Coronavirus Campania, dal 6 luglio via libera agli sport di contatto

Campania
©Fotogramma

Vincenzo De Luca cancella invece i limiti di orario di chiusura di bar, ristoranti, gelaterie, pub ed altri esercizi di ristorazione, che non avranno più obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli. Via libera da subito alle bande musicali, e alle sagre dal 10 luglio

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Campania

 

Via libera a calcetto e basket dal 6 luglio, sì al ballo nelle discoteche (da sabato 4) in entrambi i casi rispettando le norme del protocollo. Sono alcune delle misure previste in un'ordinanza che sarà firmata stasera dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI)

17:44 - In Campania tre positivi a fronte di 1424 tamponi

Sono tre i pazienti risultati positivi oggi a fronte di 1424 tamponi esaminati. Salgono quindi a 4702 i 'positivi' della Regione Campania su 286812 tamponi processati dall'inizio dell'emergenza Covid. Sono due i pazienti dichiarati guariti oggi. Il totale guariti è di 4080, tutti clinicamente guariti. Vengono considerati clinicamente guariti i pazienti che, dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all'infezione virologicamente documentata da SARS-CoV-2, diventano asintomatici per risoluzione della sintomatologia clinica presentata ma sono ancora in attesa dei due tamponi consecutivi che ne comprovano la completa guarigione).

17:21 - Mondragone, De Luca: "Non sono preoccupato per il turismo sul litorale domitio"

"Non sono assolutamente preoccupato per il turismo sul litorale domitio. Credo che ci possa essere una ripresa importante se si garantiscono le condizioni di sicurezza come stiamo facendo e senza farsi male con le proprie mani". Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca a proposito del focolaio covid19 di Mondragone. "Abbiamo in programma - ha detto a margine di una conferenza stampa - anche un'iniziativa a Mondragone in maniera anche simbolica. Il litorale domitio ha spiagge bellissime e mare pulito, abbiamo potenziato il depuratore di Cuma e il mare è balneabile, c'è una gastronomia di livello superiore almeno dal punto di vista dell'ortofrutta e della mozzarella di bufala che è eccezionale".

16:29 - In Campania stanziati 6 milioni di euro per il Terzo settore 

Via libera della Giunta regionale della Campania per 6.344.813.77 milioni di euro per il Terzo Settore. Si tratta di fondi destinati, attraverso un bando unico di importo pari a 5.077.537,52 euro, ad organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per finanziare attività e interventi di sostegno in relazione ai nuovi bisogni emersi nella attuale fase post emergenziale del Covid19. Il bando introduce inoltre l'attribuzione di un punteggio premiale per il sostegno di progetti ed iniziative che siano presentati da tre o più organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale che dimostrino di saper agire nell'ottica del "fare rete". Una parte dello stanziamento (1.267.276.20, afferenti all'Accordo di Programma 2018) è destinata al cofinanziamento di progetti ed iniziative in graduatoria a seguito della pubblicazione dell'Avviso pubblico del 29/7/2019 non sovvenzionati per esaurimento delle risorse.

15:50 - Mondragone, da Aboubakar Soumahoro cibo e igienizzanti

Generi alimentari e dispositivi di protezione, sono stati consegnati dal sindacalista Aboubakar Soumahoro, noto per le sue lotte a favore dei braccianti agricoli, alla Protezione civile di Mondragone (Caserta) e alla Croce rossa per gli abitanti dei palazzi ex Cirio, complesso residenziale dove è in vigore la zona rossa per 43 casi di Covid emersi tra gli inquilini. I beni sono stati consegnati insieme al personale della coop sociale "Aldilà dei Sogni". "Il cibo, i dispositivi di protezione e gli igienizzanti - dice Soumahoro in un video su facebook - sono per tutti coloro che vivono nei cinque palazzi, sia italiani che bulgari, senza alcuna distinzione. La solidarietà è il vero antidoto al virus”.

15:34 - Da oggi Policlinico Vanvitelli è Covid free 

Il Policlinico Vanvitelli da oggi è Covid free. In giornata sarà dimesso l'ultimo paziente ricoverato presso il Padiglione 3 del Complesso di Cappella Cangiani dell'Azienda ospedaliera universitaria 'Luigi Vanvitelli' di Napoli. Da marzo la struttura ha gestito oltre 50 pazienti colpiti da Covid-19 ed oggi Nicola Coppola, direttore dell'UOC Malattie infettive, dimetterà l'ultimo paziente. Nel periodo dell'emergenza sanitaria, la struttura ha messo a disposizione 25 posti letto per l'esclusiva assistenza e trattamento dei pazienti Covid impiegando medici e personale sanitario specializzato.

