Tiramisù zen: come prepararlo a casa

Ricette

Lo chef Hirohiko Shoda svela i segreti per preparare la sua creazione. Un dolce che unisce un classico del dessert all'italiana e il gusto orientale del tè matcha

In Giappone si chiamano yogashi: si ispirano alla tradizione nipponica, ma la combinano con quella europea o americana. Il termine Yogashi significa infatti proprio "dolci occidentali", essendo formato dalla radice "Yo" (letteralmente: estero, occidente)  Uno degli ingredienti più ricorrenti per questo tipo di preparazioni è il tè matcha. Proprio dal matrimonio tra quest'ultimo e uno dei giganti della nostra tradizione culinaria nasce la ricetta preparata dallo chef Hiro: il Tiramisù zen. Ecco i consigli per prepararlo in casa.

Tiramisù zen: gli ingredienti

Per preparare il Tiramisù zen occorrono panna, due tuorli d'uovo, zucchero, mascarpone, tè matcha in polvere, fagioli azuki, latte condensato, latte, polvere di fagioli di soia.

Tiramisù zen: il procedimento

Per preparare il Tiramisù zen secondo la ricetta dello chef Hiro, bisogna partire dalla crema. Prendere la panna e montarla, mettendola da parte. Poi aggiungere un tuorlo d'uovo e lo zucchero nella planetaria: montare gli ingredienti insieme. Quando il composto sarà spumoso, aggiungere il mascarpone e il tè matcha in polvere. Una volta che il tutto sarà ben mantecato, prendere la panna messa da parte e addizionarla al composto, mescolando molto delicatamente. Il Tiramisù zen ha anche un'altra crema: quella di fagioli azuki. È sufficiente prenderne due cucchiai e schiacciarli in una ciotola. Prendere del latte condensato e diluirlo con del latte normale: questa sarà la bagna per i savoiardi. Intingere i biscotti e impiattare, usando un copapasta. Creare degli strati in cui intervallare i savoiardi, la crema di fagioli azuki e la crema tiramisù al tè matcha. Togliere il copapasta e guarnire con tè matcha in polvere e polvere di fagioli di soia.

Lifestyle: I più letti