Manovra 2023, misure per mamme: da Opzione Donna al congedo

Economia

Mariangela Pira

Dalle pensioni al congedo parentale, ecco cosa cambia

ascolta articolo

All'interno della manovra finanziaria, che deve essere ancora approvata in Parlamento, vi sono tutta una serie di misure volte a sostenere la figura delle madri. In questo video proviamo a riassumerle partendo dalle pensioni con la cosiddetta Opzione Donna, che sarà posticipata di un anno solo a determinate condizioni ovvero se si bada a genitori o marito con handicap, se si ha una invalidità civile superiore o uguale al 74% o se si lavora in un'azienda che ha aperto un tavolo di crisi.

Gli altri casi

approfondimento

Tutti i video Voice SKYTG24

Per tutte le altre donne, in pensione si va a 60 anni tranne se si hanno almeno due figli  - ci sarà uno sconto di due anni e si potrà andare a 58 - o un figlio solo (in quest'ultimo caso lo sconto è inferiore e si potrà andare a 59 anni). Su quest'ultima parte della misura - ovvero discriminare tra madri e non madri -  ci sono state polemiche e c'è chi ritiene che tale decisione possa anche risultare incostituzionale. 

Novità anche per l'assegno universale unico con la maggiorazione del 50% per il primo figlio fino al compimento del primo anno di età e dello stesso importo per le famiglie dal terzo figlio in su fino ai 3 anni di età. 

Sul fronte dei congedi parentali la novità prevede che per un mese si potrà godere di una retribuzione dell'80% e non più del 30%. 

Infine, da menzionare è il taglio dell'Iva su numerosi prodotti che alle mamme servono: dai pannolini al biberon, ad alcuni prodotti per l'alimentazione dei neonati e dei bimbi, agli assorbenti per le donne. Per alcuni di questi prodotti l'Iva scende molto, passando anche dal 22% al 5%. 

Segui #Voiceskytg24 su Instagram

Guarda il video Manovra 2023, misure per mamme, da Opzione Donna al congedo

Economia: I più letti