13:54 - Mondragone, si dimette il capo della protezione civile comunale

A Mondragone, dove la situazione sanitaria legata ai casi di positività al Covid-19 sembra stabilizzarsi, continua l'onda lunga delle polemiche dopo gli incidenti avvenuti durante la visita del leader della Lega, Matteo Salvini. Il capo della Protezione civile comunale, Aldo Santamaria, si è dimesso dopo le accuse dei consiglieri comunali dell' opposizione di centrodestra, guidati dall'ex sindaco Giovanni Schiappa, secondo i quali il funzionario comunale avrebbe incitato alla contestazione contro il leader della Lega.

13:08 - Fatture da 3,3 milioni di euro per 3 pazienti, indaga Corte Conti Campania

Sta passando al setaccio il contratto stipulato a fine marzo, in piena pandemia, tra Aiop e Regione Campania, l'indagine della Guardia di Finanza di Napoli (Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria) coordinata dalla Corte dei Conti della Campania (sostituto procuratore Davide Vitale) nata in attuazione di una disposizione legislativa che riguardava la possibilità di acquistare, dagli operatori privati (case di cura, cliniche) dei posti letto covid e non covid per fronteggiare l'emergenza sanitaria innescata dal coronavirus. Un'indagine che ha preso spunto da alcune inchieste giornalistiche e di cui si occupa oggi Il Mattino. L'accordo in questione è stato stipulato alla fine di marzo, in piena pandemia, quando la sanità pubblica temeva di non poter essere in grado di sopportare il carico dei ricoveri. Emblematico risulta il caso emerso a Benevento dove, a fronte di tre pazienti curati, le case di cura del posto avrebbero presentato fatture per 3,3 milioni di euro, relativamente al mese di marzo. Le Fiamme Gialle e la magistratura contabile puntano il dito contro l'articolo 7 di quell'accordo, nel quale veniva sancita una remunerazione "a prescindere" per i soggetti privati, solo a fronte della disponibilità dei posti letto, per varie tipologie di interventi (di terapia intensiva ma anche per il mero posto letto) offerti con l'obiettivo di allentare la pressione sull'ospedalità pubblica e consentendole così di procedere all'ampliamento del parco pazienti covid ma anche non covid. L'intesa, in sostanza, prevede che la sanità privata territorialmente competente e accreditata presso ogni Asl ricevesse in cambio, esclusivamente, di questa sua disponibilità, il 95% del budget a disposizione, anche in mancanza di prestazioni. Ed è questo il punto su cui si stanno concentrando le attenzioni della magistratura contabile campana che al momento non esclude il reato di finanziamento illecito. Secondo quanto emerso dall'attività investigativa sarebbero state bloccate le erogazioni da parte delle Asl che pure non hanno nascosto la loro contrarietà all'intesa-contratto, ritenendola anticonveniente in quanto non supportata da una corrispettiva prestazione. Ciononostante alcune tranche di pagamento sarebbero stata state erogate.

7:43 - Messa di ringraziamento a Napoli, in tanti in piazza

Novecento fedeli hanno preso parte alla messa di ringraziamento voluta dal cardinale Crescenzio Sepe, per la pandemia che si spera essere alle spalle. In Piazza del Plebiscito sono state allestite 900 sedie, distanziate le une dalle altre di un metro, con percorsi separati di entrata e di uscita. Una celebrazione liturgica per "ringraziare Dio e quanti, per suo volere, si sono adoperati durante la pandemia", ha detto Sepe. Presenti due postazioni ambulanza della croce rossa, quattro pattuglie appiedate e un camper medico. Tra i presenti in piazza Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, Luigi de Magistris, sindaco di Napoli, il questore Alessandro Giuliano, il prefetto Marco Valentini, che ha proclamato dall'altare una delle letture della messa, l'ex sindaco Antonio Bassolino con Anna Maria Carloni, l'Arma dei carabinieri e l'Associazione nazionale Carabinieri, direttori generali delle Asl e di molti ospedali di Napoli e della Campania. Terminata la cerimonia il cardinale è sceso dall'altare, allestito davanti alla Basilica di San Francesco di Paola, salutando i fedeli e le autorità intervenute.

7:36 - Dal 6 luglio via libera agli sport di contatto

Via libera a calcetto e basket dal 6 luglio, sì al ballo nelle discoteche (da sabato 4) in entrambi i casi rispettando le norme del protocollo. Sono alcune delle misure previste in un'ordinanza che sarà firmata stasera dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca: tra l'altro si prevede la conferma del divieto di vendita di alcolici da asporto - e del consumo di tali bevande in luoghi pubblici - a partire dalle 22. Il presidente della Regione cancella invece i limiti di orario di chiusura di bar, ristoranti, gelaterie, pub ed altri esercizi di ristorazione, che non avranno più obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli. Via libera da subito alle bande musicali, e alle sagre dal 10 luglio; stop ai limiti di presenza sulle imbarcazioni da diporto purché nel rispetto della capienza omologata. L'Unità di Crisi avvierà un'istruttoria volta alla modifica degli attuali limiti di presenza sui mezzi di trasporto regionali, anche marittimi, in ogni caso nel rispetto delle esigenze di sicurezza dell'utenza.

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24