Coronavirus, chi sono i pandemia profiteers: i miliardari sempre più ricchi

Economia

Tiziana Prezzo

©Getty

Secondo uno studio dell'Institute for Policy Studies, durante l’emergenza Covid-19 i miliardari americani hanno visto aumentare di 282 miliardi la loro ricchezza totale in soli 23 giorni. Un incremento del 9,5% tra il 18 marzo e il 10 aprile. In testa Jeff Bezos, fondatore e Ceo di Amazon

"Le persone più ricche al mondo non sono immuni al coronavirus”, enuncia Forbes su suo sito. Nell’aggiornare la sua tradizionale classifica, la testata evidenzia come i miliardari siano ora 2.095: 58 in meno di una anno fa, 226 rispetto a soli 12 giorni prima dell’ultima pubblicazione. Dei miliardari “sopravvissuti” il 51% sono “più poveri” (questo il termine usato da Forbes) di dodici mesi fa.

Il caso dei "pandemia profiteers"

approfondimento

Kylie Jenner è la più giovane miliardaria secondo Forbes

Numeri ripresi anche dalla testata spagnola la Vanguardia, che nella sua disanima dei “caduti dell’olimpo” parte da Raymond “Ray” Dalio, fondatore di Bridgewater Associates, uno dei maggiori hedge fund del mondo, scivolato alla 61 esima posizione nella classifica Forbes. Dal suo appartamento newyorkese, Dalio evoca la grande depressione del 29.

Attenzione però: i dati dicono  anche altro. Se è vero che in questo momento ci sono meno miliardari in circolazione, è vero anche che gli americani rimasti tali hanno visto aumentare la loro ricchezza complessiva in questi mesi di pandemia. Sono i cosiddetti “Pandemia profiteers”.

Miliardari Usa sempre più ricchi

Lo evidenzia bene il sito Marketsinsider, che, citando a sua volta uno studio della Institute for Policy Studies, think thank pioniere della sinistra progressista già ai tempi del Vietnam, evidenzia come i miliardari d’America abbiano visto aumentare di 282 miliardi la loro ricchezza totale in soli 23 giorni. Il Billionaire Bonanza report ha riscontrato che tra il 18 Marzo e il 10 aprile, la ricchezza di questo piccolo club super esclusivo è aumentato del 9.5% Nello stesso arco di tempo 22 milioni di americani hanno avviato le pratiche per la disoccupazione.

I primi in classifica

Sul gradino più alto del podio della “Pandemia Profiteers” troviamo l’uomo che era già il più ricco al mondo: Jeff Bezos, il fondatore e ceo di Amazon: azienda che, a causa del lockdown, ha giocato un ruolo fondamentale nella consegna di merci di prima necessità. Al secondo posto Elon Musk, Ceo di Tesla, e al terzo MacKenzie Bezos, ex moglie e socia di Jeff, ancora azionista di Amazon.

La filantropia

Ultima nota: è aumentata anche la filantropia. Secondo Forbes, la palma del più generoso, rispetto alla propria ricchezza personale, va a Jack Dorsey, il creatore di Twitter.

Economia: I più letti