Cnn: “In Corea del Nord foto rivelano nuova base missilistica”

Mondo

Pubblicate le immagini satellitari ottenute dai ricercatori di un istituto di Monterey. Mostrano una struttura sulla quale si è lavorato anche dopo il vertice sul nucleare di Singapore tra Trump e Kim Jong-un 

Nonostante l’accordo sul nucleare con gli Usa raggiunto a Singapore, nello scorso giugno, la Corea del Nord avrebbe continuato la sua attività, completando una nuova base missilistica a lungo raggio in una regione interna del Paese. Lo dimostrano nuove immagini satellitari pubblicate in esclusiva dalla Cnn e ottenute dai ricercatori del Middlebury Institute di Monterey. Gli scatti dal satellite, secondo il sito del network americano, offrono la prova che la base di missili Yeongjeo-dong e un vicino sito recentemente non segnalato rimangono attivi e sono stati continuamente rinnovati. Un fatto che sottolinea, fa notare la Cnn, quanto siano lontani Washington e Pyongyang sulla denuclearizzazione nonostante cinque mesi di colloqui sporadici. Mentre la base di Yeongjeo-dong è nota da tempo alle agenzie di intelligence e agli analisti statunitensi, i ricercatori del Middlebury Institute hanno detto alla Cnn che le immagini rivelano la costruzione di una nuova struttura a sole sette miglia di distanza dal vecchio sito.

Costruzione continuata dopo accordo Singapore

Le immagini indicano che la Corea del Nord stava costruendo una struttura sotterranea estremamente grande nel 2017 e che questa struttura era ancora in costruzione ad agosto 2018. "La costruzione del sito precedentemente non identificato è continuata anche dopo il summit di Singapore" tra Kim Jong-un e il presidente Donald Trump avvenuto a giugno, ha detto Jeffrey Lewis del Middlebury Institute, uno degli analisti che ha identificato il sito. “Sebbene Kim parli del suo desiderio di denuclearizzazione, la Corea del Nord continua a produrre e dispiegare missili armati nucleari”.

Verso un altro summit

"Seguiamo molto attentamente la Corea del Nord, continuiamo a sostenere il processo diplomatico e non discuteremo di questioni di intelligence", ha detto il portavoce del Pentagono, il tenente colonnello Chris Logan. Il Dipartimento di Stato ha rifiutato di commentare, dicendo che non discute questioni di intelligence. L'identificazione di un'altra base missilistica nordcoreana attiva arriva, comunque, in un momento in cui alcuni membri dell'amministrazione Trump dichiarano che Pyongyang non è riuscita a rispettare i patti. Il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton ha detto di recente che Trump ritiene di dover tenere un secondo summit con Kim Jong-un perché il leader nordcoreano non ha tenuto fede agli impegni presi durante il loro primo incontro.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.