Esodo dal Venezuela, 11 Paesi si accordano per accogliere i migranti

Mondo
6Crisi_venezuela_GettyImages

Gli Stati – tutti del Centro e Sud America – hanno siglato un patto di cooperazione regionale per far fronte alla situazione delle migliaia di persone in fuga dalla crisi economica e sociale che da anni attanaglia Caracas

Undici Paesi latinoamericani hanno raggiunto un accordo per "un coordinamento regionale rispetto alla crisi migratoria dei cittadini venezuelani nella regione". Gli Stati che hanno raggiunto l'intesa a sostegno dei migranti dal Venezuela sono Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Messico, Panama, Paraguay, Perù e Uruguay. Il Paese del presidente Nicolás Maduro è da anni al centro di una grave crisi economica, finanziaria e sociale che ha visto il crollo, oltre che del valore della moneta, anche della produzione di petrolio, del cibo, dell’energia e dei servizi di base. Per questo motivo, si sta assistendo a un esodo di migliaia di cittadini che fuggono nei Paesi vicini.

Cooperazione secondo criteri individuali

In una dichiarazione congiunta, dopo un incontro a Quito, gli 11 Paesi che hanno trovato l’accordo, "manifestano la volontà di continuare ad accogliere con le braccia aperte tutti coloro che stanno affrontando una situazione difficile nel loro Paese di origine". I Paesi firmatari hanno dunque deciso di "continuare a lavorare in maniera individuale e cooperare, secondo il criterio opportuno per ciascun Paese, alla fornitura di assistenza umanitaria, all'accesso ai meccanismi di permanenza regolare, includendo la possibilità di processi di regolarizzazione migratoria". Nella Dichiarazione si riconosce quindi l'importanza della cooperazione anche con gli organismi internazionali, e si sollecita l'ampliamento della stessa e la "disponibilità di cospicue risorse" proporzionate al volume di persone emigrate dal Venezuela verso altri Paesi della regione.

L’appello al Venezuela

I Paesi dell’accordo esortano inoltre il governo di Caracas affinché "urgentemente e con carattere prioritario adotti le misure necessarie per fornire gli opportuni documenti di identità e di viaggio ai suoi connazionali trasferitisi all'estero". Per quanto riguarda infine l'azione di assistenza diretta ai migranti venezuelani, i Paesi firmatari si sono accordati per "la definizione di un programma regionale, con l'appoggio del Sistema delle Nazioni Unite, e particolarmente dell'Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim)”.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.