Coronavirus Campania, nove nuovi contagi in Irpinia: si teme focolaio

Campania
©Ansa

Preoccupano i nove nuovi contagi da Covid-19 in provincia di Avellino, accertati nelle ultime 48 ore. A quanto si apprende, i possibili focolai sarebbero stati originati probabilmente da persone che rientravano da paesi esteri

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Preoccupano i nove nuovi contagi da Covid-19 in provincia di Avellino, accertati nelle ultime 48 ore. A quanto si apprende, i possibili focolai sarebbero stati originati probabilmente da persone che rientravano da paesi esteri. Sei persone residenti a S.Lucia di Serino sono risultate positive ai tamponi al Moscati di Avellino; un contagiato a S.Michele di Serino; due a Rotondi, appartenenti allo stesso nucleo familiare, mentre per altri due di Serino si attende l'esito del secondo test dopo che erano risultate negative al primo. A Moschiano, dove una 32enne era risultata positiva venerdì al tampone dopo essersi recata in ospedale per partorire, 40 persone che abitano nella palazzina in cui risiede la donna sono state sottoposte ad isolamento e a tampone. L'azienda ospedaliera "Moscati" di Avellino, temendo la possibilità di dover fronteggiare eventuali focolai, ha riaperto la palazzina Covid. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:01 – In Campania 27 nuovi casi e nessun decesso

Sono 27 i nuovi casi registrati oggi in Campania, il totale dei contagiati dall'inizio dell'epidemia di Covid-19 sale così a 4.746, un paziente guarito, che porta il dato complessivo a 4.087, e nessun decesso, che restano 432. I tamponi effettuati sono 775 per un totale di 293.368 dall'inizio dell'emergenza. Questi i dati ufficiali forniti dall'Unità di crisi regionale per la realizzazione di misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

14:23 - Nove nuovi contagi in Irpinia, si teme focolaio

Preoccupano i nove nuovi contagi da Covid-19 in provincia di Avellino, accertati nelle ultime 48 ore. A quanto si apprende, i possibili focolai sarebbero stati originati probabilmente da persone che rientravano da paesi esteri. Sei persone residenti a S.Lucia di Serino, tra cui un venezuelano di 69 anni ma da dieci anni residente in Irpinia, ricoverato sabato scorso in condizioni critiche anche per patologie pregresse, sono risultate positive ai tamponi al "Moscati" di Avellino; un contagiato a S.Michele di Serino; due a Rotondi, appartenenti allo stesso nucleo familiare, mentre per altri due di Serino si attende l'esito del secondo test dopo che erano risultate negative al primo. A Moschiano, dove una 32enne di nazionalità romena era risultata positiva venerdì al tampone dopo essersi recata in ospedale per partorire, 40 persone che abitano nella palazzina in cui risiede la donna, sono state sottoposte ad isolamento e sottoposte a tampone L'azienda ospedaliera "Moscati" di Avellino, temendo la possibilità di dover fronteggiare eventuali focolai, ha riaperto la palazzina Covid. La donna romena, le cui condizioni insieme a quelle del bambino sono ritenute buone dai sanitari dell'azienda universitaria "Federico II" di Napoli era recentemente tornata in Italia da un viaggio in patria a bordo di un pulmino insieme ad altri connazionali. Anche l'eventuale cluster di San Michele di Serino, sarebbe stato originato da persone, forse asintomatiche, tornate recentemente in Italia dall'estero.

14:11 - Napoli Teatro Festival, 'Settimo senso' al Bosco Capodimonte

Martedì 7 luglio al Napoli Teatro Festival Italia prima assoluta di 'Settimo senso', da un racconto di Ruggero Cappuccio, per la regia di Nadia Baldi, con Euridice Axen (cortile della Reggia del Real Bosco di Capodimonte, alle ore 21.00). Lo spettacolo, coprodotto da Khora Teatro e Fondazione Campania dei Festival porta in scena un immaginario dialogo tra una donna e un uomo: lo stupore deflagra quando l'uomo si accorge che la presenza femminile è in tutto e per tutto uguale a Moana Pozzi. Lei coglie la sorpresa e lo irretisce in un dialogo misterioso enunciando la sua idea di pornografia, lanciando provocatorie affermazioni contro il potere, la politica, l'arrivismo. La donna spiazza lo scrittore dicendogli che lui sta sicuramente progettando un articolo-rivelazione sulla falsa morte di Moana Pozzi. Gli propone poi un gioco: in una notte dovrà decidere se corteggiarla o tradirla con uno scoop. Settimo senso andrà in live streaming mercoledì 8 luglio ore 21 sui canali di CRC e sulla piattaforma Ecosistema digitale per la cultura della Regione Campania.

