Ucraina, in un video mostrato dalla Cnn i camion russi dentro la centrale di Zaporizhzhia

Mondo
Twitter

Le immagini autenticate dal canale americano, che avrebbe geolocalizzato l'origine del filmato. I mezzi disposti in fila a poche centinaia di metri dal reattore nucleare. Mosca nega la presenza di armi all'interno del deposito

ascolta articolo

Un nuovo video che sta circolando online mostra la presenza di mezzi militari russi parcheggiati all'interno della sala turbine connessa a uno dei reattori della centrale nucleare ucraina di Zaporizhizia, occupata dalle truppe di Mosca e al centro dell'attenzione internazionale per il timore di catastrofici incidenti: a scriverlo è la Cnn, aggiungendo di aver geolocalizzato e autenticato il filmato.

Mezzi russi a 130 metri dal reattore nucleare

leggi anche

Ucraina, Lukashenko: "Fermare la guerra per evitare abisso nucleare"

Non è invece chiaro quando le immagini siano state girate. Nelle immagini - scrive la Cnn - si vedono due file di camion militari russi, uno dei quali con il simbolo 'Z' dipinto sul cofano, parcheggiati nella sala turbine a circa 130 metri dal reattore nucleare corrispondente, uno dei sei della centrale. Visibile anche qualcosa che assomiglia a una tenda e alcuni bancali di diverse dimensioni di cui, scrive la Cnn, non è chiaro lo scopo.

Mosca nega la presenza di armi nella centrale

Mosca ha finora detto che l'equipaggiamento militare presente nella centrale riguarda solo il servizio di guardia e ieri il ministero della Difesa russo ha detto che immagini satellitari mostrano chiaramente che nella centrale "non sono presenti armi, specialmente quelle pesanti". L'Ucraina invece accusa l'esercito russo di sparare dall'interno della centrale, facendosene scudo - accuse, queste respinte dalla Russia - e anche di maltrattare il personale ucraino addetto al funzionamento dell'impianto nucleare, il più grande d'Europa., che a giorni dovrebbe essere visitato da esperti dell'Aiea, l'agenzia dell'Onu per l'energia nucleare.

Mosca: "Impossibile smilitarizzarla"

Per Mosca, d'altro canto, "è impossibile creare una zona smilitarizzata presso la centrale, perché solo i sistemi di difesa aerea russi la proteggono dal disastro". Lo ha detto un membro del Consiglio della nuova amministrazione militare-civile della regione, Vladimir Rogov, citato da Ria Novosti, respingendo così l'appello del segretario dell'Onu António Guterres che chiedeva il ritiro delle attrezzature e del personale militare dal territorio di Zaporizhzhia. "Smilitarizzare la centrale la renderebbe ancora più vulnerabile", ha aggiunto Ivan Nechayev, vice-direttore del dipartimento stampa del ministero degli Esteri di Mosca.

I russi pronti a spegnere l'impianto

Intanto, secondo fonti ucraine, la compagnia nucleare statale Energoatom avrebbe dichiarato che le forze russe pianificano di spegnere i blocchi di alimentazione della centrale e di scollegarli dalla rete elettrica di Kiev. "Abbiamo informazioni che le forze di occupazione russe stiano pianificando di spegnere i blocchi di alimentazione della centrale nucleare di Zaporizhzhia e di scollegarli dalla rete elettrica ucraina. Attualmente l'esercito russo è alla ricerca di forniture di carburante per i generatori diesel che dovrebbero essere accesi" dopo lo stop, per alimentare i sistemi di raffreddamento, si legge in una nota di Energoatom, riportata da Ukrinform.

Mondo: I più letti