Louboutin vince alla Corte Ue: la suola rossa è parte del marchio

Una scarpa Louboutin (foto: GettyImages)
1' di lettura

La maison di moda aveva intentato una causa per contraffazione contro l’olandese vanHaren Schoenen, che gestisce nei Paesi Bassi negozi di vendita al dettaglio di scarpe e che aveva venduto calzature con la suola rossa

Suole rosse come marchio di fabbrica. Christian Louboutin vince la sua battaglia alla Corte di giustizia dell'Unione europea del Lussemburgo contro l'olandese vanHaren Schoenen, che gestisce nei Paesi Bassi negozi di vendita al dettaglio di scarpe. La causa era per contraffazione: la vanHaren avrebbe commercializzato scarpe che avrebbero violato il marchio di cui è titolare Louboutin, ossia "scarpe con tacco alto la cui suola è rivestita di colore rosso". 

La sentenza

Il tribunale dell'Unione europea ha dichiarato che il marchio non è costituito esclusivamente da una forma, che di solito non è protetta dalla legge sui marchi dell'Ue, ma anche da “un segno consistente in un colore applicato sulla suola di una scarpa con tacco alto, come quello oggetto del procedimento principale”. In altre parole, Christian Louboutin non è proprietario della forma che dà alle sue scarpe ma del rosso applicato alla suola delle sue calzature, ormai identificativo della maison.

"Vittoria per la Maison"

"Vittoria per la Maison Christian Louboutin", in quanto "la protezione del marchio della suola rossa di Christian Louboutin è rafforzata dalla Corte europea di giustizia", dichiara il creatore in una nota. "Per 26 anni la suola rossa ha consentito al pubblico di attribuire l'origine della scarpa al suo creatore, Christian Louboutin", fanno sapere dalla casa di moda, ora "il caso ritornerà alla Corte dell'Aja che ci si aspetta confermerà la validità del marchio della suola rossa".

Leggi tutto
Prossimo articolo