Covid, Merkel: no all'obbligo vaccinale

Mondo

L'appello della Cancelliera: "Più persone saranno vaccinate, più saremo liberi". "Parlate nelle famiglie, sul posto di lavoro, dappertutto e incentivate al vaccino", ha detto la Merkel, sottolineando che si è ancora molto lontani dall'obiettivo di avere l'85% dei vaccinati tra i 12 e i 59 anni, e il 90% sopra i 60

Sul fronte Covid in Germania con i numeri molto alti di contagi ci potrebbero essere ulteriori forme, sempre più aggressive, di varianti. (BOLLETTINO - MAPPE) La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che: "Più persone saranno vaccinate, più saremo liberi". Lo ha sostenuto in una conferenza stampa al fianco del presidente del Robert Koch Institut, il centro epidemiologico tedesco, Lothar Wieler, e del ministro alla Sanità Jens Spahn. Rispondendo a una domanda sulle nuove misure decise per esempio in Francia, Angela Merkel ha chiarito che in Germania non c'è l'intenzione di perseguire la strada dell'obbligo vaccinale.

L' appello della Merkel

approfondimento

Covid, Speranza: "Siamo dentro epidemia, oltre 58 milioni di dosi"

Dalla cancelliera è arrivato un vero e proprio appello affinché il più numero di persone accetti di vaccinarsi contro il Covid. "La pandemia ci ha dimostrato che siamo tutti vulnerabili e che dipendiamo l'uno dall'altro", ha spiegato Merkel. "A tutti coloro che sono ancora incerti ripetiamo: una vaccinazione non protegge solo voi, ma anche chi vi sta vicino, chi amate".

"Da Cancelliera continuo a fare campagna a favore della vaccinazione"

La Merkel ha poi aggiunto: "Da cancelliera continuo a fare campagna a favore della vaccinazione, ma certe volte so che è piu' efficace che un figlio, un amico o un familiare parlino del tema. Parlate l'uno con l'altro. Perché abbiamo bisogno l'uno dell'altro".  La Cancelliera ha anche avvertito: "Di fronte a numeri molto alti di contagi ci potrebbero essere ulteriori forme, sempre più aggressive, di varianti".

"Faremo tutto il possibile per evitare un nuovo lockdown"

"In caso di una quarta ondata della pandemia del coronavirus in autunno. Non è detto che accada, per questo ripeto che è necessario continuare a rispettare le regole di distanza e di igiene e di continuare ad areare gli ambienti anche se la quota dei vaccinati cresce". Afferma la Cancelliera che ha aggiunto che: "Lo sviluppo è positivo ma la pandemia non è ancora finita". Una tale scelta, secondo Merkel, "scuoterebbe il senso di fiducia dei cittadini: invece il governo continuerà la strada di fare campagna a favore della vaccinazione". Perché è stata la crescita della vaccinazione, insiste la cancelliera, "ad aver ridotto così rapidamente la terza ondata dei contagi".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24