Il grande Lebowski compie 20 anni, curiosità e citazioni del film cult

Il 15 febbraio 1998 il capolavoro dei fratelli Coen veniva presentato al Festival di Berlino, arrivando nelle sale il 6 marzo. Dialoghi e personaggi epici l'hanno resa una pellicola indimenticabile che ha dato vita anche a un culto religioso e un raduno annuale. FOTO
  • "Il grande Lebowski" compie 20 anni: il film capolavoro dei fratelli Coen è diventato una pellicola cult grazie a personaggi memorabili, dialoghi e citazioni famose, grandi prove attoriali e una sceneggiatura impeccabile. Ecco quali sono le curiosità legate al film e le frasi passate alla storia del cinema - Da "Il Padrino" a "Pulp Fiction", i migliori film di sempre per Empire
  • Il film fu presentato in anteprima mondiale al Sundance Festival il 18 gennaio 1998, poi fu proiettato in concorso al Festival di Berlino il 15 febbraio. Arrivò nelle sale americane il 6 marzo di quell'anno. Il cast era stellare: Jeff Bridges, John Goodman, Julianne Moore, Steve Buscemi, John Turturro, Ben Gazzara, Philip Seymour Hoffman (foto YouTube) - Jeff Bridges, dietro l'obiettivo fotografico
  • Il film aveva un budget di 15 milioni di dollari ma andò malissimo al botteghino. Nel primo weekend nelle sale guadagnò solo 5 milioni e a malapena riuscì a non andare in perdita incassando in totale 17 milioni. All'estero invece ottenne miglior fortuna ed ebbe ottimi risultati nel mercato di VHS e DVD prima di diventare una pellicola di culto ed essere rivalutata dalla critica (foto YouTube) - Venti anni fa usciva "Titanic": dieci curiosità sul film
  • ©Kikapress.com
    Il personaggio principale è Drugo (Jeff Bridges), nella versione originale "The Dude", che nello slang americano significa "il tizio". È un ex hippie che vive a Los Angeles all'inizio degli anni '90. Pigro, consumatore di stupefacenti ("rispetto un regime di droghe piuttosto rigido per mantenere la mente flessibile"), fa parte di una strampalata squadra di bowling insieme agli amici Walter e Donny. Si ritrova al centro di una vicenda dai risvolti noir ma con un contorno grottesco - Oscar, i migliori attori degli ultimi dieci anni. FOTO
  • Il personaggio del Drugo è ispirato a Jeff Dowd, un amico dei Coen che li aiutò a distribuire il loro primo film Blood Simple, nel 1984. Come il personaggio del film, Dowd era membro di un gruppo anti-guerra, il Seattle Seven. Secondo il racconto di Joel Coen, spesso prima di una scena Jeff Bridges chiedeva: "Drugo se n’è appena accesa una?". Se il regista rispondeva di sì, l'attore si strofinava gli occhi per alcuni minuti in modo da averli arrossati, come se avesse fumato uno spinello (foto YouTube) - Jeff Bridges, nomination come Miglior attore non protagonista per "Hell or High Water"
  • La maggior parte dei trasandati vestiti di Drugo arriva direttamente dal guardaroba di Jeff Bridges. Una maglietta orientale era stata usata dall'attore anche nel film "La leggenda del re pescatore". Nonostante faccia parte di una squadra di bowling, insieme a Walter e Donny, Drugo non viene mai mostrato mentre gioca. Anche nella scena onirica di "Gutterballs" è Maude (Julianne Moore) che tira la palla mentre balla con lui (foto YouTube) - Da "Il Padrino" a "Pulp Fiction", i migliori film di sempre per Empire
  • Una delle fonti di ispirazione del film sono i lavori noir di Raymond Chandler, in particolare il romanzo "Il grande sonno". In omaggio alla tradizione di questo genere, il protagonista appare in ogni scena del film (ovviamente non in ogni inquadratura). Sembra incredibile ma è proprio così: Drugo è in ogni scena, anche quando i Nichilisti stanno ordinando da mangiare si vede un camion che passa fuori dal diner ed è quello con bordo c’è il personaggio di Jeff Bridges (foto YouTube) - "La febbre del sabato sera": i 40 anni di un cult
