Covid, le iniettano 6 dosi di vaccino per sbaglio: ragazza ricoverata a Massa

Cronaca
©Ansa

La 23enne, intervistata dal Corriere, si è detta spaventata per l'episodio: "Mi fa male tutto, ma perdono l'infermiera". "Si è trattato di un problema di calo dal punto di vista cognitivo - hanno spiegato i dirigenti dell'Asl Toscana Nord Ovest - uno scivolone dovuto ad un momento di calo dell'attenzione". Sono in corso test per capire se l'eccesso di dosi di vaccino può avere ripercussioni negative sulla immunizzazione della paziente

"Ho paura, mi fa male tutto, ma perdono l'infermiera". Queste le parole della studentessa 23enne, intervistata dal Corriere, che ha ricevuto 6 dosi di vaccino per sbaglio. (L'aggiornamento dell'11 maggio: le dosi erano 4 e non 6) Si indaga per capire quello che è successo domenica mattina all’ospedale Noa di Massa, dove la studentessa è stata ricoverata in osservazione dopo l’incredibile errore. Alla donna sono state infatti inoculate 6 dosi di vaccino Pfizer, equivalenti a una intera fiala. "I sanitari erano agitatissimi - ha detto ancora la giovane nell'intervista al quotidiano - ho capito che qualcosa era andato storto. Mi hanno detto subito la verità, però l'ospedale non può permettersi certe disavventure". (COVID: LO SPECIALE - QUANDO MI VACCINO). 

"Un errore di attenzione"

approfondimento

AstraZeneca e gli altri, come cambia il portafoglio vaccinale nell'Ue

"Si è trattato di un problema di calo dal punto di vista cognitivo - hanno spiegato i dirigenti dell'Asl Toscana Nord Ovest - uno scivolone dovuto ad un momento di calo dell'attenzione". Un errore "che può succedere ad ogni essere umano, anche se in certe situazioni non dovrebbe accadere".

Non si conoscono le conseguenze

leggi anche

Covid, Seychelles: casi in aumento nonostante le vaccinazioni

L’Asl ora sta effettuando una serie di test sul sangue prelevato dalla 23enne per capire se l'eccesso di dosi di vaccino può avere ripercussioni negative sulla immunizzazione della paziente. L'Asl vuole inoltre capire se in questo caso eccezionale sarà necessario o meno il richiamo previsto per quanti hanno ricevuto la prima dose.

Cronaca: i più letti