Terrorismo, Salah condannato a 20 anni per sparatoria di Bruxelles

1' di lettura

L’unico superstite del commando terroristico che ha attaccato Parigi nel 2015, è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio terrorista: nel marzo 2016, poco prima della cattura a Molenbeek, ferì 4 poliziotti durante una perquisizione. Condannato Sofien Ayari

Venti anni di carcere per tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi. Questa la sentenza di condanna per Salah Abdeslam, l'unico superstite del commando terrorista che ha attaccato Parigi il 13 novembre 2015. Il terrorista, condannato oggi insieme al complice tunisino, Sofien Ayari, è stato riconosciuto colpevole della sparatoria del marzo 2016 nel covo di Rue Du Dries a Forest , quando durante una perquisizione ferì 4 agenti di polizia. Qualche giorno dopo, il 18 marzo, il terrorista veniva catturato a Molenbeek - periferia di Bruxelles - e detenuto el carcere francese di Fleury-Mérogis, alle porte di Parigi.

Il Tribunale di correzione di Bruxelles ha dunque accolto le richieste della Procura Federale per la quale Salah Abdeslam e Sofien Ayari dovevano essere condannati a 20 anni.

Salah e Sofien “galvanizzati dall'ideologia salafita”

Nella sentenza di 88 pagine, i giudici del Tribunale della capitale belga affermano come sia "incontestabile" il fatto che i due avessero come obiettivo quello di far parte di un gruppo terrorista e che si muovessero come tali. I due erano in possesso di armi da guerra tipo kalashnikov ed erano "galvanizzati dall'ideologia salafita".

Data ultima modifica 23 aprile 2018 ore 11:48

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"