Il Carso brucia ancora: un nuovo incendio blocca ferrovie e autostrade

Cronaca
©Ansa

Le fiamme - secondo i testimoni alte anche diversi metri - tornano a colpire la zona già bruciata nelle scorse settimane. Chiusa la linea ferroviaria Venezia-Trieste e Trieste-Udine nel tratto fra Monfalcone e Bivio d'Aurisina. Riaperto il tratto autostradale della A4 tra Villesse e Sistiana in direzione Trieste. Le fiamme sarebbero partite poco dopo le 12.15 nell'area boschiva dietro l'area di servizio di Duino Nord. Nove turisti sono stati salvati dalla Guardia costiera

ascolta articolo

Un nuovo incendio è scoppiato in mattinata nella zona di Duino, sul Carso, vicino a dove nelle scorse settimane erano già divampati grandi roghi. Alcuni testimoni sul posto hanno detto di aver visto fiamme alte anche alcuni metri. L'incendio sarebbe divampato poco dopo le 12.15 nell'area boschiva dietro l'area di servizio di Duino Nord. In via precauzionale - dalle 12:35 - la linea ferroviaria Venezia-Trieste e Trieste-Udine è stata sospesa nel tratto fra Monfalcone e Bivio d'Aurisina. Il vicegovernatore del Friuli-Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, ha reso noto che è stato assegnato un velivolo Canadair oggi per le operazioni di spegnimento dell'incendio. Intorno alle 16 ha cominciato a piovere su Trieste e zone limitrofe.

Nove turisti salvati dalla Guardia Costiera

leggi anche

Incendio in bosco a Spigno Monferrato, bonifica in corso

Nove turisti, tra cui un bimbo, sono stati salvati dalla Guardia Costiera di Monfalcone dopo essere stati bloccati per l’incendio che si era sviluppato nell'area boschiva retrostante a dove stavano facendo il bagno. Si erano ritrovati, in pochi attimi, circondati da fumo irrespirabile e nell'impossibilità di ripercorrere a piedi il sentiero che li riconduceva alle loro auto, posteggiate nell'area da cui vedevano provenire il fuoco. Nessuno di loro ha riportato problemi di salute per l’esposizione al fumo.

Disagi alla circolazione

Il personale degli ultimi treni transitati nella zona ora chiusa al traffico ha riferito di aver visto fiamme adiacenti la sede ferroviaria. Il rogo si è avvicinato anche all’autostrada A4, con la concessionaria Autovie Venete che ha allertato i vigili del fuoco e polizia stradale che sono accorsi immediatamente sul posto. Visto l'avanzare del fuoco ai lati dell'autostrada e la scarsa visibilità causata dal fumo, Autovie - per garantire la sicurezza degli utenti della strada - ha proceduto a chiudere il tratto tra Sistiana e Monfalcone in direzione Venezia e il tratto Villesse - Sistiana in entrambe le direzioni. In serata, il tratto autostradale della A4 tra Villesse e Sistiana in direzione Trieste è stato riaperto al traffico. Rimane al momento ancora chiuso il versante ovest in direzione Venezia tra Sistiana e Villesse. Nell'area di Duino Nord dove è divampato il rogo stanno ancora operando i Vigili del Fuoco e una decisione sulla riapertura di questo tratto verrà presa al termine di un prossimo sopralluogo.

Trenitalia attiva corse marittime 

Trenitalia ha reso noto che è stato attivato un collegamento via mare fra Trieste e Monfalcone. Secondo quanto si è appreso, i bus vengono dirottati via Slovenia perché la sola strada percorribile tra Monfalcone e Trieste in queste ore è la Costiera, una arteria stretta e panoramica che non è in grado di sostenere il traffico di migliaia di autoveicoli. La Protezione civile ha infatti fatto sapere che lungo la viabilità ordinaria il traffico è molto intenso e che si sono formate code lunghe chilometri. L'itinerario via Slovenia, molto più lungo, assicura però scorrevolezza, almeno fino a questo momento.

Vigili del fuoco salvano case di Duino da scoppi gas 

leggi anche

Incendi nella notte a Palermo e provincia: vigili del fuoco al lavoro

L'intervento dei Vigili del fuoco e della Protezione civile ha scongiurato lo scoppio di un bombolone del gas ormai circondato dalle fiamme. I soccorritori hanno anche fatto scudo alle "Case verdi" di Duino Aurisina (Trieste) e alla stazione di servizio lungo l'A4. Lo ha riferito all'Ansa il vice sindaco di Duino, Mitja Petelin, che si trovava sul posto al momento dell'intervento. "La situazione era di grave pericolo - ha precisato - quando siamo arrivati c'erano i residenti che tentavano disperatamente di tenere lontano il fuoco dal bombolone con estintori e pompe di irrigazione da giardino. L'arrivo dei soccorritori ha davvero scongiurato il peggio, ora la situazione, in quella zona, sembra sotto controllo". Petelin ha poi annunciato un'ordinanza in cui "chiediamo ai cittadini di tutto il territorio comunale di non muoversi di casa, se non per estrema necessità, e di indossare le mascherine Ffp2". In zona è arrivato anche un terzo elicottero, in attesa dei primi lanci di acqua del Canadair, che intanto è giunto da Genova e si sta preparando per le operazioni di spegnimento.

Cronaca: i più letti