Ingresso gratis nei musei, come funziona all’estero

Il British Museum di Londra (Getty Images)
3' di lettura

In alcuni casi è sempre prevista l’entrata a costo zero: accade alla National Gallery, alla Tate Modern e al British Museum di Londra, allo Smithsonian a Washington e al museo nazionale di Seul. In altri sono previste giornate libere, oltre a esenzioni per residenti

Il ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, ha annunciato che dopo l’estate saranno eliminate le domeniche gratuite nei musei. Introdotte nel 2014 dal ministro Dario Franceschini, prevedono l’ingresso a costo zero nelle prime domeniche del mese in 480 musei, siti archeologici e monumenti in tutta Italia: dalla Reggia di Caserta, alla Galleria degli Uffizi, fino alla Pinacoteca di Brera. Secondo i dati resi noti dallo staff dell’ex ministro, sarebbero circa 13,5 milioni le persone che complessivamente hanno usufruito dell’offerta, con una media di 350mila visitatori ogni domenica. Ma come funziona nei più importanti musei all'estero?

I musei a ingresso sempre libero

Se in tutti i Paesi sono previsti sconti, riduzioni e ingressi gratuiti per minorenni e studenti, il panorama è più vario quando si parla di biglietti per adulti. In alcuni casi, si sceglie di garantire la fruizione completamente gratuita dei musei, tutti i giorni. Londra può vantare tre istituzioni, tra le più pregevoli e visitate al mondo, che non prevedono alcun tipo di costo. Sono la National Gallery, la Tate Modern e il British Museum: all’ingresso di quest’ultimo ci sono alcune teche per le libere offerte dei visitatori. A Washington Dc tutti gli 11 musei dello Smithsonian Institution sono sempre a entrata libera. Tra questi ci sono la National Gallery of Art, il National Air and Space Museum, il National Museum of American History e il National Museum of Natural History. Anche l’esibizione permanente del museo nazionale della Corea, a Seul, uno dei 15 musei più visitati al mondo, è a costo zero.

Le strutture che prevedono giornate gratis

Ci sono poi strutture museali che decidono di garantire l’accesso gratuito in alcune giornate e in alcune fasce orarie, come nel caso italiano. Per visitare il Guggenheim a New York di solito è necessario comprare un biglietto, ma tutti i sabati dalle 17 alle 19.45 l’ingresso è a offerta libera. A Parigi, il Louvre si può visitare gratuitamente la prima domenica del mese da ottobre a marzo, nonché il 14 luglio, giorno della Presa della Bastiglia. Anche la collezione permanente del Centro Georges Pompidou è visitabile gratis la prima domenica del mese. L’Hermitage di San Pietroburgo è a ingresso libero ogni primo giovedì del mese. Il museo del Prado a Madrid, invece, è a ingresso libero dal lunedì al sabato, dalle 18 alle 20, la domenica e i festivi dalle 17 alle 19. C’è poi chi decide di favorire i propri cittadini: l’ingresso al Metropolitan Museum of Art a New York - per esempio - è a offerta per i residenti dello Stato.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"