Coronavirus Campania, de Magistris: "Coraggio per ripartire"

Campania
©Ansa

Così il sindaco di Napoli: "Mentre noi veniamo bloccati dalla paura c'è un'epidemia sociale, economica e del lavoro che dilaga e rischia di prefigurarsi un autunno devastante che il nostro Paese non può permettersi". A Scampia tre persone positive in un campo nomadi

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

“Credo che si debba interrompere la stagione del terrorismo psicologico e dell'allarmismo fine a se stesso. Questo non significa essere approssimativi e superficiali ma ora si deve avere coraggio per ripartire stando attenti dal punto di vista sanitario”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della presentazione quest'oggi del programma Estate a Napoli.

Intanto, tre persone sono risultate positive all'interno del campo nomadi di Scampia. Attesi nel pomeriggio gli esiti di nove tamponi. (DIRETTA)

19:15 - Fase 3, de Magistris: "Con turisti camorra fa passo indietro"

"Quando la città è piena di persone e di cultura, il criminale fa un passo indietro, adesso c'è il rischio che quel passo indietro diventi un passo in avanti". È l'allarme lanciato dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris a margine del Premio Ammaturo in corso al Museo Diocesano di Napoli. "Per evitare questo dobbiamo far presto a ripartire sul piano culturale, economico e turistico - ha spiegato - e chiedere alle forze dello Stato di scongiurare che ci sia una ripresa del consenso sociale criminale, anche nei termini di una criminalità fintamente benefattrice che porta denaro alle persone in difficoltà".

17:51 - De Luca: "Se ci sono focolai si chiude tutto"

"Tutti i territori sono sotto rigoroso controllo. Quando ci sono situazioni che consideriamo pericolose dal punto di vista dell'espansione del contagio qui si decide in 24 ore di chiudere tutto". Lo sostiene il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in caso di un peggioramento del focolaio di covid19 nel campo rom di Scampia, che è in attesa dei risultati di nove nuovi tamponi che sono stati fatti oggi. "Abbiamo avuto - ha riassunto De Luca - due giorni fa una giovane donna rom che dai controlli nelle strutture sanitarie è risultata positiva. Ci siamo preoccupati moltissimo, il campo di Scampia è un campo comunale che ospita centinaia di rom. Siamo partiti immediatamente con i tamponi come capita per tutti i positivi che rintracciamo in relazione ai contatti più stretti avuti dalla signora. Abbiamo fatto i tamponi immediatamente ai familiari e due sono risultati positivi". A proposito di provvedimenti immediati sul possibile isolamento del campo, De Luca ha aggiunto: "Come sapete in Lombardia si sta ancora discutendo e dibattendo se l'istituzione delle zone rosse fosse competenza del governo regionale o nazionale e mentre si sviluppavano i dibattiti la gente moriva. Qui quando c'è l'ombra di un focolaio pericoloso si chiude tutto. Salvare la vita persone è la priorità assoluta".

17:11 - De Luca: "Sotto controllo situazione campo rom Scampia"

La situazione nel campo rom di Scampia è "assolutamente sotto controllo. Abbiamo informato il ministero della salute e quello dell'interno della situazione, perché se avessimo trovato molti più contagi avrei deciso la messa in quarantena di tutto il campo rom per 15 giorni". Lo afferma il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, commentando il focolaio nel campo rom dell'area nord di Napoli che ha attualmente tre contagiati. "Grazie a Dio - ha aggiunto De Luca - abbiamo a oggi solo i due tamponi positivi del padre e dello zio che convivevano con la signora. Dunque senza nessuna drammatizzazione, come capita per tutti i positivi, si fanno i tamponi ai contatti più stretti e si mette la situazione sotto controllo. Ovviamente padre e zio sono in isolamento e devono aspettare i 15 giorni".

16:58 - In Campania otto nuovi positivi

Otto nuovi positivi al Covid 19 su 1.846 tamponi esaminati: è il dato diffuso oggi dall'Unità di crisi della Regione Campania. Nessun decesso, il totale vittime resta a quota 432. I positivi registrati dall'inizio dell'epidemia salgono a 4.787 su 306.363 tamponi. Il totale dei guariti è di 4.096, più uno rispetto a ieri.

15:40 - Parte Estate a Napoli, arte e cultura per ripartire

Anche nell'estate 2020, caratterizzata dalla convivenza con il Covid, Napoli avrà il suo programma di eventi, spettacoli e mostre. I napoletani e i turisti, per lo più italiani, che visiteranno il capoluogo campano potranno trascorrere serate all'insegna della cultura e dell'arte. Parte infatti il prossimo weekend il fitto cartellone messo in piedi dal Comune di Napoli. Slogan della manifestazione, giunta alla 41esime edizione, è 'Sosteniamo la cultura. Diffondiamo la bellezza' e propone un'estate all'insegna del protagonismo dei territori, della trasversalità e della eterogeneità della proposta e del coinvolgimento dei lavoratori dello spettacolo.
''Non è stato facile realizzare tutto questo - ha affermato il sindaco, Luigi de Magistris - perché eravamo già in corsa per un'Estate a Napoli 'tradizionale', la pandemia ha rivoluzionato il programma che resta di alto livello. Ancora una volta Napoli si conferma città della cultura, dell'arte e degli artisti. I primi riscontri della rinascita culturale in città - ha aggiunto - sono significativi e sappiamo quanta economia può muovere la cultura sia in termini di lavoro che di attrattiva''. Il cartellone accompagnerà la città fino a ottobre con eventi e spettacoli tutte le sere in diverse location dal centro alle periferie ''offrendo - ha sottolineato l'assessore alla Cultura, Eleonora de Majo - un'occasione di socialità culturale al pubblico e di lavoro ai lavoratori dello spettacolo''.

