Referendum Catalogna, vicepresidente Junqueras: giornata di democrazia

Mondo

"Siamo davanti a uno Stato che non rispetta i diritti fondamentali più basici in una società democratica" accusa l'esponente catalano. Madrid invia 10mila uomini nella regione per impedire la consultazione

"Noi siamo democratici e vogliamo votare, è semplice e tutti i democratici del mondo possono capirci". Parla così, a Sky TG24,  il vice presidente della Catalogna Oriol Junqueras in vista della giornata di domenica, quando nella regione spagnola dovrebbe tenersi il referendum sull’indipendenza non autorizzato dal governo nazionale.
 "Siamo davanti  - continua Junqueras - a uno stato che non rispetta i diritti fondamentali più basici in una società democratica". Domani il governo catalano renderà noti i dettagli organizzati del referendum. Madrid ha inviato nella regione in totale oltre 10mila uomini della Guardia Civil e della Policia Nacional con il compito domenica di impedire lo svolgimento della consultazione.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24