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Sono 9 i positivi in Campania secondo l'ultimo bollettino quotidiano dell'Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. I tamponi del giorno: 2.973 In Campania il totale dei positivi è di 4.999 su un numero complessivo di tamponi di 332.836. Viene segnalato il decesso di un uomo e quindi i morti in totale sono stati 435. 12 i guariti del giorno, in totale 4.169. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

19:36 - De Luca: “In Campania al ristorante con documento d'identità”

Nell'ordinanza numero 64 firmata oggi dal presidente della Regione e in corso di pubblicazione, si prevede "l'obbligo, per i ristoratori e i gestori di discoteche e locali consimili, di individuare almeno un soggetto per tavolo o per gruppo attraverso idoneo documento di identità, al fine della maggiore tempestività della ricostruzione di eventuali "contatti stretti" di eventuali nuovi soggetti positivi. Con i protocolli già in atto, restano aperte le discoteche sia pure con norme di sicurezza e penalità rafforzate". Si confermano, fino al 9 agosto prossimo, "salvo ulteriore proroga o modifica in conseguenza dell'andamento della situazione epidemiologica, le disposizioni dell'Ordinanza precedente anche in materia di uso delle mascherine di protezione e per quanto riguarda le sanzioni previste in caso di inosservanza (pena pecuniaria di euro 1.000)". L'ordinanza conferma, altresì, "fino alla stessa data, tutte le misure dei Protocolli di sicurezza approvati con precedenti ordinanze per le singole attività economiche e sociali". L'ordinanza dispone anche che "le Asl competenti dovranno effettuare i controlli sanitari (rilevazione della temperatura, tamponi e/o test sierologici) dei soggetti provenienti da Paesi esteri a maggior rischio, direttamente nei principali luoghi di arrivo (aeroporto, stazione centrale, terminal dei vettori del trasporto su gomma, anche privati), al fine di impedire il transito incontrollato di eventuali soggetti positivi sul territorio".

19:05 - A Capri proroga ordinanza per l'obbligo di mascherina

Il sindaco di Capri ha prorogato l'ordinanza che obbliga di indossare la mascherina dalle 18 alle 4 del mattino in Piazzetta, per le stradine adiacenti, il Centro Storico, Via Camerelle, i Giardini di Augusto e le strade che vanno dalla chiesa sino a tutte quelle intorno. Il provvedimento firmato oggi dal sindaco Lembo ed affisso all'albo del Comune va in continuità alla prima andata in vigore due fine settimana fa. E' questo il terzo weekend con obbligo di mascherina per le strade più frequentate di Capri e quella firmata oggi è consequenziale al DPCM, che ha prolungato lo stato di emergenza fino al 15 ottobre. L'ordinanza di oggi del Sindaco Marino Lembo, invece, che andrà in vigore domani avrà validità fino al prossimo 15 settembre.

17:07 - In Campania 9 nuovi casi e un decesso

Sono 9 i positivi in Campania secondo l'ultimo bollettino quotidiano dell'Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. I tamponi del giorno: 2.973 In Campania il totale dei positivi è di 4.999 su un numero complessivo di tamponi di 332.836. Viene segnalato il decesso di un uomo e quindi i morti in totale sono stati 435. 12 i guariti del giorno, in totale 4.169.

16:37 - Napoli, due morti all'ospedale Cotugno

Coronavirus: due decessi all'Ospedale Cotugno di Napoli. Si tratta di un uomo di 85 anni, affetto da numerose patologie pregresse e di un altro uomo di 46 anni, arrivato in condizioni critiche al Pronto soccorso. Entrambi erano ricoverati in terapia sub intensiva. Ad ora, al Cotugno, ci sono sette ricoverati positivi al coronavirus: 4 in sub intensiva e 3 in reparto ordinario.

