Incentivi per chi usa la carta di credito, detrazioni e bonus: misure allo studio

Economia

Obiettivo: rendere meno conveniente l'uso del contante e far emergere il nero. Si studiano accordi per ridurre le commissioni dei Pos e fasce di gratuità nei pagamenti con le carte

Incentivi per chi usa la carta di credito e tutti i sistemi di pagamento elettronici e digitali. Obiettivo? Far emergere il nero e così combattere l'evasione fiscale. Queste una delle mosse allo studio del Fisco. L’ipotesi è far tornare nelle tasche degli italiani circa il 10% della cifra totale spesa annualmente. Per questa detrazione fiscale sarà fissata una soglia minima di spesa. Come spiega Repubblica, alcuni ipotizzano un tetto minimo di 2mila euro, altri preferirebbero “parametrare” il confine in base al reddito. Il "patto con i contribuenti", che Giuseppe Conte preannuncia da New York, è per ora nelle simulazioni di un mix di misure da inserire nella legge di bilancio e nel decreto fiscale.

Abbassare tetto uso contanti

Tra le ipotesi, aumenti selettivi dell'Iva - che però verrebbero restituiti al contribuente che paghi con carta - e meccanismi di detrazioni non più automatiche ma solo a fronte di pagamenti tracciabili. Ma anche una lotteria sugli scontrini fiscali, l'idea di abbassare il tetto all'uso del contante (ora è tremila euro) e quella di stabilire una fascia di gratuità nei pagamenti con le carte, per cui ad esempio non ci sarebbero commissioni sui primi cinque euro spesi con bancomat e i primi venti con carta. L'idea è rendere ad esempio più conveniente per il cliente pagare al ristorante con carta che con contante.

Evasi 110 miliardi

Abbattere l'evasione fiscale, dice il viceministro Antonio Misiani, "non è una missione impossibile": in ballo ci sono 110 miliardi "che ogni anno vengono sottratti a fisco e Inps". La fatturazione elettronica sta dando buoni risultati e a gennaio entrerà a regime anche lo scontrino elettronico, con tanto di lotteria degli scontrini. 

Commissioni dei Pos

Sarebbero allo studio anche nuovi accordi tra Abi e commercianti per ridurre le commissioni dei pos. Più in generale, il presidente dell'Abi Antonio Patuelli ha indicato il modello scelto per i benzinai, con l'obbligo della fatturazione elettronica nella filiera del carburante e concomitanti sgravi fiscali. 

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.