Usa, cinque stati messicani considerati pericolosi come zone di guerra

Mondo
Gli stati messicani considerati dagli Usa di massima pericolosità sono: Colima, Michoacan, Sinaloa, Tamaulipas e Guerrero (Archivio Getty Images)
GettyImages-Messico

Il Dipartimento di Stato ha consigliato ai cittadini di non recarsi in vacanza a Colima, Michoacan, Sinaloa, Tamaulipas e Guerrero. Per Washington sono al livello 4 di allerta: rischiosi come la Siria, lo Yemen e la Somalia

Il Dipartimento di Stato americano ha rivolto ai cittadini l'invito a non recarsi in vacanza in cinque dei 31 Stati messicani. Sono infatti considerati pericolosi come Siria, Yemen e Somalia.

L'annuncio del Dipartimento

In una nota diramata nelle ultime ore, il ministero degli Esteri Usa ha indicato un livello di allerta 4, il massimo, per gli Stati di Colima, Michoacán, Sinaloa, Tamaulipas e Guerrero. Tutti territori, scrive il Washington Post, vengono ritenuti dagli Stati Uniti come punti caldi dell'attività dei cartelli della droga e al centro delle rotte del traffico illecito o di estese coltivazioni di stupefacenti. Il livello 4 attribuito a questi Stati, è superiore rispetto a quello riguardante l'intero Paese, fermo al livello 2. Altri 11 Stati, ha però comunicato il Dipartimento statunitense hanno raggiunto un livello 3, che invita a riconsiderare il viaggio in quelle zone. In seguito all'ultimo aggiornamento degli esperti, circa la metà dei 31 Stati messicani rientra tra il livello 3 e il 4.

Le zone considerate pericolose

Dall'avvertimento del Dipartimento di Stato si evince in particolare la decadenza di diverse zone fra cui alcuni sobborghi di Città del Messico. Tra i 5 Stati che rientrano nel livello massimo di allerta, Guerrero è quello su cui si sono concentrate le maggiori attenzioni del Dipartimento che, già nel 2017, aveva proibito l'accesso al personale dipendente dal governo statunitense. Tamaulipas è stato per anni l'epicentro di una lunga guerra fra cartelli della droga rivali. Sinaloa è la patria - e il nome - di uno dei più potenti cartelli della droga del Paese, mentre Michoacan è stato a lungo dominato da un'alleanza criminale sconfitta dai vigilantes nel 2013. Infine Colima, uno Stato che ha visto le uccisioni aumentare esponenzialmente negli ultimi anni a causa del rafforzamento del cartello della droga New Generation di Jalisco. Attualmente questo stato è considerato quello col più alto tasso di omicidi del Messico, con 83,3 uccisioni per 100mila residenti, secondo i dati raccolti nei primi 11 mesi del 2017.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24