Coronavirus Campania: zero decessi. De Magistris: "Caso Scampia sotto controllo"

Campania
©Ansa

In regione anche un guarito e quattro nuovi positivi. Intanto, il sindaco di Napoli fa il punto sulla situazione di Scampia: ''Questo non significa che non bisogna stare attenti a ogni episodio che si può verificare. Da parte nostra abbiamo attivato tutte le iniziative necessarie''

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Zero vittime, un guarito e quattro nuovi positivi: è il bilancio sul fronte Covid delle 24 ore appena trascorse, secondo i dati dell'Unità di crisi. I nuovi contagi sono stati rilevati su 1.222 tamponi eseguiti; il totale dei positivi sale così a 4.791 su 307.585 tamponi. Il numero delle vittime resta fermo a 432, quello dei guariti sale a 4.097.
''Ci siamo attivati subito con gli assessorati, al di là di quello che devono fare l'Asl e la Regione, per verificare e accertarci che non ci sia alcun pericolo per la popolazione. I dati sono tutti rassicuranti, la situazione è sotto controllo''. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in relazione ai casi di contagio all'interno del campo rom di Scampia. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:57 - Maxi sequestro di mascherine chirurgiche nel Salernitano

I funzionari dell'Agenzia Dogane e Monopoli del Reparto Antifrode di Salerno hanno sequestrato 250.000 mascherine chirurgiche dichiarate "Dispositivi Medici". Dai controlli effettuati sono emerse criticità relative sia alla mancanza di riscontri in ordine agli accordi commerciali prodotti su richiesta dell'Autorità doganale, sia alla veridicità delle certificazioni di conformità. Il legale rappresentante della società è stato denunciato all'Autorità Giudiziaria e a suo carico risulta incardinato un procedimento penale, nell'ambito del quale si è proceduto al sequestro delle mascherine per i successivi approfondimenti di indagine.

17:16 - In Campania zero vittime e quattro nuovi contagi

Zero vittime, un guarito e quattro nuovi positivi: è il bilancio sul fronte Covid delle 24 ore appena trascorse, secondo i dati dell'Unità di crisi. I nuovi contagi sono stati rilevati su 1.222 tamponi eseguiti; il totale dei positivi sale così a 4.791 su 307.585 tamponi. Il numero delle vittime resta fermo a 432, quello dei guariti sale a 4.097.

16:22 - De Luca: "Movida distanziata? Grande bugia"

"L'Italia rimane il Paese del fare finta. Quando diciamo che si fa la movida ma con 2 metri di distanziamento è una grande palla. Quanto alle scuole: si possono fare gli screening di massa e le mascherine per tutti e basta". Lo ha detto il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca intervenendo al congresso Alis (Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile) a Sorrento. "Siamo in un territorio e in una comunità - ha aggiunto - che vanno disciplinati. Dall'inizio della pandemia ho avuto il terrore di perdere il controllo del territorio dell'area metropolitana di Napoli che in certi quartieri ha una densità di 30 mila abitanti per chilometro quadrato, come Singapore. Se l'avessimo perso avremmo avuto un'ecatombe, avremmo contato i morti a migliaia e non a decine. In Lombardia stanno ancora discutendo di chi sia la competenza delle zone rosse, noi invece le abbiamo decise e istituite in mezz'ora ad Ariano Irpino, nel Vallo di Diano, a Mondragone".

16:18 - De Luca: "Abbiamo anticipato di 20 giorni le misure del Governo"

Sull'emergenza covid19 "abbiamo anticipato di 20 giorni le misure prese poi dal governo. Ci ricordiamo alcune frasi come 'Milano non si ferma', 'Bergamo non si ferma'. Un segretario di partito che è anche un mio amico è andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c'è ha beccato il Covid". Lo ha detto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, intervistato da Bruno Vespa a Sorrento, al congresso Alis (Associazione Logistica dell'Intermodalità Sostenibile). "Non gli ho fatto il malocchio - ha aggiunto De Luca - mi sono solo difeso con le unghie e con i denti, per esempio rispetto al rientro dalla Lombardia di nostri concittadini. Abbiamo anticipato le decisioni prese dal Nord con grande ritardo, il 22 febbraio abbiamo bloccato le gite scolastiche, poi chiuso i locali della movida, chiuso tutto subito. Abbiamo tenuto conto di tutti i rischi e credo che abbiamo fatto un miracolo doppio perché, anche se non se ne parla, la Regione Campania è quella che riceve meno di tutte le regioni d'Italia come riparto del fondo sanitario nazionale. Quindici anni fa si decise di ripartire i fondi sulla base dell'età media e della deprivazione sociale sui dati di reddito medio, e ambiente). Nel corso degli anni i 2 criteri si sono ridotti alla sola età anagrafica e quindi ogni anno veniamo depredati di 300 milioni euro. I miei colleghi se ne fregano perché per non perdere soldi non guardano in faccia a nessuno, c'è un blocco di potere del tutto indifferente alla correttezza dei criteri".

15:27 - Prefetto Napoli: "Monitoriano situazione a Scampia"

"Al campo rom di Scampia l'organizzazione sanitaria ha fatto tutto quello che doveva fare ci sono stati numerosi tamponi negativi, alcuni positivi posti in isolamento fiduciario, ho letto anche che il governatore De Luca afferma che la situazione è sotto controllo dal punto di vista sanitario". Lo ha detto il prefetto di Napoli, Marco Valentini, a margine del congresso della Lega delle Autonomie Locali Italiane a Napoli. "Per quello che riguarda le forze ordine - ha aggiunto - c'è un controllo ordinario come avviene normalmente da parte delle forze ordine e delle forze armate intorno al campo ma non ci sono misure aggiuntive o zone rosse proprio perché dal punto di vista sanitario la situazione è pienamente sotto controllo. Noi restiamo comunque in costante coordinamento con l'unità di crisi della Regione, con il Comune di Napoli e con le forze dell'ordine per eventuali necessità di interventi rapidi".

