Fried Chicken Day, i 5 migliori polli fritti da Nord a Sud

Lifestyle

La giornata Internazionale dedicata al pollo fritto, specialità culinaria “a stelle e strisce”, spopola anche in Italia. Amato sempre più da chef stellati, la passione per questo piatto non ha confini. I più rinomati, da Milano a Napoli

ascolta articolo

Marinato, in salamoia, speziato, impanato, fritto a pezzi o intero. Il pollo fritto non è solo una ricetta: è un invito a sedersi a tavola, alla creatività e alla convivialità e non a caso è il cibo più popolare al mondo. Torna il 6 luglio, il Fried Chicken Day, la giornata Internazionale dedicata al pollo fritto, specialità culinaria “a stelle e strisce” che spopola anche nel Belpaese. Amato sempre più da chef stellati, la passione per il pollo fritto non ha confini: si va dal The Rippin 'Hot Chicken’ di David Chang Shin, definito da alcuni il pollo fritto più piccante al mondo, allo Hyodo Chicken coreano (Seul) degli chef Min Goo Kang e Chang Ho; dall’iconico e croccante pollo “intero” del pluristellato Niko Romito (“Alt” - Castel di Sangro -Aq), fino alla ricetta No Waste (contro gli sprechi alimentari) di Takahiko Kondo (già Osteria Francescana, oggi da Gucci Osteria) la cui particolare croccantezza è data anche dalla fecola di patate che incontra l’albume d’uovo.

Un piatto che ha fatto la storia della gastronomia mondiale

 

Un piatto espressione della passione degli italiani per la carne bianca: secondo Unaitalia, l’associazione che rappresenta oltre il 90% della produzione avicola nazionale, nel 2021 le carni bianche sono le più consumate e acquistate dalle famiglie italiane con consumi pro capite arrivati a 21.43 kg, per un consumo medio di circa 2 volte alla settimana. Il 72% lo mangia almeno una volta alla settimana, al pari di pesce. Seguono a lunga distanza manzo (54%), maiale (50%) e vitello (46%). (Dati Doxa 2021). Simbolo iconico del mondo del cinema (indimenticabile il pollo croccante al margarita frozen, insalata e salsa allo yogurt del film Thelma & Louise), il pollo fritto è un piatto identitario che ha fatto la storia della gastronomia mondiale, dalle mille versioni (Southern fried chicken, pollo alla coreana, karaage giapponese, giamaicana e persino alla toscana con la ricetta di Pellegrino Artusi) e dai mille registri: si passa dalla cena take away da cestoni di cartone a quella gourmet per i palati più esigenti. Per questo Unaitalia ha stilato la top 5 dei cinque migliori polli fritti del Paese, selezionati da W Il Pollo, la prima community italiana di amanti del pollo: destinazioni diverse per stile, vocazione e tradizione.

I polli fritti d'eccellenza, da Milano a Napoli

approfondimento

Il 're del pollo' Francesco Amadori compie 90 anni

Si comincia dal Centro Italia con il pollo fritto d’eccellenza, quello di Niko Romito ad ALT (Castel di Sangro AQ), patria indiscussa del pollo fritto intero, dove il pollo è marinato con spezie ed erbe aromatiche, cotto a vapore, raffreddato in acqua e ghiaccio e poi fritto a pressione a 170° per 9 minuti. Nella Capitale, immancabile la tappa da Legs, a Centocelle, per il pollo fritto all’italiana: le sovracosce, marinate in coriandolo e pepe e cotte sottovuoto, vengono rivestite con una panatura grossolana per donare alla frittura uno squisito spessore.  A Milano invece due i “must”: per i gourmet il pollo fritto karaage de La Bentoteca servito nella tradizionale scatola-contenitore per il cibo giapponese; per i tradizionalisti Giannasi offre anche i “Giannuggets” al curry, realizzati con un mix di spezie (curry, paprika e peperoncino), pangrattato speziato e frittura leggera e fragrante. A Napoli da Ros, si spazia dalle sovracosce pollo marinate in un bagno di soia, erbe aromatiche e spezie panate e fritte alle alette di pollo, alle chips di pelle di pollo con speziatura classica, con alcune specialità fritte ad aria.

Lifestyle: I più letti