  • Drugo è un accanito bevitore di White Russian: in tutto sono 9 i bicchieri che beve nella durata della pellicola. Nel 2009 è uscito anche un saggio, della Indiana University Press, che raccoglie articoli dedicati tra l'altro alla corretta preparazione del cocktail preferito del protagonista. Nella prima versione della sceneggiatura veniva svelato che Drugo è l'erede della fortuna dell'inventore del cubo di Rubik. L'idea è stata poi cancellata nella versione definitiva (foto YouTube) - Jeff Bridges, dietro l'obiettivo fotografico
  • ©Kikapress.com
    La pipì sul tappeto di Drugo, vero motore che dà il via alla vicenda, è menzionata 17 volte nel corso del film. E la battuta cult "dava veramente un tono all'ambiente" viene pronunciata ben 5 volte. I Coen, per promuovere il film, hanno addirittura concesso un'intervista a Floor Covering Weekly, una rivista specializzata in tappeti - A proposito di Davis, il bel perdente dei fratelli Coen
  • Nella prima stesura del copione l'auto del Drugo era una Chrysler LeBaron, ma questo modello era troppo piccolo per la stazza di John Goodman, così si decise di optare per una Ford Torino del 1973. Due auto identiche furono usate per le riprese: una andò distrutta mentre l'altra fu riutilizzata in un episodio di X Files (e andò anch'essa demolita) (foto YouTube) - Arriva Suburbicon, film diretto da Clooney e scritto dai Coen
  • Quando Drugo paga i 69 centesimi di conto al supermercato per il latte stacca un assegno datato 11 settembre 1991, esattamente 10 anni prima degli attentati. E alla tv si sente il presidente Bush Sr. che parla di "un'aggressione che non sarà tollerata", in riferimento alla guerra del Golfo. Il film è del 1998 quindi molti hanno voluto vedere un'incredibile coincidenza o una predizione da teoria del complotto (foto YouTube) - Da "Il Padrino" a "Pulp Fiction", i migliori film di sempre per Empire
  • Lo stile di vita di Drugo ha dato vita addirittura a una religione. Nel 2005 Oliver Benjamin ha fondato il Dudeismo (The Church of the Latter-Day Dude), una forma moderna di Taoismo, basata sul "prendere la vita con calma". Hanno un libro sacro, The Tao Dude Ching, un giornale, il Dudespaper, e un sito internet che conta più di 200 mila adepti che seguono questa corrente di pensiero (foto YouTube) - Jeff Bridges, nomination come Miglior attore non protagonista per "Hell or High Water"
  • ©Kikapress.com
    La parola "dude" viene pronunciata 160 volte durante il film (e appare un'altra volta come testo come credits nella scena di "Gutterballs"). La parola "f**k" e sue varianti sono dette 292 volte, superando le già notevoli performance di "Scarface" e "The Departed" - Oscar, i migliori attori degli ultimi dieci anni. FOTO
  • Walter Sobchak, il personaggio interpretato da John Goodman, è un veterano di guerra e compagno di bowling di Drugo. Violento e irascibile, le sue battute sono diventate dei veri e propri tormentoni: "Questo non è il Vietnam, è il bowling, ci sono delle regole", "Ho visto i miei amici morire con la faccia nel fango perché io e lei ci godessimo questo ristorante per famiglie" e l'indimenticabile "Stai per entrare in una valle di lacrime" (foto YouTube) - "Il laureato" compie 50 anni: dieci curiosità sul film
  • Il personaggio di Walter è ispirato al regista-scrittore John Milius, co-sceneggiatore tra gli altri di "Apocalipse Now", ossessionato dalle armi, dichiaratamente di destra e autoproclamatosi anarchico-Zen. Walter si è convertito all'ebraismo ma il suo negozio si chiama Sobchak Security, SS, come il corpo militare nazista (foto YouTube) - 10 Cloverfield Lane, prigionieri della tensione su Sky Cinema
  • Il personaggio di Donny è stato scritto appositamente per Steve Buscemi. In ogni scena in cui appare indossa una camicia da bowling personalizzata con un nome diverso che non è mai il suo. Viene costantemente zittito in modo brusco da Walter. Si tratta di un contrappasso: in Fargo, precedente film dei Coen, il personaggio di Buscemi non stava mai zitto (foto YouTube) - Le iene, le 10 curiosità sul film
