Attentati Barcellona, Pais: capo cellula fu informatore 007 spagnoli

Mondo

Secondo il quotidiano, l’imam Ripoll Abdelbaki Es Satty, leader della cellula responsabile degli attacchi di agosto, è stato collaboratore dei servizi segreti di Madrid. L'intelligence ha confermato la notizia. L'uomo morì nell’esplosione del covo jihadista di Alcanar

Ripoll Abdelbaki Es Satty, l'imam capo del gruppo jihadista responsabile delle stragi di Cambrils e Barcellona dell’agosto scorso, sarebbe stato un informatore dei servizi segreti spagnoli del Cni (Centro Nacional de Inteligencia). A rivelarlo è il quotidiano El Pais e la notizia è stata anche confermata dagli 007 di Madrid, che però non hanno specificato fino a quando è andata avanti la collaborazione.

Tutto sarebbe cominciato nel 2014

I servizi segreti spagnoli avrebbero avvicinato l’imam Es Satty nel 2014, mentre l’uomo, originario di Tangeri, in Marocco, si trovava in carcere con l’accusa di traffico di droga. L’imam è poi morto il 16 agosto nell’esplosione del covo della cellula terroristica ad Alcanar, nella provincia di Tarragona.

Le parole di Puigdemont

Sui contatti tra il capo degli attentatori di Barcellona e i servizi spagnoli è intervenuto Carles Puigdemont, ex presidente della Catalogna, che ha definito "estremamente grave" la notizia pubblicata da El Pais. 

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24