Golpe in Burkina Faso, media: Presidente Kabore sarebbe in mano agli insorti

Mondo

La notizia è stata diffusa da France 24 che cita fonti locali. Kabore sarebbe in mano ai militari che gli chiedono di firmare le dimissioni entro 72 ore 

E’ sempre più alta la tensione in Burkina Faso dove prosegue la rivolta dei militari che ieri in diverse caserme si sono ammutinati per chiedere le dimissioni dei capi delle forze e armate e "mezzi adeguati" per combattere l'insurrezione jihadista che insanguina il Paese dal 2015.

Catturato il presidente Kabore

approfondimento

Burkina Faso, attacco nel Nord del Paese: almeno 138 morti

Secondo France 24 che cita fonti locali è in atto un colpo di stato da parte dei militari che hanno arrestato il presidente Roch Marc Christian Kabore nella capitale Ouagadougou. I militari chiedono  a Kabore di firmare le sue dimissioni entro 72 ore mentre si attende un loro comunicato.

La notizia dell'arresto di Kabore segue una notte di sparatorie e disordini contro il governo. Le forze della sicurezza, fedeli al presidente, hanno usato gas lacrimogeni per disperdere la protesta. Il ministro della Difesa Aime Barthelemy Simpore ha spiegato che proteste si sono svolte anche in altre città del Burkina Faso. ''Stiamo monitorando la situazione'', ha dichiarato evitando di confermare l'arresto di Kabore. Il ministro ha riferito invece che dieci soldati e cinque civili sono stati arrestati in relazione al tentato golpe.

La cattura

approfondimento

Burkina Faso, giustiziati tre giornalisti europei

I momenti della cattura sono stati ricostruiti da fonti locali a partire dagli spari che sono stati uditi ieri sera vicino alla residenza del presidente. I colpi sarebbero stati sparati da alcune case vicine. Un elicottero, a luci spente, ha sorvolato il quartiere Patte d'Oie dove si trova la residenza e quasi contemporaneamente anche i residenti dei campi militari di Sangoule' Lamizana e Baba Sy nella capitale del Burkinabè hanno sentito colpi di arma da fuoco ad alta intensità. 

La tensione nel Paese

approfondimento

Attacco jihadista in Burkina Faso: 35 civili uccisi

Per tutto il giorno, dei manifestanti avevano dato il loro sostegno ai ribelli e allestito posti di blocco improvvisati in diverse vie della capitale, prima di essere dispersi dalla polizia. Dieci soldati incappucciati hanno preso posizione questa mattina davanti al quartier generale della televisione nazionale, nella capitale Ouagadougou, riferisce un cronista di France Presse. Non è chiaro se i soldati schierati puntino a prendere il controllo della Radio e Televisione Burkinabe' (Rtb) o si tratti uomini fedeli al governo inviati per metterla al sicuro.

Mondo: I più letti