Giornata Mondiale della Giraffa, un animale ancora a rischio estinzione

Lifestyle
@Unsplash
giraffa

Martedì 21 giugno non è solamente il primo giorno d’estate, ma anche un momento per ricordare in tutto il mondo uno degli animali più belli e affascinanti del pianeta. Oggi si celebra infatti la Giornata Mondiale della Giraffa, nata per preservare questi esseri viventi dalla sempre più vicina estinzione

ascolta articolo

Una giornata da ricordare, quella del 21 giugno. Non solo perché celebra il tanto atteso inizio dell’estate, ma anche perché dedicata a uno degli animali più belli che il nostro Pianeta e la sua biosfera potessero regalarci. Stiamo parlando della giraffa e la sua Giornata Mondiale della Giraffa, purtroppo con il suo elegante collo lungo, ancora a rischio di estinzione, anche se i recenti numeri raccolti dai numerosi scienziati impegnati nella sua salvaguardia, dimostrano un lento ripopolamento delle specie.

Il 21 giugno è la Giornata Mondiale della Giraffa

approfondimento

Giornata mondiale delle giraffe: le foto più belle

Con il suo collo lungo, il manto ricoperto di macchie e un visino davvero buffo, la giraffa è uno degli animali più belli, eleganti e iconici al mondo, simbolo della vita più selvaggia che merita di essere celebrata in una giornata del tutto speciale. Ecco perché il 21 giugno si ricorda, in tutto il mondo, la Giornata Mondiale della Giraffa, istituita per la prima volta nel 2019 da parte della Giraffe Conservation Foundation (Gcf), con lo scopo di raccogliere fondi per proteggere questi animali che, dati alla mano, risultano sempre più vicini ad una silenziosa estinzione. Negli ultimi mesi di ricerche, le cose sembrano però decisamente andare per il meglio, visto che la popolazione di giraffe nelle savane sembra essere cresciuta del 20% rispetto al dato raccolto nel 2015 con i numeri ufficiali che sono passati da 68mila esseri liberi a 117mila giraffe che si aggirano per le savane. Oltre 21 Paesi, governi, ricercatori, ma anche organizzazioni non-profit e scienziati cittadini, riaccendono quindi nel mondo la speranza di un’inversione di rotta, che sta portando ad lenta ripopolazione delle giraffe soprattutto in Africa, il loro habitat più naturale. Nonostante i numeri complessivi restino quindi ancora ben lontani dal milione di giraffe che abitava l’Africa nel 1700, pare oggi che, ben tre delle quattro specie di giraffa individuate sul territorio siano in forte crescita, con un aumento della Giraffa Settentrionale, della Giraffa Masai e della Giraffa Reticolata, mentre la Giraffa Meridionale ha numeri che si sono mantenuti stabili.

Cosa minaccia la vita delle giraffe

approfondimento

Giornata mondiale della giraffa, le curiosità che forse non conosci

Tra le cause che sempre più spesso minacciano la vita delle giraffe nelle savane africane e di tutto il mondo, soprattutto la deforestazione e cambiamenti repentini di habitat dovuti all’uomo che incide ancora troppo sui territori più incontaminati con guerre e bracconaggio oltre che con attività legate ad esempio a lunghe trivellazioni per l’estrazione del petrolio, che in quelle aree del continente africano ed asiatico è presente in grandi quantità, nonché la costruzione di strade. Come spiegano scienziati di Giraffe Conservation Foundation il numero delle giraffe nel mondo, che verranno ricordate oggi, con la Giornata Mondiale della Giraffa, è in sensibile aumento grazie ai numerosi programmi di conservazione attuati sul territorio di cui gli sforzi compiuti dai numerosi ricercatori per spostare questi animali in luoghi per loro più adatti a una nuova vita, oltre che frutto di ricerche e monitoraggio sul campo più approfondite e con nuovi mezzi tecnologici che permettono una migliore osservazione e numerazione degli esemplari.

Lifestyle: I più letti