Usa, passeggero di una nave da crociera salvato dopo 15 ore in mare

Mondo

Non è chiaro come l'uomo sia arrivato a tuffarsi dalla nave che faceva rotta verso Cozumel, in Messico 

ascolta articolo

Si era buttato in mare, lanciandosi da una nave crociera. Un uomo di 28 anni è stato salvato dopo essere rimasto per oltre 15 ore in alto mare. Un miracolo, secondo la guardia costiera degli Stati Uniti che ha tratto in salvo il passeggero scomparso mercoledi sera da una nave nel Golfo del Messico. La Bbc racconta che il giovane era al bar dell’imbarcazione Carnival Valor con sua sorella, quando ad un certo punto della serata si è allontanato per andare al bagno e non è più tornato. Dopo un po' sono iniziate invano le ricerche a bordo. Da chiarire la dinamica dell'incidente. 

Avvistato a 30 km dalla costa

approfondimento

Msc battezza "World Europa", la nave da crociera più green del mondo

Dopo l'allarme per uomo in mare, le squadre di soccorso hanno perlustrato l’area per diverse ore. Il 28enne è stato finalmente avvistato giovedì sera a circa 20 miglia (30 km) dalla costa della Louisiana. Le sue condizioni sono stabili. Il tenente Seth Gross della Guardia costiera degli Stati Uniti ha affermato che l'uomo potrebbe essere rimasto in acqua per più di 15 ore. "La permanenza più lunga che io ricordi. E' solo uno di quei miracoli del Ringraziamento", ha dichiarato Gross. Non è chiaro come l'uomo sia arrivato a tuffarsi dalla nave che era in rotta verso Cozumel in Messico.

Mondo: I più letti