Parigi, cercasi pietre "esteticamente compatibili" per la Cattedrale di Notre-Dame

Mondo
©Getty

Procedono le attività di restauro della cattedrale di Notre-Dame, distrutta da un incendio il 15 aprile 2019. E proprio per ottenere il miglior risultato possibile, l'organismo incaricato sta cercando delle pietre "esteticamente e fisicamente compatibili" con l'insieme architettonico dell'edificio religioso

La cattedrale di Notre-Dame de Paris sta cercando pietre "esteticamente e fisicamente compatibili" con l'insieme architettonico dell'edificio religioso, nel quadro del mega-restauro a seguito dell’incendio del 15 aprile 2019.

 

A quasi due anni dal terribile rogo che ha in parte devastato uno degli luoghi simbolo della Francia, è arrivato il momento di selezionare le pietre che dovranno sostituire quelle danneggiate nel 2019. E proprio per raggiungere questo obiettivo, è stata anche firmata una convenzione tra l'organismo incaricato del restauro di Notre-Dame e l'Ufficio di Ricerche geologiche e minerali (BRGM), il servizio geologico nazionale della Francia.

 

Le pietre, la cui affinità estetica e fisica con l'insieme architettonico dell'edificio religioso è essenziale, dovranno essere trovate in "quantità importanti", secondo quanto precisato in un comunicato.  Verranno realizzate indagini geologiche nelle cave e test di laboratorio per individuare il tipo di pietra più adatta al restauro. Quelle originarie vennero estratte tra il dodicesimo e il tredicesimo secolo nel sottosuolo di Parigi: erano massi di calcare provenienti da una stratificazione geologica formatasi tra i 41 e i 48 milioni di anni fa.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24