14:22 - Atteso esito di 9 tamponi eseguiti nel campo rom di Scampia

Sono attesi per oggi pomeriggio i risultati dei nove nuovi tamponi effettuati questa mattina dall'Asl Napoli 1 nel campo rom di Scampia, dove attualmente si registrano tre positivi al covid19. Dall'Asl Napoli 1 si apprende che al momento l'uscita dal campo rom è stata vietata solo ai due familiari positivi della 17enne incinta trovata positiva due giorni fa e che è attualmente ricoverata al II Policlinico di Napoli, nel reparto per le donne gravide positive al covid19. Gli altri residenti del campo rom non sono sottoposti a restrizioni. Gli altri due rom, positivi sono intanto sottoposti in queste ore a una valutazione medica per decidere il loro eventuale ricovero in una struttura della rete covid della Regione Campania.

14:16 - de Magistris: “Basta allarmismo, coraggio per ripartire”

“Credo che si debba interrompere la stagione del terrorismo psicologico e dell'allarmismo fine a se stesso. Questo non significa essere approssimativi e superficiali ma ora si deve avere coraggio per ripartire stando attenti dal punto di vista sanitario, auspicando che le autorità sanitarie si preparino a un eventuale aumento dei contagi, ma i cittadini, gli imprenditori, i commercianti, i tour operator devono riprende a vivere”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine della presentazione del programma Estate a Napoli. Secondo il sindaco, “questa non può essere la stagione del sopravvivere perchè mentre noi veniamo bloccati dalla paura c'è un'epidemia sociale, economica e del lavoro che dilaga e rischia di prefigurarsi un autunno devastante che il nostro Paese non può permettersi e sono molto preoccupato perchè c'è anche da parte del Governo lentezza nel mettere in atto le misure che si è impegnato a prendere”. 

12:32 - Positivi una donna incinta e due parenti a Scampia

Una ragazza di 17enne anni incinta positiva al covid19 insieme a due componenti della stessa famiglia. E' il quadro della situazione nel campo rom di Scampia, area periferica a nord di Napoli, reso noto oggi da Il Mattino. Secondo quanto apprende l'ANSA dall'Asl Napoli 1, ieri sono stati sottoposti a tampone 11 persone del nucleo familiare della 17enne che abitano tutti nella stessa una casa. Due sono risultati positivi. L'Asl ha, quindi, acquisito informazioni dai due contagiati e ricostruito così la catena delle relazioni. Stamattina ha sottoposto a tampone altre 9 persone non imparentate con la ragazza, sposata con un coetaneo, che vivono nello stesso campo rom. I risultati sono attesi per oggi: al momento la situazione è sotto controllo. Il campo rom è sotto sorveglianza da parte dell'Asl: agli abitanti è stato chiesto di non uscire. I servizi sociali sono stati incaricati di rifornire generi alimentari e medicinali agli abitanti.

11:45 – 60 mila mascherine irregolari sequestrate dai Nas

Anche durante la Fase 3 continuano le operazioni dei Carabinieri del Comando per la Tutela della Salute contro speculazioni e frodi nel contesto dell'emergenza coronavirus. Un totale di circa 60.000 mascherine irregolari sono state, infatti, di recente sequestrate tra Napoli e Pescara. I Carabinieri del Nas di Napoli, a seguito di un controllo presso un deposito all'ingrosso di dispositivi medici, hanno sequestrato circa 24.000 maschere poiché prive della marcatura CE. I dispositivi, provenienti dall'Asia, erano stati immessi sul mercato ma erano privi di istruzioni per l'impiego, per la manutenzione o altra indicazione in lingua italiana. Un'operazione simile è stata compiuta anche dal Nas di Pescara. I militari abruzzesi, hanno denunciato all'Autorità Giudiziaria il titolare di una ditta fornitrice di mascherine e sequestrato 6.000 dispositivi per la protezione delle vie respiratorie irregolari. L'indagato le aveva vendute a uno stabilimento per la lavorazione di carni avicole.

10:18 - 300 lavoratori del settore edile in piazza a Napoli 

Circa 300 persone del settore edile stanno protestando in piazza del Plebiscito a Napoli. Sono i lavoratori della Atc, associazione tecnici e costruttori, che chiedono garanzie per poter tornare al lavoro. In piazza del Plebiscito, i manifestanti hanno disposto a terra, i caschetti di protezione che si indossano quando si lavora e con degli striscioni chiedono di "avviare piani di rilancio reali del settore edile". Una delegazione dei manifestanti, fa sapere il presidente di Atc Rossano Ricciardi, sarà ricevuta in Prefettura. Al tavolo saranno esposte le richieste dei lavoratori. "Ci hanno bloccato non possiamo più ripartire né lavorare - dice l'architetto Luca Perla - molto clienti sono fermi in attesa dell'Ecobonus". E intanto le aziende del settore registrano, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, "un calo del fatturato del 40%" e, in alcuni casi, perdite anche maggiori. "Spero che ci ascoltino - conclude - che da questo incontro possa uscire la nostra voce e possano essere portate le nostre necessità e richieste”.

7:35 – In Campania nelle ultime ore nessun contagio e nessun decesso

Nessun positivo su 1.098 tamponi effettuati. È il dato diffuso dall'Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Dall'ultimo bollettino emerge che non ci sono stati decessi mentre c'è stato un guarito. Complessivamente il totale dei positivi è di 4.779; il totale dei tamponi è di 304.517.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.