Venti anni fa usciva "Titanic": dieci curiosità sul film

Leonardo DiCaprio e Kate Winslet (Kikapress)
5' di lettura

Il 19 dicembre 1997 debuttava nelle sale americane il film di James Cameron, campione d'incassi, premiato con 11 Oscar. Nonostante il grande successo non tutto è andato secondo i piani: ecco alcuni aneddoti dal set

In origine doveva chiamarsi "Planet Ice": chissà se con un titolo diverso "Titanic" avrebbe ottenuto lo stesso successo, conquistato le sue famose 11 statuette e lanciato la "maledizione" su Leonardo DiCaprio, divenuto star planetaria ma che tanto ha dovuto faticare per vincere il suo primo Oscar. Il 19 dicembre 1997 gli Stati Uniti salutavano il debutto di quello che presto è diventato un vero classico della cinematografia mondiale. In occasione del 20esimo anniversario del film, ripercorriamo la storia delle riprese tra aneddoti poco conosciuti e segreti da set.

1. Il ruolo di Jack

Iniziamo col dire che la produzione aveva ben altro candidato in mente per la parte di Jack. Come riporta BuzzFeed, il primo nome ventilato per il ruolo da protagonista del film fu quello di Matthew McConaughey. Ma James Cameron ha insistito per avere Leonardo DiCaprio nei panni dell'americano vagabondo che salva la vita a Rose. Chissà se, invertiti i ruoli, si sarebbe anche invertito l'ordine temporale degli Oscar vinti dai due attori.

2. Il ruolo di Rose

Pare che anche per la protagonista femminile i piani fossero diversi: al posto di Kate Winslet doveva esserci Gwyneth Paltrow. Ma le candidate erano davvero moltissime: come riporta Imdb, furono prese in considerazione tra le altre anche Sophie Marceau, Nicole Kidman, Angelina Jolie, Winona Ryder, Uma Thurman e persino Madonna.

3. Gloria Stuart

Oltre agli 11 Oscar vinti, Titanic ottenne anche numerose nomination. Tra queste spicca quella di Gloria Stuart, citata dall'Academy  come miglior attrice non protagonista. Stuart, all'epoca 87enne, scomparsa il 26 settembre 2010, era l'unica persona sul set già viva nel 1912, anno dell'affondamento del Titanic. Una candidatura che le è valsa il primato come attrice più anziana ad essere nominata agli Oscar (escludendo l'oscar onorario per Robert F.Boyle).

4. Il coraggio di Kate Winslet

Per interpretare l'intrepida Rose ci voleva un'altrettanto intrepida attrice. Per fortuna fu scelta Kate Winslet. Come riporta BuzzFeed tra tutti gli attori sul set lei fu l'unica a non voler indossare il giubbotto termico durante le scene in acqua. Il risultato? Per lei, una parte nel film, ma anche una bella polmonite.

5. Enya

A proposito di propositi non realizzati: se la produzione non ha potuto avere il suo Matthew McConaughey sulla prua del Titanic insieme a Rose, James Cameron ha dovuto invece rinunciare a Enya per la composizione della colonna sonora del film. Ha puntato così tanto sulla partecipazione della cantante da aver costruito un montaggio musicale rozzo usando la sua musica. Purtroppo Enya disse di no e Cameron dovette "ripiegare" su James Horner. La sua colonna sonora e il pezzo di punta "My Heart Will Go On" gli valsero ben due premi Oscar, benché inizialmente Cameron non volesse alcuna canzone nel suo film.

6. I disegni

James Cameron non si è dimostrato solo un bravo regista, dirigendo "Titanic". Il suo contributo è andato ben al di là delle riprese. Infatti, tutti gli schizzi e disegni attribuiti nel film a Jack, in realtà nascono dalla maestria del regista. Lo stesso ritratto di Rose, intorno a cui ruota l'intera storia è stato creato al momento delle riprese dallo stesso Cameron: la mano inquadrata è la sua, non di DiCaprio.

7. "Sdraiati su quel letto"

Prima di ritrarre Rose nuda, Jack la invita a sdraiarsi. Nella confusione le dice: "Sdraiati su quel letto, uh, volevo dire divano". Il copione in realtà non prevedeva il lapsus, che invece è stato pronunciato involontariamente da DiCaprio. A Cameron è piaciuto e ha tenuto "lo sbaglio".

8. Il set

Durante le scene ambientate in acqua tutti gli attori "nuotavano" in acque profonde poco meno di un metro. Tuttavia, nel momento in cui l'acqua invade la grande sala da ballo, James Cameron aveva una sola occasione per girare la scena, dato che mobili e scenografie sarebbero state distrutte dal mare d'acqua.

9. L'asse che salva Rose

Mentre Jack è a mollo nelle fredde acque dell'oceano profondo solo un metro, Rose è comodamente salva su un pezzo di legno è una riproduzione di un artefatto simile che è sopravvissuto al naufragio. Attualmente questo pannello è esposto al Maritime Museum of the Atlantic di Halifax, Nuova Scozia.

10. Un film "consumato"

"Titanic" è stato il primo film ad essere venduto in videocassetta mentre era ancora trasmesso al cinema. Dietro questa scelta, piuttosto bizzarra per l'industria cinematografica, forse c'era solo una ragione pratica: nel corso del periodo di permanenza nelle sale, la Paramount dovette mandare copie sostitutive delle pellicole perché le numerose proiezioni le avevano letteralmente consumate.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"