Usa, il Senato vota contro il ritiro delle truppe da Siria e Afghanistan voluto da Trump

Mondo
trump_getty_04

Approvata una legge che vieta di far rientrare l’esercito prima che venga certificata la sconfitta di Al Qaeda. Il capo operazioni in Medio Oriente: “La guerra all’Isis non è finita”

Donald Trump, come annunciato di recente, vuole ritirare le truppe americane dalla Siria e dall’Afghanistan, ma il Senato mette in guardia la Casa Bianca, approvando una legge che vieta al tycoon di far rientrare l’esercito. Un voto che viene considerato come un vero e proprio schiaffo al presidente statunitense a poche ore dal discorso sullo stato dell'Unione davanti al Congresso. Il provvedimento - che ora andrà alla Camera a maggioranza democratica - chiede anche che prima di iniziare qualunque ritiro deve essere "certificata" la sconfitta di Al Qaeda e Isis.

Capo operazioni in Medio Oriente: “Guerra all’Isis non finita”

Poco prima del voto al Senato, il responsabile dello Us Central Command, il generale Joseph Votel, che supervisiona le operazioni militari americane in Medio Oriente aveva fatto sapere di non essere stato consultato da Trump prima dell'annuncio del ritiro delle truppe Usa in Siria. Votel, parlando al Congresso, ha anche affermato che "la guerra all'Isis non è finita" e che il ritiro Usa potrebbe rivitalizzare l'organizzazione terroristica.

Mondo: I più letti