  • Donny fa sempre strike in ogni lancio al bowling, tranne l'ultimo, quello subito prima di morire di infarto nello scontro coi Nichilisti. Si tratta del terzo film dei Coen in cui il personaggio di Buscemi fa una brutta fine dopo Fargo e Crocevia della morte (foto YouTube) - Da "Il Padrino" a "Pulp Fiction", i migliori film di sempre per Empire
  • John Turturro interpreta lo straordinario ruolo di Jesus Quintana, un pittoresco giocatore di bowling di origini ispaniche. In poche leggendarie scene è riuscito a renderlo indimenticabile: quando lecca la palla da bowling, quando minaccia gli avversari o quando danza in modo grottesco. L'attore ha detto di essersi ispirato alle movenze di Muhammad Ali per caratterizzare il suo personaggio (foto YouTube) - Buon compleanno John Turturro, eroe del cinema
  • I Coen hanno detto in più occasioni che non faranno un sequel del film. Eppure proprio Turturro, uno degli attori del cast, ha espresso la voglia di interpretare ancora il suo personaggio, Jesus, e ha avuto il via libera dai fratelli per creare uno spin-off, "Going Places", che sarà scritto, diretto e interpretato dall'autore italo-americano (foto YouTube) - Arriva Suburbicon, film diretto da Clooney e scritto dai Coen
  • Del trio dei Nichilisti fanno parte Flea, il bassista dei Red Hot Chili Peppers, e Peter Stormare. Quest'ultimo in Fargo non parlava mai: una delle sue poche battute era per dire che desiderava dei pancake. E nel Grande Lebowski finalmente riesce a ordinarli (foto YouTube) - Cinque cose che non sapevate su Fargo (la serie e il film)
  • Molti ruoli erano stati scritti dai Coen con un interprete ben definito in testa. Fanno eccezione quello di Bunny, andato a Tara Reid, per la quale si era pensato a Charlize Theron, e quello del vecchio Jeffrey Lebowski, andato a David Huddleston (nella foto). I Coen volevano Marlon Brando, poi fu proposto a Robert Duvall, Anthony Hopkins e Gene Hackman. Tutti rifiutarono la parte (foto YouTube) - Pulp Fiction, le curiosità sul film
  • Al personaggio dello Straniero, interpretato da Sam Elliott, è affidato il celebre monologo di presentazione iniziale ("a volte si incontra un uomo che è l'uomo giusto al momento giusto nel posto giusto, là dove deve essere") e quello alla fine del film con la citazione "Prendila come viene", un mantra riassuntivo dell'intera filosofia di Drugo (foto YouTube) - Da "Il Padrino" a "Pulp Fiction", i migliori film di sempre per Empire
  • Nella colonna sonora prodotta da T-Bone Burnett compaiono gli Eagles (che Drugo detesta), i Creedence Clearwater Revival, Bob Dylan. I Rolling Stones, divertiti dalla sceneggiatura, hanno concesso gratis l’utilizzo della loro "Dead Flowers". Tutte le canzoni nel film provengono da qualche radio o apparecchio elettronico acceso (foto YouTube) - Jeff Bridges, dietro l'obiettivo fotografico
  • Il coffee shop dove è ambientato un dialogo tra Drugo e Walter è apparso anche in altri film come American History X e Le Iene. Il bowling è invece l'Holly Star Lanes che nel 2002 è stato chiuso per costruirci una scuola elementare (foto YouTube) - Venti anni fa usciva "Titanic": dieci curiosità sul film
  • ©Getty Images
    Il film ha ispirato un Festival ad hoc, il Lebowski Fest, che si svolge annualmente in Kentucky dal 2002 e poi è stato replicato in diverse città americane ed europee. Molti degli attori del cast hanno partecipato agli eventi (come nella foto), nei quali tutti si vestono come i personaggi della pellicola. Durante la manifestazione vengono organizzate visioni collettive, partite di bowling e bevute di White Russian - Arriva Suburbicon, film diretto da Clooney e scritto dai Coen