Mike Tyson: "Mi sballo col veleno del rospo, mi ha cambiato la vita"

Mondo

L’ex campione del mondo di pugilato rivela di averlo ingerito 53 volte: “Il rospo del deserto di Sonora spoglia l’ego. Tutto diventa amore"

È l’ultima follia di Iron Mike che picchia duro con il suo nuovo racconto. Al New York Post rivela: "Ho ingerito 53 volte il veleno del rospo del deserto del Sonora. Ma nulla si è avvicinato all’esperienza del mio primo trip. Quella prima volta sono morto. L’ho fatto come sfida. Mi facevo di droghe pesanti come la cocaina, quindi perché no? È un’altra dimensione. Prima di farmi col rospo, ero un relitto. L’avversario più duro che abbia mai affrontato era me stesso. Avevo una bassa autostima. Alle persone con un grande ego capita spesso. Il rospo spoglia l’ego”.

 

Il veleno psichedelico del rospo e l'allevamento di Tyson

Speciali ghiandole sono concentrate sul collo e gli arti del “Sonoran Desert Toad”, anfibio della famiglia dei Bufonidi che per sette mesi l'anno vive sotto terra e secerne un veleno che può essere fumato per ottenere effetti psichedelici. Tyson avrebbe un mini allevamento nel suo ranch nel Sud della California. L’ex stella mondiale della boxe ha raccontato di aver perso 45 chili: “La gente vede quanto sono cambiato. La mia mente non è abbastanza sofisticata per capire cosa è successo, ma la mia vita è drasticamente migliorata. L’intero scopo del rospo è quello di farti raggiungere il massimo potenziale. Guardo il mondo con occhi diversi, tutto è amore”. 

 

Il rospo dopo la tigre

Due anni fa Mike Tyson rese pubblica la sua passione per le tigri. Ne avrebbe possedute almeno tre nella sua vita, di cui una di nome Kenya.

"Avevo una tigre come animale da compagnia, il suo nome era Kenya e pesava circa 250 chili” ha detto l’ex campione. “Le ero molto affezionato, l'ho accudita, dormivo con lei e la tenevo nella mia stanza. È rimasta con me per circa 16 anni, ma poi è diventata troppo vecchia e ho dovuto liberarmi di lei quando i suoi occhi e la sua testa hanno cominciato ad avere dei problemi. E anche perché ha strappato via il braccio a una persona”.

 

Il ritorno sul ring nel 2020

A novembre dello scorso anno è finito in pareggio il ritorno sul ring di Tyson a 15 anni di distanza dal ritiro ufficiale dal pugilato professionistico: nella notte italiana l’ex campione del mondo dei pesi massimi ha chiuso in parità il match esibizione con Roy Jones Jr. Tyson, 54 anni, e Jones, 51, hanno dimostrato aggressività e voglia di lottare fino all'ultimo degli otto round, ciascuno dalla durata di due minuti, allo Staples Center di Los Angeles. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24