Il piacere della paura: Simona Vinci racconta Shirley Jackson

Lifestyle
Filippo Maria Battaglia

Filippo Maria Battaglia

©Getty

Adelphi prosegue la pubblicazione delle opere della grande scrittrice americana. L'ultima edizione arrivata in libreria è "Un giorno come un altro". L'intervista alla sua traduttrice durante "Incipit", la rubrica di libri di Sky TG24

ascolta articolo

La nuova puntata di "Incipit", la rubrica di libri di Sky TG24, è dedicata a una delle più grandi scrittrici dell'ultimo secolo, Shirley Jackson. A raccontarne la storia, e a rievocarne la grandezza, è un'altra scrittrice, Simona Vinci, che ha da poco tradotto “Un giorno come un altro”, una raccolta di racconti apparsi in rivista tra il 1943 e il 1968 e pubblicata da Adelphi (pp. 277, euro 19).

L'ironia e quelle crepe in grado di squarciare la realtà

approfondimento

"La figlia del sole": Nadia Fusini racconta Katherine Mansfield

È stato più volte detto e scritto che Jackson è una scrittrice capace di farci precipitare nell’orrore grazie a crepe in grado di squarciare la realtà ed è anche di quelle crepe che Vinci parla nell'intervista: "Più sono sottili e più riescono a rendere inquietante la lettura", spiega, prima di osservare come "gli spostamenti nella percezione della realtà siano minimi, progressivi, lasciando al lettore la costante sensazione di leggere qualcosa di realistico e dunque anche per questo di terrorizzante".

"C'è una frase che amo moltissimo di Jackson - nota ancora Vinci - Dice 'I delight in what I fear', provo piacere per ciò che ho paura, ed è proprio quel gusto della paura che Jackson ha dimostrato di saper declinare in maniera eccezionale, anche grazie all'uso dell'ironia in grado di salvarci dalla perdizione".

Lifestyle: I più letti