USA 2020, Donald Trump balla YMCA dei Village People. VIDEO

Mondo

L'utilizzo del brano da parte del presidente degli Stati Uniti è stato al centro di una forte polemica, ma alla fine Victor Willis, il titolare della celebre sigla dei Village People, non si è opposto all'utilizzo da parte dei sostenitori del tycoon

Il presidente Donald Trump balla sulle note di "Y.M.C.A.", pietra miliare della storia LGBT, durante la sua campagna elettorale. L'utilizzo del brano da parte di Trump è stato al centro di una forte polemica, ma alla fine Victor Willis, il titolare unico dei diritti della gloriosa sigla dei Village People (nel video vestito da poliziotto), non si è opposto all'utilizzo da parte dei sostenitori di Trump, che ne hanno riscritto il testo per il presidente e candidato. Willis è stato più disponibile rispetto ad altri cantanti, come ad esempio i Rolling Stones e tempo fa aveva detto di non odiare il tycoon. "Ma dovrebbe almeno ballare su "YMCA" già che c'è" aveva poi aggiunto Willis. E Trump ha colto il suggerimento.

 

La storia della YMCA

 

La canzone nel testo originale si rivolge ad un giovane uomo, invitato alla YMCA, e contiene una serie di doppi sensi. E anche se il titolo della canzone fa riferimento all'associazione giovanile cristiana statunitense Young Men's Christian Association, nel testo si allude a un luogo comune gay, precedente ai moti di Stonewall: le palestre annesse agli ostelli della YMCA, come luoghi di approccio e incontro a scopo sessuale.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.