16:35 - De Luca: "Controlli per chi scende da bus dall'estero"

"Vogliamo fare in modo che nessuno scenda dai pullman senza un controllo, per chi viene dall'estero". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine dell'incontro con i vincitori del concorso regionale, annunciando due ordinanze sulle quali l'esecutivo regionale sta lavorando. "La seconda ordinanza - ha spiegato il governatore - riguarda gli arrivi in Campania dei pullman che provengono dai paesi dell' Est Europa. Continuano ad arrivare pullman senza alcun controllo. Abbiamo rilevato che la la maggior parte dei focolai sono di importazione. Dobbiamo trovare forme di controllo preventivo". "Noi - sottolinea De Luca- dobbiamo essere attenti perché si apre l'anno scolastico. Ci stiamo preparando sia alle vaccinazioni di massa, sia ai vaccini antinfluenzali che agli screening sierologici che cercheremo di fare a tutto il personale scolastico. Parliamo di 180 mila test che dobbiamo fare. È evidente però che se non scatta un nuovo senso di responsabilità per i cittadini, è tutto vano. Mascherine sempre se c'è assembramento. È l'unica forma di protezione che abbiamo". 

13:26 - Due morti all'ospedale Cotugno di Napoli

Due decessi all'Ospedale Cotugno di Napoli per Coronavirus. Si tratta di un uomo di 85 anni, affetto da numerose patologie pregresse e di un altro uomo di 46 anni, arrivato in condizioni critiche al pronto soccorso. Entrambi erano ricoverati in terapia sub intensiva. A ora, al Cotugno, ci sono sette ricoverati positivi al Coronavirus: quattro in sub intensiva e tre in reparto ordinario.

13:22 - Maxisequestro termoscanner pericolosi a Salerno

Non erano conformi alle direttive comunitarie e avrebbero potuto arrecare potenziali danni alla salute dei consumatori. La guardia di finanza ha effettuato un maxi-sequestro di termoscanner, segnalando all'autorità giudiziaria tre persone che dovranno rispondere di frode nell'esercizio del commercio. 

12:26 - Vincenzo De Luca: "Troppo rilassati, rischi a settembre"

Sul Coronavirus "bisogna fare attenzione, avere attenzione e senso di responsabilità. C'è stato un rilassamento grave. Noi stiamo valutando quotidianamente la situazione. Non è drammatica a condizione che ci sia senso di responsabilità da parte di tutti i cittadini. C'è stato un rilassamento preoccupante in questi mesi e rischiamo di non arrivare neanche al mese di settembre". Lo ha detto a Salerno il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

12:19 - Vincenzo De Luca: "Controlli per chi scende da bus dall'estero"

"Vogliamo fare in modo che nessuno scenda dai pullman senza un controllo, per chi viene dall'estero". Lo ha detto il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, a margine dell'incontro con i vincitori del concorso regionale, annunciando due ordinanze sulle quali l'esecutivo regionale sta lavorando. "La seconda ordinanza - ha spiegato il governatore - riguarda gli arrivi in Campania dei pullman che provengono dai paesi dell' Est Europa. Continuano ad arrivare pullman senza alcun controllo. Abbiamo rilevato che la la maggior parte dei focolai sono di importazione. Dobbiamo trovare forme di controllo preventivo. Noi dobbiamo essere attenti perché si apre l'anno scolastico. Ci stiamo preparando sia alle vaccinazioni di massa, sia ai vaccini antinfluenzali che agli screening sierologici che cercheremo di fare a tutto il personale scolastico. Parliamo di 180mila test che dobbiamo fare. È evidente però che se non scatta un nuovo senso di responsabilità per i cittadini, è tutto vano. Mascherine sempre se c'è assembramento. È l'unica forma di protezione che abbiamo".

7:28 - Nelle carceri campane sette casi durante lockdown

In Campania, durante il lockdown, sono stati quattro i casi di detenuti che hanno contratto il Coronavirus, a cui si aggiungono tre del personale sanitario e tre tra il personale di polizia penitenziaria. Sono i dati contenuti nel report annuale sullo stato delle carceri, illustrato dal Garante dei detenuti della regione Campania, Samuele Ciambriello. In Campania i primi casi di positività tra le persone detenute sono stati registrati ad aprile. Attraverso l'applicazione dei protocolli sanitari, molti alla prevenzione del contagio, il virus non si è diffuso in carcere, nonostante il tasso di sovraffollamento nelle carceri della Campania. L'emergenza sanitaria in ambito penitenziario è stata affrontata attraverso l'attuazione di collaborazione interistituzionali e multidisciplinari.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24