Piacenza, auto nel Trebbia. Chi sono i 4 amici morti: Domenico, William, Elisa, Costantino

Cronaca
ANSA/Profilo Instagram Millions e Elisa Bricchi

Nel veicolo ritrovato inabissato nel fiume c’erano i corpi senza vita di quattro ragazzi, di età compresa tra i 20 e i 23 anni. Uniti dalla passione per la musica trap, avevano passato la serata insieme per festeggiare il compleanno di uno di loro

Domenico Di Canio, William Pagani, Elisa Bricchi e Costantino Merlo. Sono questi i nomi dei quattro ragazzi trovati senza vita all’interno di una Golf inabbissata per metà nelle acque del fiume Trebbia, in una zona isolata a Calendasco, alle porte di Piacenza. Prima dell’incidente, sulle cui dinamiche si sta ancora facendo chiarezza, i quattro amici avevano trascorso la serata insieme per festeggiare il compleanno di William.

Tre dei quattro giovani morti in una macchina finita nel fiume Trebbia a Calendasco (Piacenza). Nella foto: Domenico Di Canio, 22 anni, di Borgonovo, William Pagani, 23 anni di Castelsangiovanni,  e Costantino Merli, 22 anni di Guardamiglio. 
ANSA/Profilo Instagram milions__   + ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE     DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA +
Domenico Di Canio, 22 anni, di Borgonovo, William Pagani, 23 anni di Castelsangiovanni, e Costantino Merli, 22 anni di Guardamiglio - ANSA/Profilo Instagram milions

Il gruppo: chi erano le vittime

approfondimento

Piacenza, auto nelle acque del Trebbia: morti quattro ragazzi

I ragazzi avevano tra i 20 e i 23 anni e da tempo uscivano insieme. Domenico e William erano di Borgonovo e Castelsangiovanni, mentre Elisa viveva proprio a Calendasco, la zona dell’incidente. Costantino era l’unico di fuori. Veniva da Guardamiglio, nel Lodigiano. Il Corriere della Sera riporta che Domenico e William si erano conosciuti a lavoro, tra gli scaffali di un grande magazzino. Elisa e Costantino, invece, avevano frequentato lo stesso liceo artistico e da un anno erano fidanzati. Lei aveva 20 anni ed era alla ricerca di un nuovo impiego dopo aver lavorato in un negozio di elettrodomestici; lui, invece, da due anni era un volontario della Protezione civile ed era nella squadra guidata da suo padre, Francesco.

La passione comune per la trap

Un amico di Costantino ha raccontato a Libertà, il quotidiano più diffuso nel piacentino, che i quattro amavano l’argine del fiume tanto da averci costruito una capanna. Qui si trovavano per chiacchierare e ascoltare musica. La loro passione era la trap e componevano loro stessi dei brani, pubblicati anche su YouTube. Come riporta Piacenzaonline, William, 23 anni, si occupava della produzione ed era quello che in gergo si chiama un “beatmaker”. Mescolava suoni e percussioni per creare le basi su cui poi cantavano Costantino e Domenico. I loro amici li conoscevano rispettivamente coi soprannomi “Millions” e “Il Dome”. Quest’ultimo, prima dell’incidente, aveva postato sui suoi social una foto con la dida: “Dobbiamo fare questo, cantare e suonare perché non ci piace altro”.

Elisa Bricchi
Elisa Bricchi, una delle quattro vittime - Ansa/Instagram

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24