Covid, la Cina torna ad accusare: "Virus arrivato dall’estero da cibi surgelati"

Mondo

Da settimane i giornali governativi stanno dando spazio alle ipotesi che il coronavirus non sia nato a Wuhan ma che sia arrivato dall’estero attraverso cibi surgelati. Secondo l’Oms si tratta di una ricerca “altamente ipotetica” ma si è pronti ad acquisire i dati per capire quanto siano affidabili gli studi cinesi

La città di Wuhan ha dichiarato che sono risultati positivi al nuovo coronavirus tre campioni prelevati dagli imballaggi di alimenti congelati importati.  Secondo la commissione, due campioni sono stati prelevati in un magazzino refrigerato da carne bovina congelata proveniente dal Brasile e il terzo in un altro magazzino da pesce congelato proveniente dal Vietnam. Le spedizioni di alimenti surgelati dai quali sono stati prelevati i campioni contaminati non erano state immesse sul mercato.

Battaglia contro i cibi surgelati esteri

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

Dopo aver sconfitto la prima ondata di contagio, da mesi Pechino ha avviato una dura battaglia contro i cibi surgelati importati. Le autorità sostengono che molti dei casi covid in questa seconda ondata potrebbero essere stati causati dalla presenza del virus sulle confezioni di surgelati arrivate dall’estero.  A metà novembre il ministero dei Trasporti ha rilasciato una serie di linee guida per prevenire la trasmissione di Covid-19 tramite gli alimenti surgelati importati per mezzo di trasporto su strada e acquatico.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.