Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Concerto di Capodanno dell’Orchestra Filarmonica di Vienna: le origini e la storia

(Foto: Getty Images)
3' di lettura

La prima esibizione della Wiener Philharmoniker, dedicata alle musiche della famiglia Strauss, risale al 1939. Vent’anni dopo il successo mondiale con le prime riprese tv. Si svolge nella Sala d’Oro del Musikverein e i biglietti vengono sorteggiati 11 mesi prima

Nato nel 1939, il concerto di Capodanno dell’Orchestra Filarmonica di Vienna è un appuntamento tradizionale del primo giorno di ogni nuovo anno. Viene trasmesso in mondovisione in oltre 90 Paesi. Più difficile è assistervi dal vivo: la richiesta è talmente alta che i biglietti vengono assegnati per sorteggio 11 mesi prima. La Wiener Philharmoniker, infatti, è una delle migliori orchestre del mondo, così come i direttori che ogni anno vengono chiamati a dirigere il concerto dell’1 gennaio: tra gli altri, Mariss Jansons (2016), Gustavo Dudamel (2017), Riccardo Muti (2018), Christian Thielemann (2019) e Andris Nelsons (2020).

La storia

Il primo concerto della Filarmonica di Vienna risale al 31 gennaio 1939, un anno dopo l’annessione dell’Austria alla Germania. L’idea dell’allora direttore dell’orchestra, Clemens Krauss, è quella di dedicare un intero concerto a Johann Strauss (figlio) e viene accolta da un grande successo. L’anno successivo il concerto non ha luogo, ma torna l’1 gennaio 1941 sempre sotto la direzione di Krauss. Tuttavia, la popolarità a livello mondiale arriva nel 1959, quando vengono realizzate le prime riprese televisive.

Dove si svolge il concerto

Il tradizionale concerto di Capodanno si svolge nella Sala Grande del Musikverein, il più importante centro di musica classica di Vienna. La sala viene chiamata anche Sala d’Oro ed è considerata una delle migliori a livello acustico, oltre che una delle più belle del mondo. In occasione dell’esibizione della Filarmonica, la sala viene grandemente addobbata: dal 1981 al 2013 l'allestimento è stato curato con i celebri fiori di Sanremo.

La musica

Il concerto è suddiviso in due parti e si basa sulle musiche della famiglia Strauss (Johann padre, Johann figlio, Josef ed Eduard). Poi, in conclusione, vengono eseguiti altri tre brani: una polka veloce, poi An der schönen blauen Donau (Sul bel Danubio blu) di Johann Strauss jr e infine la Radetzky-Marsch (Marcia di Radetzky) di Johann Strauss padre. Tradizionalmente, all’inizio di Danubio blu il pubblico applaude e gli orchestrali e il direttore porgono i loro auguri.

L’ultimo di tre concerti

L’esibizione a cui assistiamo ogni 1 gennaio è l’ultima di tre concerti identici. Il primo viene eseguito per le forze armate austriache il 30 dicembre, mentre il secondo è chiamato Silvesterkonzert (Concerto di San Silvestro) e si svolge nel pomeriggio del 31 dicembre.

Come vedere il concerto di Capodanno

Oltre alla diretta televisiva dell’1 gennaio, chi si trova a Vienna può vedere il concerto della Filarmonica alla festa di Capodanno organizzata nella piazza davanti al Municipio e nell’ambito dell’Opera dal vivo in piazza davanti all’Opera di Stato di Vienna.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"