13:26 - De Luca: "Dopo pandemia torna il pollaio politico"

"Abbiamo retto tre mesi durante la pandemia, poi è ricominciata in politica la balcanizzazione e il pollaio permanente, la mancanza di razionalità nell'azione pubblica"14:20 - De Luca: “Milano non si ferma e poi hanno registrato migliaia morti”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel suo intervento al convegno di Industria Felix a Napoli. De Luca ha spiegato che in Italia è tornata "la logica del fare finta e del mezzo mezzo, del non decidere mai fino in fondo senza poi fare una verifica dei risultati di quello che si propone. L'epidemia avrebbe dovuto spingerci a cambiare tutto e per due o tre mesi abbiamo avuto la sensazione di potere e dovere cambiare le gerarchie dei valori, la qualità della politica delle istituzioni, poi sono tornati l'accapigliamento continuo e gli ideologismi. Non so se riusciremo mai a liberarci di questi vizi". "In Campania abbiamo contenuto il Covid-19 in maniera straordinaria, adottando misure anche venti giorni prima del governo nazionale. Si diceva 'Milano non si ferma', 'Bergamo non si ferma', non si fermavano e poi hanno registrato morti a migliaia", ha aggiunto De Luca il quale ha fatto riferimento alla Lombardia anche sottolineando l'efficienza nei tempi di pagamento in sanità. "Siamo i primi in Italia - ha detto - a pagare i fornitori in sanità, voi magari pensavate fosse la Lombardia, ma dopo il Covid 19 avete perso queste certezze. Ora la comunità campana deve essere unita e deve imparare a combattere. Non siamo rappresentanti del sud straccione e della cialtroneria che è ancora presente in tante istituzioni e che produce solo chiacchiere e debito pubblico".

12:53 - Oltre 30mila arrivi nel weekend per Ischia e Procida

Oltre 30mila arrivi questo weekend per le isole di Ischia e Procida, secondo i dati della Guardia Costiera. Grazie anche alla eliminazione delle restrizioni alle stazze passeggeri di navi e aliscafi entrata in vigore domenica, ad Ischia sono sbarcati in tre giorni più di 25mila persone e 2.700 veicoli; a Procida registrati invece 5.821 passeggeri in arrivo con 349 veicoli. La grande maggioranza dei vacanzieri ha comunque lasciato le isole entro la domenica, con 17mila partenze per Ischia e ben 4.900 per Procida.

12:35 - Ercolano, dall'8 luglio riapre biglietteria al pubblico

Dall'8 luglio riapre al pubblico la biglietteria del Parco archeologico di Ercolano. E così turisti e gruppi di visitatori, oltre a poter acquistare on line i biglietti, procedura vivamente consigliata per assicurarsi di visitare il sito all'ora desiderata ed evitare assembramenti, potranno farlo anche in presenza. L'apertura della biglietteria rispetterà l'orario 10:30-19:30 (ultimo ingresso ore 18) con giorno di chiusura settimanale il martedì. Rimangono in vigore le tariffe agevolate post covid con biglietto singolo a 10 euro, mentre per i giovani tra i 18 e 25 anni il biglietto sarà di due euro; ingressi gratuiti e riduzioni come da normativa. Sempre dall'8 luglio verranno ampliate le restrizioni di contingentamento per ogni fascia oraria, e l'accesso sarà permesso a venticinque persone ogni 15 minuti, compresi bambini e ragazzi.

11:10 - Di nuovo 100% passeggeri su navi e aliscafi Ischia e Procida

Navi ed aliscafi per Ischia e Procida possono tornare al 100 % della capienza dei passeggeri: lo ha stabilito l'ordinanza del governatore, Vincenzo De Luca, che ha eliminato le restrizioni anti covid imposte nei mesi scorsi derogando di fatto all'obbligo del distanziamento sociale di almeno un metro. Resta per i passeggeri l'obbligo di indossare la mascherina a bordo e quello per le compagnie di igienizzazione delle unità navali e pulizia degli impianti di condizionamento.

10:16 - Luigi de Magistris: "A Napoli ripresa dura, ma c'è"

"La ripresa a Napoli è dura, ma c'è e si vede. Si sta facendo un grandissimo lavoro, tra moltissime difficoltà sempre in attesa che il Governo intervenga come da impegni presi. E mentre a Roma si discute in eterno, nella trincea si lotta senza più munizioni, con le mani nude. Se aspettate il cadavere sociale, economico e politico, sappiate che venderemo cara la pelle della nostra gente". Lo scrive il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, parlando della fase 3 in città. 

7:34 - In Campania 5 casi positivi su 1.848 tamponi

Sono cinque le persone risultate positive in Campania su 1.848 tamponi esaminati. Sono i dati resi noti dall'Unità di crisi della Regione Campania. In totale sono 4.719 i positivi su 292.593 tamponi esaminati. Zero i decessi (il totale è pari a 432) mentre sono due le persone guarite (il totale è di 4.086 persone di cui 4.085 totalmente guariti e 1 clinicamente guariti).

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.