Festa di Santa Lucia: storia e curiosità

Cronaca
Santa Lucia Fotogramma

Patrona di Siracusa, dove il 13 dicembre la statua con le reliquie della martire sfila per le strade della città, è celebrata soprattutto nei Paesi scandinavi, ma anche in Ungheria, Dalmazia e persino in un'isola dei Caraibi, che porta il nome della Santa

La Festa di Santa Lucia è una celebrazione cattolica che si festeggia il 13 dicembre in ricordo della martire di inizio IV secolo, vittima della grande persecuzione dei cristiani voluta dall’imperatore Diocleziano.

L’origine e la leggenda

Secondo la leggenda, Lucia portava cibo e aiuti ai cristiani che si nascondevano nelle catacombe di Siracusa usando una corona di candele per illuminare la sua strada e lasciare le mani libere. La sua festa coincide con il solstizio d'inverno, il giorno più corto dell'anno prima delle riforme del calendario. Santa Lucia, il cui nome deriva dalla parola latina lux, che significa luce, si collega con questo elemento e con le giornate che iniziano a crescere dopo il solstizio. Cadendo nella stagione dell'Avvento, questa festa è considerata come un evento che segna l'arrivo del Natale.

Le celebrazioni a Siracusa

La Festa di Santa Lucia viene celebrata in tutta Italia e con particolare devozione in Sicilia, a Siracusa, in Lombardia, soprattutto nelle provincie di Brescia e Bergamo, in Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige. Santa Lucia è la patrona della città di Siracusa, dove il 13 dicembre una statua in argento contenente le sue reliquie sfila per le strade prima di tornare al Duomo. I siciliani ricordano una leggenda secondo cui una carestia si concluse nel giorno della sua festa quando navi piene di grano entrarono nel porto. Qui è tradizione mangiare cereali integrali anziché pane il 13 dicembre: un piatto di bacche di grano bollito spesso mescolato con ricotta e miele, o talvolta servito come zuppa salata con fagioli.

Tradizioni scandinave

In Scandinavia Santa Lucia è rappresentata come una donna in abito bianco, colore della purezza del battesimo, e fascia rossa, colore del sangue del suo martirio, con una corona di candele sulla sua testa. Le candele simboleggiano il fuoco che ha rifiutato di prendere la vita di Santa Lucia quando è stata condannata al rogo. In Norvegia, Svezia e nelle regioni di lingua svedese della Finlandia si intonano canzoni, e le ragazze vestite come la martire portano in processione biscotti e panini allo zafferano. Si dice che celebrare la giornata di Santa Lucia aiuterà a vivere le lunghe giornate invernali con sufficiente luce.

Dall’Ungheria ai Caraibi

In Ungheria e in Croazia, una tradizione popolare nel giorno di Santa Lucia prevede di piantare chicchi di grano: questi, che il giorno di Natale saranno già alti, rappresentano la Natività. A Santa Lucia, una piccola isola dei Caraibi, il 13 dicembre si festeggia il santo patrono ed è festa nazionale: il Festival Nazionale delle Luci e del Rinnovamento si svolge la sera del 12 dicembre in onore di Santa Lucia da Siracusa. Durante la celebrazione vengono accese luci decorative nella capitale Castries; gli artigiani partecipano con lanterne decorate e la giornata si conclude con uno spettacolo pirotecnico.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.