Indagine su Harvard, avrebbe discriminato studenti asiatici

Mondo
harvard_getty

Secondo quanto riportato dalla Cnn, la prestigiosa università americana sarebbe sotto inchiesta da parte del Dipartimento di giustizia degli Usa per le sue politiche di ammissione. All'ateneo sarebbe contestata la violazione della legge federale sui diritti civili

Un'inchiesta sull'università di Harvard sarebbe stata aperta dal dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Sotto la lente sono finite le politiche di ammissione all'ateneo che discriminerebbero gli studenti asiatici. Lo riferisce la Cnn, che è entrata in possesso di due lettere indirizzate dalla divisione “Diritti civili” del dipartimento di Giustizia ai legali dell’università. Il dipartimento contesterebbe all’ateneo il mancato rispetto della legge federale. 

La denuncia nel 2015

Dalle carte in possesso della tv statunitense emerge un duello legale: Harvard contesta la prerogativa del ministero di indagare e il dipartimento minaccia causa se l'ateneo non fornirà i documenti necessari entro l'1 dicembre. L’indagine ha origine da una denuncia presentata nel maggio 2015 da 64 associazioni asiatico-americane, questione lasciata irrisolta dalla precedente amministrazione. "La denuncia riporta discriminazioni razziali contro gli asiatici-americani nella politica e nella prassi di ammissione", spiega Sarah Isgur Flores, portavoce del dipartimento di Giustizia. Isgur Flores assicura che il ministero "è impegnato a proteggere tutti gli americani da ogni forma di discriminazione razziale". Da parte sua l'ateneo ha sempre obiettato che le sue politiche non sono faziose e ogni candidato viene considerato senza pregiudizi.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24