14:59 - Asl: "Sotto controllo situazione campo Rom a Scampia"

È stata ricostruita la catena delle relazioni della 17enne del campo Rom di Scampia, periferia nord di Napoli, risultata positiva al covid. La situazione nel campo, fanno sapere dalla Asl Napoli 1 centro, è sotto controllo: tra i contatti della ragazza incinta non ci sono altri casi positivi. La Napoli 1 Centro fa sapere di aver ricostruito, assieme all'Unita di Crisi regionale, la catena dei contatti con un'approfondita indagine epidemiologica svolta direttamente sul campo. È stato così possibile definire una stretta convivenza della donna oltre che con il marito, con altre 10 persone che sono state tutte prontamente sottoposte a tampone. Dei soggetti esaminati solo 2 sono risultati positivi al Covid (il marito e lo zio della donna). Gli altri 9 tamponi hanno dato esito negativo. Intercettati e positivi tre familiari arrivati in auto dalla Serbia. Dopo aver acquisito nuove informazioni sugli spostamenti di alcuni familiari della giovane donna, l'indagine epidemiologica è stata poi ampliata e sono stati eseguiti ulteriori 11 tamponi, dei quali 3 sono risultati positivi. A risultare positivi sono stati proprio i tamponi eseguiti nei confronti di familiari del marito della giovane donna dalla quale tutto ha avuto origine. I tamponi ai tre familiari della giovane donna sono stati eseguiti al loro arrivo a Napoli. I tre erano giunti durante la notte, in auto, direttamente dalla Serbia dopo aver appreso la notizia della positività dei familiari. Durante la notte l'Asl Napoli 1 Centro ha provveduto ad esaminare altri 29 tamponi eseguiti in serata, sempre in linea con il concetto di contact tracing. Tutti i tamponi sono risultati negativi, ma resta alta l'attenzione sullo stato di salute dei positivi che ad oggi continuano ad essere asintomatici. In definitiva, su 50 tamponi solo 6 sono risultati positivi nell'ambito di una popolazione stimata di circa 450 persone delle quali 30 bambini con meno di 2 anni. Il monitoraggio e la sorveglianza continuano sul campo grazie al personale dell'Asl Napoli 1 Centro e già ieri sono state distribuite le mascherine della Regione sia agii adulti che ai più piccoli.

12:15 - Luigi de Magistris: "Situazione Scampia sotto controllo"

''Ci siamo attivati subito con gli assessorati, al di là di quello che devono fare l'Asl e la Regione, per verificare e accertarci che non ci sia alcun pericolo per la popolazione. I dati sono tutti rassicuranti, la situazione è sotto controllo''. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in relazione ai casi di contagio all'interno del campo rom di Scampia. ''A Napoli abbiamo due nuclei familiari positivi che sono circoscritti'' ha riferito il sindaco che ammonisce: ''Questo non significa che non bisogna stare attenti a ogni episodio che si può verificare. Da parte nostra abbiamo attivato tutte le iniziative necessarie''.

9:50 - Negativi i 29 tamponi nel campo nomadi di Scampia

Hanno dato esito negativo al Coronavirus i 29 tamponi eseguiti nella giornata di ieri, nel campo nomadi di Scampia, periferia nord di Napoli. Questo è quanto fa sapere la Asl Napoli 1 centro, rendendo noti i risultati dei tamponi effettuati ieri dalla equipe inviata nel campo. Erano risultati positivi, nei giorni scorsi, una ragazza di 17 anni incinta, trasferita nel Policlinico Federico II di Napoli, con due componenti della stessa famiglia e, nella serata di ieri, erano stati registrati altri tre nuovi casi di persone contagiate dal Coronavirus. In totale, stando ai dati forniti nella serata di ieri, sono sei i positivi del campo di Scampia.

7:45 - Campania, norme attuali prorogate al 31 luglio

"Con l'ordinanza n. 62 firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, sulla base della attuale situazione epidemiologica - che al momento non presenta significativi scostamenti rispetto a quella rilevata alla data di adozione delle precedenti misure di prevenzione e contenimento del contagio - sono state confermate tutte le disposizioni delle ordinanze regionali vigenti alla data del 14 luglio 2020. Le stesse sono state prorogate fino al 31 luglio, fatto salvo il risultato il monitoraggio costante della situazione epidemiologica in Campania da parte dell'Unità di Crisi": così in una nota. "L'ordinanza n.62 raccomanda inoltre la puntuale e scrupolosa osservanza, da parte sia dei cittadini che degli esercenti, delle misure di prevenzione del rischio di contagio e richiama le sanzioni previste per l'eventuale inosservanza".

7:39 - Altri tre positivi nel campo nomadi di Scampia

Tre nuovi positivi nel campo rom di Scampia, su nove tamponi eseguiti ieri. Lo apprende l'ANSA da fonti qualificate dell'Asl. I tre positivi di ieri sono asintomatici e quindi restano nel campo rom dell'area nord di Napoli, in isolamento. In totale salgono quindi a sei i positivi al Covid-19 del campo rom napoletano. I tre di ieri si aggiungono alla 17enne incinta che è al Policlinico Federico II di Napoli e ai suoi due parenti stretti, che sono in isolamento nell'insediamento. L'Asl sta proseguendo il contact tracing dei positivi e già stasera ha inviato una equipe per effettuare altri tamponi.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24