Chi è Maria Chiara Carrozza, la prima donna presidente del Cnr nella storia

Cronaca

"Sono felice ed emozionata per la nomina a presidente del Cnr. Essere la prima donna alla guida del più importante e grande centro di ricerca del Paese è una sfida e una responsabilità senza precedenti. Ma anche un cambio di passo e di prospettiva" ha detto la neo-eletta

Il ministro dell'Università e della ricerca, Maria Cristina Messa, ha nominato, con il decreto firmato oggi, Maria Chiara Carrozza presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), che sarà in carica per i prossimi quattro anni. E' la prima presidente donna. "Sono felice ed emozionata. Ringrazio la ministra Messa e il Comitato di Selezione per la fiducia riposta nella mia persona" ha detto Carrozza. "Essere la prima donna alla guida del più importante e grande centro di ricerca del Paese è una sfida e una responsabilità senza precedenti. Ma anche un cambio di passo e di prospettiva". Dopo la nomina ha parlato di "Una sfida e una responsabilità senza precedenti".

Obiettivo: collaborazione

approfondimento

Superconduttori, nuova scoperta targata Unige e Cnr

"Confido sull'aiuto e sulla collaborazione di tutte le ricercatrici e ricercatori  dell'ente, sulle loro preziose indiscusse competenze e sul loro entusiasmo", ha detto ancora Carrozza. "Insieme dobbiamo riportare al centro dell'attenzione sociale, economica e politica la ricerca, unico volano per la ricostruzione del Paese e il futuro dei giovani".

Il profilo

Maria Chiara Carrozza è nata a Pisa il 16 settembre del 1965. Dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 è stata Ministro dell'Istruzione nel governo Letta. Ha svolto ricerca nei campi della biorobotica, della biomeccatronica e della neuro-robotica. Dal 2005 è membro del comitato scientifico del Centro di ricerca matematica "Ennio de Giorgi", centro di ricerca di matematica nelle scienze naturali e sociali delle università pisane Scuola Normale Superiore, Università di Pisa e Scuola Superiore Sant'Anna. Dal 2004 al 2013 Carrozza ha ricoperto vari incarichi accademici presso la Scuola Superiore Sant'Anna fino ad essere eletta Rettrice. È rieletta per il secondo mandato da rettrice nel 2010 e fino al gennaio 2013, quando si dimette a seguito della candidatura alla Camera dei deputati. Inoltre è docente presso la Scuola di Politiche (SdP) nata nel 2015 da un'idea di Enrico Letta

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.